Voci della Sanità 12 Settembre 2022 16:49

Elezioni, Parente (Iv): «Più integrazione tra ospedali e sanità territoriale»

La presidente della commissione Sanità e capolista al Senato per il Terzo Polo nei collegi Lazio 2 e Sicilia 2 questa mattina ha visitato l’ospedale dei Castelli, ad Ariccia

«Bisogna creare un continuum assistenziale tra ospedale, casa e territorio. Solo così riusciremo ad alleggerire il peso su ospedali e pronto soccorso e dare una sanità più equa e umana ai cittadini». Lo ha detto la senatrice Annamaria Parente, presidente della commissione Sanità e capolista al Senato per il Terzo Polo nei collegi Lazio 2 e Sicilia 2, che questa mattina ha visitato l’ospedale dei Castelli, ad Ariccia.

«Vedere da vicino la realtà dei nostri ospedali è molto importante perché ci fa capire meglio come intervenire per migliorare la sanità – ha spiegato la senatrice Parente -. È fondamentale creare le condizioni per una reale integrazione tra ospedale e medicina territoriale attraverso il rafforzamento di figure come quelle del medico di base, del pediatra di libera scelta e dell’infermiere di comunità. Dobbiamo riorganizzazione l’assistenza territoriale in un’ottica di prevenzione e promozione della salute e di garanzia della continuità delle cure. Bisogna distinguere le cronicità di base da quelle di carattere specialistico che saranno prese in carico, sul territorio, da esperti delle varie professioni sanitarie, specialisti ambulatoriali e medici di laboratorio, con il supporto della rete delle farmacie». L

La presidente Parente durante la visita all’ospedale si è soffermata anche sui problemi del personale sanitario. «Se vogliamo una sanità che funzioni davvero dobbiamo rimediare alla carenza di personale e garantire una remunerazione adeguata al carico di lavoro e alle responsabilità. Dobbiamo investire sui professionisti e soprattutto evitare il fenomeno dell’emigrazione all’estero», ha concluso.

Articoli correlati
Sanità, Parente (Iv): «Proposta Fdi su medicina territoriale non convince, peso non può ricadere solo su medici base»
«I medici di medicina generale sono già in difficoltà nella loro attività quotidiana e non mi sembra il caso di addossargli la responsabilità di fare anche gli specialisti» spiega la presidente della commissione Sanità Annamaria Parente
Salute, Parente (Iv): «Resistenza antimicrobica minaccia seria, al lavoro per evitare catastrofe»
«La resistenza agli antimicrobici è un problema molto serio. Questa può essere la più grande problematica della sanità pubblica dei prossimi anni ma siamo al lavoro per evitare la catastrofe». Lo ha detto la presidente della commissione Sanità del Senato, Annamaria Parente (Iv), che ha partecipato alla trasmissione “Largo Chigi”, su Utopia Studios e The […]
Malattie rare, il testo unico è legge. Sileri: «Ora al lavoro su decreti attuativi»
Il testo è stato approvato all'unanimità in sede deliberante dalla Commissione Igiene e Sanità del Senato. Le reazioni
Italia Viva lancia il Piano Sanità 2030, Parente: «PNRR non basta, servono 30 miliardi per riformare SSN. Al primo punto la ricerca»
Il partito dell’ex premier Matteo Renzi ha lanciato una campagna di ascolto con operatori sanitari e associazioni e poi sottoporrà il piano alle altre forze politiche. E rilancia la Commissione d’inchiesta sulla gestione della pandemia. La presidente della Commissione Sanità: «Il medico di famiglia deve essere come un ‘primario del territorio’»
Vaccino, territorio e piano tamponi, parla la Presidente della Commissione Sanità: «Non dividiamoci sulla salute»
Annamaria Parente: «Stiamo lavorando a un modello della medicina di territorio che sia una guida nazionale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 5 ottobre 2022, sono 619.212.284 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.550.223 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia Il bollettino di oggi (5 ottobre 20...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi