Voci della Sanità 13 Maggio 2020

Covid19, nel CTS entra anche la Presidente dei Chimici-Fisici Nausicaa Orlandi: «Grande riconoscimento per la professione»

La Orlandi, membro di diritto del Consiglio Superiore di Sanità, è stata chiamata a far parte del Comitato Tecnico Scientifico dal Capo della Protezione Civile Angelo Borrelli

Il Comitato Tecnico Scientifico si allarga al mondo femminile. Tra le personalità nominate dal Capo della Protezione Civile Angelo Borrelli c’è Nausicaa Orlandi, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici. Orlandi è Chimico Industriale, esperta in sicurezza sul lavoro, e questo incarico conferma ulteriormente il ruolo di forte responsabilità di tutti i Chimici e Fisici, chiamati ogni giorno a dare il loro contributo professionale per la tutela della sicurezza e salute dei lavoratori e della collettività.

«È un riconoscimento importante – sottolinea Nausicaa Orlandi – per tutti i professionisti sanitari Chimici e Fisici italiani che rappresento e che in questi anni, e soprattutto in questo ultimo periodo di emergenza sanitaria, hanno contribuito e contribuiscono a garantire la sicurezza e la salute dei cittadini in tutti gli ambiti di vita e di lavoro». 

Nausicaa Orlandi – biografia

Nausicaa Orlandi è nata a Venezia nel 1976 e risiede a Padova. Laureatasi nel 2001 in Chimica Industriale presso l’Università degli Studi di Padova, si abilita alla Professione di Chimico nel 2002, nel 2005 frequenta un Master in Sistemi di Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro. 

Tecnico Competente in Acustica Ambientale dal 2003, Perito del Tribunale di Padova dal 2007, Docente Accreditato in materia di sicurezza sul lavoro, ha intrapreso la libera professione, partecipando fin da subito alla vita dell’Ordine Interprovinciale dei Chimici del Veneto, come Tesoriere dal 2005 e Presidente dal 2013. Dal 2016 è Presidente del Consiglio Nazionale dei Chimici, che nel 2018 diventa per Legge 3/2018 l’attuale Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici.

Professionalmente svolge attività di consulenza e formazione in ambito di sicurezza sul lavoro, sistemi di certificazione di processo e di prodotto (OHSAS 18001, ISO 45001, ISO 9001, ISO 14001, ISO 22000, EN 1090, CPR 305/11 ), gestione ambientale e pratiche autorizzative correlate, attività peritale in ambito di sicurezza sul lavoro, consulenza in ambito chimico rivolta alle imprese. L’attività di supporto tecnico è svolta in ambito nazionale ed internazionale con particolare riferimento agli aspetti di sicurezza sul lavoro. 

Ulteriori cariche ricoperte: Membro di Diritto del Consiglio Superiore della Sanità, Membro dell’ Executive Board EuChemS (European Chemical Society), Membro del Consiglio direttivo di ACCREDIA.

Articoli correlati
Covid-19, Cts cambia la rotta: «Quarantena di 10 giorni e stop al doppio tampone»
Dieci giorni di isolamento e solo un tampone di controllo per essere dichiarato guarito. È quanto è emerso dal vertice del Comitato Tecnico Scientifico. Oggi pomeriggio la cabina di regia tra Governo, Regioni, Anci e Upi
Covid-19, Speranza alla Camera: «Non siamo fuori pericolo». Nel Dpcm obbligo mascherine all’aperto e più controlli
Il Ministro della Salute ha illustrato a Montecitorio i contenuti del prossimo Dpcm che verterà su distanziamento, mascherine e igiene delle mani: «Rispettare queste regole fondamentali significa provare a tenere la curva sotto controllo ed evitare che il Ssn entri in difficoltà»
Covid, nuovo report settimanale: «Aumento dei contagi, essenziale mantenere misure di precauzione ed evitare assembramenti»
«Continuano ad aumentare i casi diagnosticati e i focolai di Covid-19 in Italia. Essenziale che la popolazione mantenga comportamenti che riducano rischi»
Fase 3 e scuole, CTS: «Senza mascherina al banco se c’è distanziamento»
È quanto ribadito dal Comitato Tecnico Scientifico in un documento pubblicato al termine della riunione sulla riapertura delle scuole in sicurezza dopo la chiusura imposta dall'emergenza Covid
Chimici e Fisici incontrano il Ministro Speranza: focus su scuole di specializzazione, esame di stato e valorizzazione ruolo sanitario
Tra le proposte portate dalla Presidente della FNCF Nausicaa Orlandi e dal Segretario Daniela Maurizi le disposizione transitorie per la riforma del sistema ordinistico, l'attivazione di scuole di specializzazione, la definizione del trattamento economico per specializzandi di area non medica, la partecipazione ai tavoli di lavoro del Testo Unico sulla Sicurezza e potenziamento del ruolo nelle ARPA
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 ottobre, sono 41.705.699 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.137.333 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...