Voci della Sanità 26 Febbraio 2021 17:19

Covid-19, Orlandi (FNCF): «Chimici e Fisici essenziali nella tutela della salute e dell’ambiente, siano vaccinati al più presto»

La Presidente della Federazione Nazionale dei Chimici e dei Fisici Nausicaa Orlandi chiede che questi professionisti siano inseriti tra le categorie prioritarie per la vaccinazione «per le loro funzioni di rilevanza pubblica e sociale»

«L’impegno dei Chimici e Fisici nella tutela della salute e nella lotta alla pandemia è un lavoro delicato, continuativo e spesso sottotraccia, ma non per questo meno decisivo. È giusto rendere merito alla chimica e alla fisica per il ruolo che giocano costantemente nella nostra vita, nei luoghi di lavoro e di cura». Lo scrive in una nota la Federazione nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici. 

«L’emergenza sanitaria, ancora in atto, rimarca il ruolo di queste professioni a chiunque, ad esempio, abbia a che fare con un prodotto sanificante, disinfettante, detergente, un farmaco, un dispositivo di protezione individuale e molto altro; ma anche a tutti coloro che hanno dovuto recarsi in strutture sanitarie, e sottoporsi ad analisi cliniche o hanno avuto l’esigenza di utilizzare prodotti ed attrezzature sanitarie, od infine a sottoporsi a terapie con monitoraggi e controlli. La chimica e la fisica permeano la nostra vita da sempre nei nostri gesti quotidiani». 

«Molto spesso accade che ci si dimentichi, anche in questa emergenza sanitaria, dei professionisti chimici e fisici che hanno permesso una ricerca e formulazione di prodotti chimici dedicati a gestire l’emergenza, la predisposizione di protocolli di prevenzione, l’esecuzione di analisi in ambito clinico, una gestione dei rifiuti aumentata correlata proprio all’uso di mascherine chirurgiche, la continuità dei servizi ambientali con un controllo costante di acque, emissioni, scarichi, e nel contempo il controllo fondamentale degli alimenti a garanzia della loro sicurezza».

Chimici e Fisici sono presenti anche negli ambienti di lavoro pubblici e privati di ogni tipologia, dove si occupano della salute e sicurezza sul lavoro, redigendo ed applicando protocolli di prevenzione da rischio di contagio da Sars-Cov-2 e vivendo direttamente, e con la loro esperienza e competenza, le realtà industriali cercando di trovare il giusto compromesso tra lo svolgimento dell’attività lavorativa e la sicurezza, ed in questo senso a fianco di lavoratori ed imprese. Nel contempo la protezione dei lavoratori e la tutela dell’ambiente è stata garantita anche da colleghi Chimici e Fisici che operano nelle ASL, SPISAL e ARPA, proprio grazie ad una costante sorveglianza in ottica di prevenzione ed intervento». 

«Non di meno un ringraziamento particolare va a tutti i Chimici e Fisici, dirigenti, dipendenti, ricercatori presenti in ISS, ISPRA, INAIL, SNPA ed altri enti che permettono un costante e quotidiano contributo nella gestione dell’emergenza sanitaria, con linee guida, pareri, pubblicazioni specifiche»

Proprio in ragione di questo, il Presidente della Federazione – dott.ssa Nausicaa Orlandi – invita media ed istituzioni a «riconoscere a Chimici e Fisici il giusto ruolo in questa emergenza sanitaria, viste le attività fondamentali in ambito di formulazione e ricerca di prodotti o presidi, sanificazione, analisi cliniche e strumentali, preparazioni chimico-farmaceutiche, sicurezza sul lavoro, monitoraggi e diagnostica in ambito clinico e tutela ambientale. È necessario un riconoscimento di tutti i colleghi per il loro apporto a garanzia della salute e dell’ambiente».

Ed è proprio in questo contesto che viene rinnovato l’appello al Ministro della Salute ed alle Regioni «ad inserire quanto prima tutti i Chimici e Fisici, professionisti sanitari, tra le categorie prioritarie per la vaccinazione, a prescindere dall’ambito in cui operano, proprio per i rischi a cui gli stessi sono quotidianamente esposti. Chiediamo al Governo che i nostri professionisti vengano quanto prima sottoposti tutti a vaccinazione proprio per le loro funzioni di rilevanza pubblica e sociale».

Un grazie, infine, va sicuramente a quei colleghi che oggi ricordiamo, ad un anno dall’inizio del lockdown, che con le loro vite hanno testimoniato l’impegno di queste categorie professionali a supporto ed a servizio della collettività. 

Articoli correlati
In-nova-re, dal 25 al 27 novembre a Verona il XIX Congresso dei Chimici e Fisici
Focus principale e filo conduttore di questa tre giorni sarà il Piano Nazionale della Ripresa e Resilienza (PNRR), che vede Chimici e Fisici svolgere un ruolo attivo nei processi di rinnovamento ed attuazione delle riforme previste in materia di ambiente, salute, clima, sicurezza e sostenibilità
Miocarditi post vaccino, Simedet: «Eventi rari, vantaggi superano rischi. Opportuno monitorare andamento»
«Tra le ipotesi più probabili, per questa rara reazione flogistica, è quella che i vaccini a mRNA indurrebbero un’eccessiva quantità di autoanticorpi» spiega il professor Claudio Di Veroli, Vicepresidente del Comitato Scientifico della SIMEDET
Sicurezza sul lavoro, lettera FNCF al governo: «Esperti chimici e fisici siano presenti nelle aziende e negli enti preposti al controllo»
«Le morti bianche non vedono flessione e nei vari settori del mondo manifatturiero e dei servizi si registrano continui incidenti sul lavoro con esiti fatali e preoccupano gli infortuni e le malattie professionali che colpiscono silenziosamente i lavoratori di comparti diversi». Così si legge nell’incipit di una lettera inviata dalla Federazione degli Ordini dei Chimici […]
FNCF e Società Italiana di Fisica insieme per la divulgazione e la formazione scientifica 
Un accordo che vedrà la costituzione di un Comitato di Indirizzo per la realizzazione di importanti iniziative nel mondo della Fisica rivolte a giovani e professionisti
Chimici-Fisici e Società Chimica Italiana insieme per la divulgazione e la formazione scientifica 
L'accordo vedrà la costituzione di un Comitato di Indirizzo per la realizzazione di importanti iniziative nel mondo della Chimica rivolte a giovani e professionisti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 gennaio, sono 362.588.865 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.627.080 i decessi. Ad oggi, oltre 9,88 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre