OMCeO, Enti e Territori 4 dicembre 2018

Efficienza energetica e fonti rinnovabili, al Gemelli il punto su strategie e riduzione emissioni di gas negli Ospedali di Roma

“Efficienza energetica e fonti rinnovabili nelle strutture sanitarie di Roma” è il tema del convegno, promosso dai Servizi Energetici della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS con il patrocinio di Roma Capitale e il supporto di Enea e GSE (Gestore Servizi Energetici) che si terrà domani, mercoledì 5 dicembre nella hall del Policlinico Gemelli, alle […]

“Efficienza energetica e fonti rinnovabili nelle strutture sanitarie di Roma” è il tema del convegno, promosso dai Servizi Energetici della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS con il patrocinio di Roma Capitale e il supporto di Enea e GSE (Gestore Servizi Energetici) che si terrà domani, mercoledì 5 dicembre nella hall del Policlinico Gemelli, alle ore 9.00.

L’occasione del meeting è di analizzare il potenziale delle fonti energetiche rinnovabili e dell’efficienza energetica, finalizzato alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e all’individuazione di azioni concrete da realizzare sul territorio.

Tra i settori da analizzare, certamente quello dell’efficienza energetica e delle fonti energetiche rinnovabili nelle strutture sanitarie riveste una particolare importanza per la città di Roma. Con la Delibera di Assemblea Capitolina 789/2017 Roma      Capitale ha aderito al Patto dei Sindaci per il clima e l’Energia assumendosi l’impegno di ridurre le emissioni di gas climalteranti della città di almeno il 40% entro il 2030.

Meno gas nocivi per l’aria di Roma e utilizzo di energie rinnovabili è anche l’obiettivo del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima (Paesc) che la Capitale dovrà presentare entro novembre 2019. 

La Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e l’Università Cattolica da anni sono impegnate a controllare e contenere le emissioni climalteranti che, per massima parte, provengono dai sistemi per la produzione dell’energia elettrica, energia termica ed energia refrigerata necessarie al funzionamento delle attività che si svolgono all’interno del complesso ospedaliero e universitario.

«Parallelamente al processo europeo per la riduzione dei gas ad effetto serra, iniziato con l’approvazione del protocollo di Kyoto siglato nel 1997 ed entrato in vigore nel 2005 e  con  la  progressiva riduzione negli anni delle emissioni di  CO2  da parte  di  ogni stato membro, dal 2003 il Policlinico Gemelli ha messo  in atto alcuni importanti progetti  e investimenti per la realizzazione di un articolato sistema di generazione delle energie primarie, nonché la successiva distribuzione, trasformazione  e  utilizzo,  unitamente  alla realizzazione  di  una importante rete di comunicazione impiantistica  in grado di gestire  e monitorare oltre 60.000 dispositivi/impianti – anticipa l’Ingegner Carlo Pesaro, Responsabile Servizi Energetici della Fondazione Policlinico Gemelli e promotore del convegno».

«Su queste basi la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS ha potuto ottenere l’autorizzazione alle emissioni secondo il decreto legislativo 115/08, e la certificazione ISO 50001 per un efficace sistema di gestione di energia e conseguente controllo e riduzione delle proprie emissioni climalteranti, conclude Carlo Pesaro».

Il convegno, moderato da Antonio Lumicisi, Coordinatore PAESC Roma Capitale e da Carlo Pesaro, Energy Manager Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS,  prendendo spunto dagli interventi in corso o programmati in alcune strutture sanitarie della capitale, intende analizzare e discutere le potenzialità del settore. L’applicazione di moderne ed innovative tecnologie, unitamente al ruolo fondamentale dei responsabili della manutenzione, rappresentano la chiave di volta per raggiungere obiettivi ambiziosi anche nel settore sanitario.

L’incontro sarà aperto dal Direttore Generale della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, Marco Elefanti e introdotto da Giuseppina Montanari, Assessore alla Sostenibilità Ambientale, Roma Capitale e da P. Joshtrom, Isaac Kureethadam, Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale – Città del Vaticano. Interverranno Gennaro Niglio, Direttore Sviluppo Sostenibile, GSE, Domenico Santino, Dipartimento Unità Efficienza Energetica, ENEA, Romano Berluti, Direttore Ufficio Tecnico Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS,  Claudio Di Mario e Rino Romani, Gruppo Gestione Energia Gemelli, Francesco Noto, Direttore Struttura di ‘Progetto Energia’, Ministero della Difesa, Stefano Cordiner, Energy Manager Università di Tor Vergata, Gianpaolo Minervini e Claudio Galli rispettivamente Operations Manager e Direttore Area Lazio Engi Italia S.P.A., Roberto Mignucci, Direzione Tecnica Città del Vaticano, Daniele Cavarischia, Energy Manager  Università Campus Bio-Medico Roma,  Marco Piernoli, Responsabile Unità di progetto  Ospedale Pediatrico Bambino Gesù IRCCS,  Franco Russi – Inventore,  Lorenzino Marzocchi, Energy Manager Ospedale San Raffaele Milano.

Locandina Efficienza Energetica

Articoli correlati
Salute e clima, l’OMS alla COP24: «L’accordo di Parigi può salvare un milione di persone l’anno»
Maria Neira, direttrice del dipartimento Salute pubblica e determinanti ambientali dell’OMS, riassume a Sanità Informazione le raccomandazioni del rapporto presentato a Katovice: «Stop a combustibili fossili, nuova pianificazione urbanistica e maggiore coinvolgimento degli esperti della salute»
I cambiamenti climatici causeranno 250mila morti l’anno. Ricciardi (ISS): «È armageddon a fuoco lento»
A Roma la prima conferenza sugli effetti dei cambiamenti climatici sulla salute. Il 13 l'incontro ISS-Mattarella. Il messaggio di Maria Neira (OMS) alla COP24: «La battaglia per il clima non è solo degli ambientalisti. Pensiamo anche alla nostra salute, poi parliamo del pianeta. Forse così, dopo 24 conferenze, arriveremo a risultati concreti». E anticipa le linee d’azione che l’Organizzazione Mondiale della Sanità presenterà mercoledì a Katovice
Gemelli, da dicembre accesso h 24 nella Terapia Intensiva Neonatale
Da dicembre 2018 verrà garantito l’accesso ai genitori h 24 nei Reparti di Terapia Intensiva Neonatale (TIN), Sub-TIN e Patologia Neonatale della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS al fine di promuovere un più stretto contatto tra i genitori e i piccoli prematuri, anche attraverso la “Kangaroo mother care”, la pratica di fornire un continuo […]
Roma, Gemelli: nasce il giardino terapeutico per le pazienti oncologiche
Fare le cure, meditare, stare a contatto con la natura, ascoltare il rumore dell’acqua. Tutto questo è il nuovo giardino pensile terapeutico, unico in Italia, inaugurato oggi alla Fondazione Universitaria Policlinico Gemelli IRCCS di Roma. Il giardino, al servizio delle pazienti oncologiche dei percorsi clinico-assistenziali del Dipartimento della Salute della Donna e del Bambino guidato […]
Tennis&Friends al Foro Italico: i vip scendono in campo per la prevenzione
Tennis&Friends, il torneo Celebrities che unisce Salute, Sport, Solidarietà e Spettacolo ha registrato quest’anno 6000 presenze e 850 check up gratuiti. Giorgio Meneschincheri (Gemelli): «Oltre 50mila visite specialistiche in sei anni. In Italia la percentuale di mortalità è molto più alta nelle città in cui non viene fatta prevenzione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...