Voci della Sanità 29 Settembre 2021 15:30

FNCF e Società Italiana di Fisica insieme per la divulgazione e la formazione scientifica 

Un accordo che vedrà la costituzione di un Comitato di Indirizzo per la realizzazione di importanti iniziative nel mondo della Fisica rivolte a giovani e professionisti

Sviluppare sinergie e cooperare per l’individuazione e lo svolgimento di iniziative per la promozione, la divulgazione e la formazione scientifica nel mondo della Fisica: questo l’obiettivo principe dell’accordo che vede come protagoniste la Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici (FNCF) e la Società Italiana di Fisica (SIF). 

L’accordo firmato dalla Dott.ssa Nausicaa Orlandi, Presidente della FNCF, e dalla Prof.ssa Angela Bracco, Presidente di SIF, vedrà la costituzione di un Comitato di Indirizzo che avrà il compito di individuare, pianificare e coordinare le attività di comunicazione che possono riguardare, ad esempio:

  • Promozione nella società del ruolo della Fisica e di un’immagine positiva della figura del Fisico;
  • Organizzazione di eventi formativi, di congressi e di giornate di studio dedicate alla Fisica;
  • Realizzazione di iniziative a livello universitario volte a far conoscere la Professione ed incentivare l’attività professionale del Fisico;
  • Promozione e organizzazione, presso sedi universitarie o degli Ordini Professionali, di attività formative preparatorie alla professione di Fisico, tenuti congiuntamente da Professionisti Fisici e Docenti Universitari; 
  • Promozione della presenza italiana in organizzazioni e eventi scientifici internazionali;
  • Rapporti internazionali congiunti a sostegno della ricerca e della professione;
  • Valorizzazione e divulgazione di conoscenze tecnico-scientifiche;
  • Riconoscimenti, premi e attività di formazione avanzata a favore di giovani studiosi;
  • Iniziative rivolte ai giovani per stimolare la passione e la voglia di conoscenza delle Scienze Fisiche promuovendo un percorso congiunto di orientamento alla scelta universitaria e professionale.

«Con questo accordo la Federazione Nazionale conferma l’importanza di una stretta collaborazione tra mondo professionale e mondo accademico e della ricerca. – dichiara il Presidente FNCF, dott.ssa Nausicaa OrlandiTramite l’organizzazione di iniziative ed eventi mirati ai giovani e ai meno giovani desideriamo far conoscere e promuovere il ruolo primario della fisica e del professionista sanitario Fisico, in tutti gli ambiti sanitari, tecnici e industriali in cui tale professionista opera». 

Alle parole della Presidente FNCF si aggiunge l’intervento della Prof.ssa Angela Bracco: «La SIF considera questo accordo con FNCF molto importante per valorizzare l’attività di quei fisici che non appartengono al mondo accademico (o della ricerca pubblica e universitaria), ma che con esso collaborano.  La SIF aveva iniziato a lavorare sulla proposta per istituire un albo professionale per i fisici a partire dal 2006. Negli anni successivi si è fortemente impegnata a seguire e contribuire a tutto il percorso che ha portato a una legge che particolarmente ben si adatta alle caratteristiche professionali dei fisici che operano in campo sanitario. Dopo questo traguardo siamo ora pronti a promuovere azioni mirate, a sfruttare e ampliare le opportunità della professione fisico. A questo scopo uno strumento indispensabile è proprio la collaborazione con FNCF».

Articoli correlati
Giornata della Salute, Orlandi (FNCF): «Chimici e Fisici fondamentali per garantire la salute ambientale»
Anche i Chimici e Fisici celebrano il 7 aprile la Giornata Mondiale della Salute, a ricordo della fondazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità avvenuta nel 1948, e per rimarcare l’obiettivo di garantire a tutta la popolazione la salute intesa come “uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale” e non semplicemente come “assenza di malattie […]
«Troppo pochi chimici e fisici in sanità, servono investimenti». Parla Nausicaa Orlandi, Presidente della FNCF
Tra le priorità della presidente della Federazione Nausicaa Orlandi, appena riconfermata, la finalizzazione delle lauree professionalizzanti e il completamento del percorso per le scuole di specializzazione sanitaria per i Chimici. La preoccupazione per la guerra in Ucraina: «L’inquinamento generato dal conflitto non resterà confinato, serve informazione sull’esposizione ad agenti chimici e fisici»
di Francesco Torre
Chimici Fisici, Nausicaa Orlandi confermata alla guida della Federazione. Rinnovato il Comitato Centrale
La rielezione del Presidente uscente Orlandi è stata decretata per unanimità nel corso della prima riunione del nuovo Comitato Centrale della Federazione Nazionale
Sicurezza sul lavoro, lettera FNCF al governo: «Esperti chimici e fisici siano presenti nelle aziende e negli enti preposti al controllo»
«Le morti bianche non vedono flessione e nei vari settori del mondo manifatturiero e dei servizi si registrano continui incidenti sul lavoro con esiti fatali e preoccupano gli infortuni e le malattie professionali che colpiscono silenziosamente i lavoratori di comparti diversi». Così si legge nell’incipit di una lettera inviata dalla Federazione degli Ordini dei Chimici […]
Chimici-Fisici e Società Chimica Italiana insieme per la divulgazione e la formazione scientifica 
L'accordo vedrà la costituzione di un Comitato di Indirizzo per la realizzazione di importanti iniziative nel mondo della Chimica rivolte a giovani e professionisti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 19 maggio, sono 525.383.960 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.283.599 i decessi. Ad oggi, oltre 11,42 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Se la linea del tampone rapido appare sbiadita significa che la carica virale è più bassa?

Il tampone rapido, oltre a verificare l'eventuale positività, è anche in grado di definirla in termini quantitativi?
di Valentina Arcovio
Salute

Epatite acuta pediatrica misteriosa. Caso del bimbo di Prato, Basso (Bambino Gesù): «Migliora spontaneamente»

Si sta facendo strada l’ipotesi che possa trattarsi non dei classici virus che danno vita alle epatiti A, B e C, ma di un adenovirus, spesso causa solo di banali raffreddori, che nei bambini pu&...