Voci della Sanità 13 Maggio 2020 11:34

Covid19, nel CTS entra anche la Presidente dei Chimici-Fisici Nausicaa Orlandi: «Grande riconoscimento per la professione»

La Orlandi, membro di diritto del Consiglio Superiore di Sanità, è stata chiamata a far parte del Comitato Tecnico Scientifico dal Capo della Protezione Civile Angelo Borrelli

Il Comitato Tecnico Scientifico si allarga al mondo femminile. Tra le personalità nominate dal Capo della Protezione Civile Angelo Borrelli c’è Nausicaa Orlandi, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici. Orlandi è Chimico Industriale, esperta in sicurezza sul lavoro, e questo incarico conferma ulteriormente il ruolo di forte responsabilità di tutti i Chimici e Fisici, chiamati ogni giorno a dare il loro contributo professionale per la tutela della sicurezza e salute dei lavoratori e della collettività.

«È un riconoscimento importante – sottolinea Nausicaa Orlandi – per tutti i professionisti sanitari Chimici e Fisici italiani che rappresento e che in questi anni, e soprattutto in questo ultimo periodo di emergenza sanitaria, hanno contribuito e contribuiscono a garantire la sicurezza e la salute dei cittadini in tutti gli ambiti di vita e di lavoro». 

Nausicaa Orlandi – biografia

Nausicaa Orlandi è nata a Venezia nel 1976 e risiede a Padova. Laureatasi nel 2001 in Chimica Industriale presso l’Università degli Studi di Padova, si abilita alla Professione di Chimico nel 2002, nel 2005 frequenta un Master in Sistemi di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro. 

Tecnico Competente in Acustica Ambientale dal 2003, Perito del Tribunale di Padova dal 2007, Docente Accreditato in materia di sicurezza sul lavoro, ha intrapreso la libera professione, partecipando fin da subito alla vita dell’Ordine Interprovinciale dei Chimici del Veneto, come Tesoriere dal 2005 e Presidente dal 2013. Dal 2016 è Presidente del Consiglio Nazionale dei Chimici, che nel 2018 diventa per Legge 3/2018 l’attuale Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici.

Professionalmente svolge attività di consulenza e formazione in ambito di sicurezza sul lavoro, sistemi di certificazione di processo e di prodotto (OHSAS 18001, ISO 45001, ISO 9001, ISO 14001, ISO 22000, EN 1090, CPR 305/11 ), gestione ambientale e pratiche autorizzative correlate, attività peritale in ambito di sicurezza sul lavoro, consulenza in ambito chimico rivolta alle imprese. L’attività di supporto tecnico è svolta in ambito nazionale ed internazionale con particolare riferimento agli aspetti di sicurezza sul lavoro. 

Ulteriori cariche ricoperte: Membro di Diritto del Consiglio Superiore della Sanità, Membro dell’ Executive Board EuChemS (European Chemical Society), Membro del Consiglio direttivo di ACCREDIA.

Articoli correlati
Dalla formazione specialistica alla presenza nel SSN, le richieste dei Chimici Fisici ai partiti
La Federazione ha redatto un documento, sottoposto a tutte le forze politiche, nel quale è presentata una panoramica sul ruolo di Chimici e Fisici e della Federazione Nazionale
Papa Francesco “Chimico onorario”, la pergamena conferita dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici
Questo riconoscimento è stato attribuito al Santo Padre “per la Sua vicinanza alle Scienze Chimiche quali fondamento delle attività poste a tutela e a salvaguardia dell’ambiente"
Giornata della Salute, Orlandi (FNCF): «Chimici e Fisici fondamentali per garantire la salute ambientale»
Anche i Chimici e Fisici celebrano il 7 aprile la Giornata Mondiale della Salute, a ricordo della fondazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità avvenuta nel 1948, e per rimarcare l’obiettivo di garantire a tutta la popolazione la salute intesa come “uno stato di totale benessere fisico, mentale e sociale” e non semplicemente come “assenza di malattie […]
Chimici Fisici, Nausicaa Orlandi confermata alla guida della Federazione. Rinnovato il Comitato Centrale
La rielezione del Presidente uscente Orlandi è stata decretata per unanimità nel corso della prima riunione del nuovo Comitato Centrale della Federazione Nazionale
Covid, guerra sui conteggi dei positivi in ospedale. Braccio di ferro tra medici e Regioni
Le Regioni chiedono di rivedere il sistema di conteggio dei casi positivi in ospedale, mentre i medici vogliono lasciare invariati i bollettini. In discussione c'è anche il sistema dei colori delle Regioni e la comunicazione dei dati sui contagi al pubblico. Attesa la decisione del Ministero della Salute
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 1 dicembre 2022, sono 643.396.783 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.635.192 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa