Voci della Sanità 26 Luglio 2021 16:59

FNO TSRM PSTRP, avviata interlocuzione con Ministero del Lavoro per una Cassa previdenziale

In previsione del prossimo incontro con il Ministero la FNO TSRM PSTRP lavorerà per predisporre un piano di sostenibilità economica attuariale e per definire l’iter tecnico, come previsto dalla norma

Una cassa per gli oltre 220 mila professionisti sanitari afferenti alla Federazione nazionale TSRM e PSTRP. «Abbiamo finalmente avviato il percorso istituzionale, articolato e complesso, afferma Teresa Calandra, Presidente della FNO TSRM e PSTRP – che in prospettiva potrà consentire ai nostri iscritti di beneficiare di una propria cassa previdenziale».

Dopo una preliminare e necessaria fase di studio, nella quale sono stati approfonditi tutti gli aspetti tecnici della questione, ha infatti avuto luogo il primo incontro tra la Federazione nazionale degli Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle Professioni sanitarie tecniche della riabilitazione e della prevenzione ed il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, nel corso del quale è stata formalizzata la volontà della Federazione di realizzare una propria cassa previdenziale.

All’incontro hanno partecipato la Presidente Teresa Calandra e il componente del Comitato centrale con delega alla libera professione e alla cassa previdenziale, Vincenzo Di Salvatore, mentre per il Ministero del Lavoro, in rappresentanza del Ministro On. Orlando, erano presenti il Capo di Gabinetto e il Capo della Segreteria.

«Oggi la costituzione di una cassa previdenziale è per molti dei nostri liberi professionisti una questione fondamentale, in quanto gli consentirebbe di progettare un futuro sereno anche considerata la bassa età media dei nostri iscritti, ed inoltre in prospettiva potrà esserlo anche per tutti i dipendenti interessati ad iniziative integrative – sottolinea la Presidente Teresa Calandra -. Proprio per l’importanza della problematica con il rinnovo del Comitato centrale, abbiamo voluto assegnare una delega specifica ad uno dei componenti»

Al termine dell’incontro, nel corso del quale lo staff del Ministro ha ascoltato e recepito le istanze della Federazione, riservandosi di avviare i necessari approfondimenti con i competenti Uffici tecnici, anche il delegato Vincenzo Di Salvatore ha espresso soddisfazione, sottolineando come questo «sia solamente un primo passo di un percorso molto complesso che la Federazione intende portare avanti con convinzione e determinazione».  Al riguardo, la FNO TSRM e PSTRP in previsione del prossimo incontro con il Ministero, in programma per la fine di settembre, lavorerà per predisporre un piano di sostenibilità economica attuariale e per definire l’iter tecnico, come previsto dalla norma.

Articoli correlati
FNOPO e FNO TSRM e PSTRP insieme per celebrare il “World Patient Safety Day”: impegno comune per cure sicure e di qualità
Il 17 settembre si celebra la Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, già “World patient safety day”, giunta alla sua terza edizione nazionale. Nata per sottolineare che la sicurezza delle cure è parte costitutiva del diritto alla salute, come riporta l’art.1 della legge 24 del 2017, questa giornata è stata […]
Professioni sanitarie, Consulcesi: «Dopo caos domande medicina vigiliamo su test di ammissione»
In attesa del test di ammissione alle facoltà per le professioni sanitarie, in programma oggi in tutta Italia, Tortorella e il team di avvocati Consulcesi ritengono che ci siano, anche quest’anno, tutti i margini per un ricorso collettivo ed una vittoria schiacciante per accedere alla facoltà di medicina
Tecnici della prevenzione nei luoghi di lavoro, Di Giusto (TPALL): «All’appello ne mancano 1400»
Il Presidente della Commissione d’Albo nazionale dei Tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro commenta l’aumento degli infortuni e i fatti che hanno funestato l’estate: «Morti bianche dovute non solo a carenze organizzative e di processo, ma anche culturali e formative, e, non di meno, da carenze strutturali dovute agli impianti normativi»
Decreto Green Pass, Bologna (Coraggio Italia): «Aprire tavolo ministeriale di confronto tra le professioni sanitarie per evitare tensioni»
«Ho chiesto al sottosegretario Costa come rappresentante del Ministero della Salute e del Governo l’apertura di un tavolo ministeriale di confronto tra le professioni sanitarie per trovarci preparati e coordinati alla sfida dei progetti del PNRR che guardano ad una Sanità con processi multidisciplinari e coordinati. Dobbiamo evitare tensioni tra professionisti del settore Sanitario che […]
Presentato ddl per far rientrare gli odontotecnici tra i professionisti sanitari
Marin (ANTLO): «Speriamo in un giusto riconoscimento utile anche contro l’abusivismo nella professione». Pollice verso dal CAO: «L’attività dell’odontotecnico resta un atto ausiliario»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 16 settembre, sono 226.391.916 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.659.920 i decessi. Ad oggi, oltre 5,78 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Covid-19, che fare se...?

Chi ha diritto alla certificazione di esenzione dal vaccino anti Covid-19?

Il vademecum della SIMG, in collaborazione con ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, sui casi particolari in cui la vaccinazione contro il Covid-19 è controindicata o ri...