Voci della Sanità 4 Ottobre 2021 11:58

Biosicurezza, il 15 novembre il Congresso organizzato da Simedet e Usl Umbria 1

L’evento, che si terrà in modalità webinar, vede la partecipazione di relatori di fama internazionale provenienti  da alcune delle principali università nazionali, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, delle Forze Armate, dell’Istituto Superiore della Sanità, del Ministero della Salute. Tra i relatori anche Fabio Ciciliano, Segretario Comitato Nazionale Tecnico Scientifico

La Simedet e il Centro formazione dell’Usl Umbria 1 organizzano per il 15 novembre la IV edizione del Congresso nazionale sulla biosicurezza che tratterà gli aspetti clinici e le strategie organizzative in caso di eventi bioterroristici e CBRNe.
L’evento, che si terrà in modalità webinar, vede la partecipazione di relatori di fama internazionale provenienti  da alcune delle principali università nazionali, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, delle Forze Armate, dell’Istituto Superiore della Sanità, del Ministero della Salute, dall’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) e del Dipartimento di Protezione Civile. Tra le presenze di rilievo quella di Fabio Ciciliano, Segretario Comitato Nazionale Tecnico Scientifico, e Ulrico Angeloni, Direzione Generale della Prevenzione sanitaria, Ministero della Salute.
Il  problema sanitario connesso  alla  maxiemergenza e alla  catastrofe, in Italia, solo da poco tempo è  sentito dagli operatori del settore, nonostante il territorio nazionale  sia spesso teatro di eventi catastrofici di grande rilievo. Un’esigenza che si è sentita sempre più negli ultimi anni è legata alla necessità di creare un percorso formativo che   possa fornire le conoscenze teoriche e le abilità tecniche agli operatori del settore impiegati durante una maxiemergenza, affinché acquisiscano le competenze per  affrontare, in maniera razionale e standardizzata, le   conseguenze  di  un incidente collettivo.  Gli obiettivi di questo congresso sono proiettati proprio in questa direzione: iniziare un percorso di conoscenza, agendo dapprima sulla prevenzione, ma anche sul riconoscimento dei cosiddetti segnali di allerta al fine di indirizzare gli interventi seguendo la migliore strategia, senza tralasciare le più adeguate procedure cliniche ed organizzative per limitare il numero di vittime ed implementando la preparazione tecnica e la capacità di lavorare in equipe. Questo evento nasce proprio dalla rilevata necessità che ogni emergenza complessa, naturale o provocata dall’opera dell’uomo, vada affrontata in maniera organica, con il fine ultimo di evitare il sovraccarico delle strutture sanitarie e ridurre al massimo la mortalità e la morbilità delle popolazioni colpite.
Programma
8.30– 9.00 Presentazione proposta formativa
Introduce dott. Manuel Monti
I Sessione
dott. Francesco Borgognoni, direttore C.O. 118 Umbria,
dott. Fernando Capuano, Presidente SIMEDET
9.00– 09.30 Introduzione agli eventi CBRNe
Dott. Ulrico Angeloni, Direzione Generale della Prevenzione sanitaria, Ministero della Salute
9.30 – 10.00 Le epidemie: aspetti generali
Dott. Leonardo Borgese, Sapienza Università di Roma
10.00-10.30 Il rischio infettivo: monitoraggio dell’infezione da Sars CoV2 in Italia
Dott.ssa Flavia Riccardo, Istituto Superiore della Sanità
10.30 – 11.00 Il rischio chimico
Ing. Francesco Pilo, esperto NBCRe Corpo Nazionale Vigili del Fuoco
11.00 – 11.30 Il rischio nucleare e radiologico
dott. Antonio Palucci, Laboratorio Micro e Nanostrutture per la Fotonica C.R. Frascati ENEA
 II sessione
dott. Fabio Ciciliano, Segretario Comitato Nazionale Tecnico Scientifico,
prof. Raffaele D’Amelio, Generale Ispettore Capo Corpo Sanitario dell’Aeronautica Militare
11.30-12.00 Il ruolo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Ing. Michele Mazzaro, Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
12.00 – 12.30 Il ruolo del Pronto Soccorsi negli eventi CBRNe
Dott. Alberto Albani, Referente Sanitario Regionale per le maxiemergenze della Regione Abruzzo
12.30-13.00 Il ruolo della Protezione Civile negli eventi CBRNe
Dott. Dante Paolo Ferraris, Disaster Manager
Vicepresidente Nazionale ASSODIMA
13.00 – 13.30  Conclusione
Prof.  Gaetano Maria Fara, Professore Emerito Dipartimento Igiene Sapienza Università di Roma
Articoli correlati
Miocarditi post vaccino, Simedet: «Eventi rari, vantaggi superano rischi. Opportuno monitorare andamento»
«Tra le ipotesi più probabili, per questa rara reazione flogistica, è quella che i vaccini a mRNA indurrebbero un’eccessiva quantità di autoanticorpi» spiega il professor Claudio Di Veroli, Vicepresidente del Comitato Scientifico della SIMEDET
Vaccini, Simedet-Unid: «Ripercorrere la storia dell’Immunologia per capirne l’importanza»
L'argomento è stato al centro dell'incontro “La vaccinazione: strumento culturale di prevenzione e cura. Come l’Immunologia ha cambiato la Medicina” organizzato dalla Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica
Covid, Simedet: «Vili minacce no vax verso ex ministro Lorenzin. Ora intercettare esitanti ai vaccini»
Il Presidente Nazionale della Simedet (Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica ) Fernando Capuano ha incontrato l’ex ministro della Salute Beatrice Lorenzin negli uffici di Montecitorio per esprimere i sentimenti di solidarietà umana da parte della Comunità Scientifica multidisciplinare della Simedet per i vili attacchi e minacce ricevuti dai no vax. La solidarietà e il sostegno […]
2° Congresso Simedet, il messaggio di Speranza: «Occasione preziosa per condividere buone pratiche»
Il Presidente Nazionale della Simedet, Fernando Capuano, nel suo intervento ha ricordato che occorre pianificare sin d'ora la risposta ai bisogni di salute e alle future pandemie o maxiemergenze sanitarie,
Fragilità, anziani, identità digitale: Forum Risk, FNO TSRM e PSTRP e Simedet insieme per tracciare un nuovo modello di assistenza
Se ne parlerà al convegno online gratuito “Fragilità e identità digitale tra criticità e opportunità durante e dopo la pandemia” il 4 giugno. «Tra i temi al centro dell’incontro la telemedicina e il Fascicolo sanitario elettronico: il PNRR ci punta ma servono progetti concreti e realizzabili» sottolinea la presidente FNO TSRM e PSTRP Teresa Calandra
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 25 ottobre, sono 243.662.107 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.948.516 i decessi. Ad oggi, oltre 6,8 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?