Voci della Sanità 24 Settembre 2019

Donazione organi, Provenza (M5S): «Tenere riflettori accesi sul tema. Vigileremo su attuazione decreto ministeriale»

Il deputato Cinque Stelle ha partecipato alla presentazione del libro “Cuore segreto” di Luca Vargiu, dedicato al tema dei trapianti. «Troppo tempo è stato perso: è ora che nel nostro Paese si raggiunga questo importante traguardo, anche culturale» sottolinea l’esponente M5S

«Donare gli organi è innanzitutto un gesto d’amore per la vita, ma è anche un grande atto di civiltà, grazie al quale si possono salvare tante vite umane e si accorcia l’attesa, che spesso può durare anche anni, delle persone che necessitano di un trapianto». Queste le parole di Nicola Provenza, medico e deputato del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari sociali, che oggi ha partecipato alla presentazione del libro “Cuore segreto” di Luca Vargiu (Mazzanti Libri).

La legge sulla donazione di organi, la 91 del 1999, da tempo disapplicata, è ora entrata in una nuova fase: questa estate l’allora ministro Giulia Grillo ha firmato il decreto ministeriale per l’attuazione delle norme sul silenzio-assenso per la donazione.

LEGGI ANCHE: DONAZIONE ORGANI, FIRMATO IL REGOLAMENTO SUL SISTEMA INFORMATIVO TRAPIANTI (SIT). GRILLO: «ERA ATTESO DA VENT’ANNI»

«Da tempo sono impegnato in prima persona in questa causa, a cui ho contribuito svolgendo un’interpellanza parlamentare nel giugno scorso. Sono quindi felice che l’iter normativo si sia sbloccato: l’ex ministro Giulia Grillo non ha fatto attendere una sua risposta firmando poco tempo dopo il decreto SIT (Sistema Informativo Trapianti). Ora l’impegno deve proseguire», prosegue Provenza, «per fare in modo che i riflettori non vengano spenti e che si attui nel concreto quanto previsto nel decreto ministeriale. Troppo tempo è stato perso: è ora che nel nostro Paese si raggiunga questo importante traguardo, anche culturale».

«Ho deciso di trattare il tema della donazione degli organi nel mio romanzo – spiega Luca Vargiu, autore di “Cuore segreto” – perché mi sono accorto che sull’argomento c’è molto da spiegare, per far comprendere che donare qualcosa di sé nell’ultimo atto della vita è un gesto meraviglioso e che diventare donatori è una scelta che dà speranza alle persone in attesa di trapianto. Purtroppo c’è ancora un problema culturale che fa pensare che la questione non ci riguardi mai, che sia un problema di altri, mentre in realtà tutti potremmo averne bisogno».

Articoli correlati
Marialucia Lorefice (Affari Sociali): «Covid ci serva da lezione, tagli alla sanità un errore. Ora attenzione al sociale»
Colloquio con la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice (M5S) all’indomani della rielezione. Tra le priorità dei prossimi mesi il budget di salute per la presa in carico delle persone con disabilità e la legge sul fine vita
Specializzazioni, interrogazione di Tuzi (M5S) a Manfredi: «Perchè commissione di esperti e non nomina Osservatorio?»
«Abbiamo offerto al Ministro la possibilità di essere ulteriormente trasparenti. La questione prospettata nasce dal ruolo di vigilanza, giudizio e controllo sugli accreditamenti delle scuole di specializzazione ricoperto dall’Osservatorio» sottolinea IL deputato e medico del M5S Manuel Tuzi
Giornata vittime Covid, Lorefice: «È un dovere non dimenticare. Ora al lavoro per aumentare i fondi per la sanità»
«Nella nostra memoria rimarrà impressa in maniera indelebile la giornata del 18 marzo, durante la quale abbiamo assistito al corteo dei camion militari che trasportavano i feretri nelle strade di Bergamo» sottolinea la presidente della Commissione Affari Sociali nel giorno dell'approvazione del Ddl
Coronavirus, Sportiello (M5S): «Memoria collettiva necessaria. Negazionismo insulto insopportabile»
«Ricordare deve servire anche a elaborare insieme il trauma collettivo che abbiamo vissuto - commenta Gilda Sportiello, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari sociali - . Mi piacerebbe che non perdessimo quello straordinario senso di solidarietà che abbiamo fatto venir fuori soprattutto durante i giorni di lockdown»
Specializzazioni mediche, Tuzi (M5S): «Più trasparenza sulla nomina della Commissione per esperti»
Il deputato Manuel Tuzi (M5S) ha presentato una interrogazione al Ministero dell’Università e della Ricerca allo scopo di conoscere le ragioni per cui «si è preferito istituire una Commissione di esperti piuttosto che procedere alla nomina dei nuovi membri dell’Osservatorio nazionale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...