Voci della Sanità 20 Dicembre 2021 11:52

Alzheimer, AIMA: «Dopo bocciatura EMA su Aducanumab discriminazione di fatto tra pazienti in Europa e USA»

La presidente dell’Associazione italiana malattia di Alzheimer Patrizia Spadin (Presidente AIMA): «Appello alle Regioni: investire sulla diagnosi precoce per investire davvero sul futuro»

«Si sta di fatto creando una situazione di grave discriminazione tra i malati di Alzheimer residenti in Europa e coloro che vivono negli Stati Uniti, dove già da giugno i pazienti hanno la possibilità di accedere al primo farmaco disponibile contro questa terribile malattia». Questo il commento di Patrizia Spadin, fondatrice e presidente di AIMA, alla notizia del parere negativo sull’autorizzazione all’immissione in commercio del farmaco Aducanumab da parte del Comitato per i medicinali a uso umano (Chmp) dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) ufficializzata oggi.

«Per vent’anni i pazienti e le loro famiglie hanno atteso un farmaco che riaccendesse la speranza di poter debellare la malattia. La decisione di EMA è un colpo durissimo e sembra non lasciare spiragli ai malati di domani», ha dichiarato Spadin.

«Oggi in Italia ci sono oltre un milione di persone affette da demenza. Di queste circa la metà soffrono di demenza di Alzheimer e di questo ultimo gruppo, le persone nelle fasi iniziali di malattia – con declino cognitivo lieve e demenza lieve – potrebbero usufruire del nuovo trattamento a patto che la diagnosi sia precoce», ha aggiunto Spadin.

«In questi giorni – conclude – è in discussione la legge di bilancio che auspichiamo aumenti considerevolmente le dotazioni del Fondo per la demenza destinato alle Regioni. AIMA ritiene che il fondo debba essere destinato a interventi di politica sanitaria incentrata proprio sulla diagnosi precoce della malattia, prosegue Spadin. La decisione dell’EMA rischia di disincentivare questo approccio. Rivolgo un appello alle Regioni affinché continuino a innovare le politiche sanitarie locali cogliendo l’occasione per iniziare a investire su un nuovo modo di gestire la malattia».

Articoli correlati
Congresso mondiale neurologia, 3 miliardi di persone vivono con cefalea e 50 milioni con demenza ed epilessia
Alla conferenza stampa di presentazione del Congresso Sin italiano si è parlato dell’impatto della pandemia sul sistema neurologico, delle ultime novità terapeutiche per ictus e Alzheimer e di malattie rare
Alzheimer, M5S: Fondo per le demenze primo passo, ora PNRR per garantire prossimità delle cure
«La Giornata mondiale dell’Alzheimer ci ricorda l’importanza di investire nella ricerca e nell’assistenza, di attuare interventi concreti che possano migliorare la qualità della vita di così tante persone» sottolineano i deputati pentastellati
Nel 2040 saranno oltre 2,5 milioni le persone con Alzheimer in Italia
Costa: «Il costo medio annuo per paziente, comprensivo dei costi diretti e indiretti, sia familiari sia a carico del sistema sanitario nazionale e della collettività, è pari a 70.587 euro, cifra che, moltiplicata per la quota attuale di malati, si traduce in oltre 42 miliardi di euro»
È la Giornata dei malati di Alzheimer, ma le loro sono storie di tutti i giorni
Vivono in un mondo di contraddizioni e salti temporali. La psicologa: «Maria cerca la sua casa, ma non sa quale sia. Carla non riesce a dar voce ai suoi pensieri. Giorgio non comprende ciò che gli viene detto»
di Isabella Faggiano
Alzheimer, AIMA e SIN lanciano “sette buone proposte”. Spadin: «Portare servizi in prossimità dei pazienti»
In un documento elaborato in occasione della Giornata mondiale, le richieste alla politica per supportare famiglie e malati. In Italia 700mila i casi di Alzheimer
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 19 gennaio, sono 334.395.897 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.556.935 i decessi. Ad oggi, oltre 9,70 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Contributi e Opinioni

«Perché il medico di famiglia non ti risponde al telefono»

di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
di Salvatore Caiazza, Medici senza Carriere
Politica

Legge di Bilancio. Dalla stabilizzazione dei precari Covid ai fondi per aggiornare i LEA, tutte le misure per la sanità

Via libera della Camera dopo una maratona di tre giorni. Il Fondo sanitario incrementato di due miliardi all’anno per tre anni, prorogate le USCA e prevista un’indennità per gli ope...
di Francesco Torre