Voci della Sanità 28 Maggio 2020 18:27

Covid19, Comm. Affari Sociali approva Ddl per Giornata nazionale vittime il 18 marzo. Lorefice: «Atto doveroso sentito da tutte le forze politiche»

Il testo approvato prevede che i lavoratori pubblici e privati potranno devolvere la retribuzione di una o più ore di lavoro del 18 marzo ad un fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica

La Giornata nazionale in memoria delle vittime di Coronavirus sarà il 18 marzo. Così stabilisce il Disegno di Legge approvato all’unanimità dalla XII Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati. Non si tratta di una data casuale ma è il giorno in cui tutti abbiamo visto i carri militari a Bergamo per il trasporto fuori città delle salme delle vittime.

La proposta approvata è frutto del lavoro di sintesi presentato dai relatori Maurizio Martina (PD) per la maggioranza ed Elena Murelli (Lega) per le minoranze, e unisce le proposte degli stessi e anche dei parlamentari Giorgio Mule’ (Forza Italia) e Alessandra Mammì e Roberto Rossini (Cinque Stelle). Si prevedono per quel giorno programmazioni dedicate delle emittenti radiotelevisive, attività formative specifiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado, iniziative di ricordo e informazioni in ogni territorio e la possibilità per ogni cittadino di devolvere una o più ore del proprio lavoro alle attività di ricerca scientifica del nostro paese. Ora il testo della proposta approderà in aula per il voto finale nelle prossime settimane.

«Il 18 marzo è un giorno che rimarrà indelebile nella nostra memoria, perché segnato dal passaggio dei camion dell’esercito nelle strade deserte di Bergamo per trasferire le bare dei defunti fuori città» sottolinea la Presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice.

«Oggi abbiamo concluso i lavori sul testo unificato il quale prevede che in questa giornata commemorativa si rispetti un minuto di silenzio in tutti i luoghi pubblici e privati e che si organizzino cerimonie, manifestazioni, incontri, anche con il coinvolgimento delle scuole, per rendere omaggio alle tante persone che, a causa dell’epidemia del coronavirus, se ne sono andate sole, spesso senza l’abbraccio dei familiari e senza un degno funerale. Una giornata dunque legata al ricordo, in cui la Rai predisporrà un palinsesto dedicato».

«Inoltre, i lavoratori pubblici e privati potranno devolvere la retribuzione di una o più ore di lavoro del 18 marzo ad un fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica. Sarà il segno ancora una volta di un’Italia solidale, pronta ad unirsi davanti alle tragedie e a sostenere e ringraziare concretamente gli uomini e le donne che con il loro lavoro nella ricerca ci hanno permesso di contenere e contrastare il virus».

«Sono molto soddisfatta che la nostra Commissione ancora una volta abbia dato un bel segnale di unità; pur partendo da proposte di legge presentate da gruppi differenti – ricordo i primi firmatari Giorgio Mulè, Elena Murelli, Maurizio Martina, Stefania Mammí e Roberto Rossini – siamo arrivati in tempi record all’approvazione di un testo unificato che, dopo il parere delle altre Commissioni, verrà discusso in Aula nelle prossime settimane.
È un atto doveroso e convintamente sentito da tutte le forze politiche in memoria delle vittime che il coronavirus ha portato via negli ultimi mesi».

Articoli correlati
Giornata salute donna, Lorefice (M5S): «Dedicare tempo a prevenzione anche in pandemia»
1rinnovo l'impegno a investire sempre maggiori risorse nel sistema sanitario nazionale affinché ad ogni donna, su tutto il territorio nazionale, sia sempre garantito il diritto alla salute» spiega la Presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice
Covid-19, conferenza tra i parlamentari europei promossa dal Portogallo. Lorefice: «Tutti concordi sull’aumentare la cooperazione»
«Occorre puntare sulla ricerca e sul rafforzamento della strategia europea sui vaccini facendo sì, innanzitutto, che le aziende farmaceutiche rispettino gli impegni contrattuali e operino in maniera trasparente» spiega la Presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice
Covid-19, Lorefice (M5S): «Positivo via libera governo a odg per vaccinare con priorità disabili e caregiver»
«Ringrazio il governo per aver compreso l’urgenza di intervenire su questa problematica che preoccupa moltissime famiglie e auspico che l’impegno si converta immediatamente in intervento concreto» spiega la Presidente della Commissione Affari Sociali
Vaccini Covid-19, Lorefice (M5S): «Siamo felici dell’attenzione a categorie fragili»
La presidente della Commissione Affari Sociali della Camera ha commentato l'informativa alla Camera del Ministro della Salute Roberto Speranza: «Condividiamo pertanto la necessità di inserire queste categorie come prioritarie nel piano vaccinale nazionale, per preservarle e ridurre le disuguaglianze che la pandemia ha acuito»
Covid-19, Lorefice (M5S): «Bene vaccino Astrazeneca a 18-65enni»
La presidente della Commissione Affari Sociali della Camera sottolinea: «Le nuove norme, sono certa, consentiranno di accelerare le vaccinazioni, che in molte Regioni stanno già interessando personale scolastico e forze dell’ordine»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 23 aprile, sono 144.767.231 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.072.522 i decessi. Ad oggi, oltre 950,65 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...