Voci della Sanità 7 Febbraio 2018 13:00

Fabiola Giannotti (Direttore CERN) in conferenza ai Lincei: «Scienza universale, unificante e riduce le diseguaglianze»

Venerdì 9 febbraio 2018, alle ore 11, Fabiola Gianotti, Direttore Generale del CERN, terrà la Conferenza: “Il CERN, un laboratorio mondiale per la ricerca e molto di più” a Palazzo Corsini in via della Lungara a Roma. La conferenza intende illustrare gli studi del CERN, uno dei più importanti laboratori al mondo per la ricerca in fisica che […]

Venerdì 9 febbraio 2018, alle ore 11, Fabiola Gianotti, Direttore Generale del CERN, terrà la Conferenza: “Il CERN, un laboratorio mondiale per la ricerca e molto di più” a Palazzo Corsini in via della Lungara a Roma. La conferenza intende illustrare gli studi del CERN, uno dei più importanti laboratori al mondo per la ricerca in fisica che può vantare la collaborazione di 17.000 scienziati provenienti da tutto il mondo.

Le molteplici attività del CERN (Conseil Européen pour la Recherche Nucléaire), laboratorio internazionale al quale partecipano 22 paesi, saranno illustrate all’Accademia dei Lincei dalla scienziata Lincea Fabiola Gianotti, che è la prima donna a ricoprire il ruolo di Direttore Generale del grande centro scientifico.

I rilevanti successi ottenuti nella storia del CERN, coronata da grandissime scoperte, hanno condotto, tra l’altro, all’assegnazione di cinque Premi Nobel per la Fisica: a Carlo Rubbia e Simon van der Meer (1984), a Georges Charpak (1992), a Peter Higgs e François Englert (2012).

Il CERN è anche un centro in cui scienziati di diversi paesi sviluppano tecnologie di punta in molti settori, a vantaggio della vita di tutti i giorni. La collaborazione internazionale è la base imprescindibile di tutte le principali ricerche e degli sviluppi scientifici e tecnologici realizzati a favore dell’Umanità. La scienza, unifica le attività di ricercatori che conducono le loro attività al di sopra delle incomprensioni e delle rivalità nazionali, etniche, religiose, che ancora dividono molte delle popolazioni mondiali ed è la più alta espressione della democrazia. «La scienza è universale e unificante e riduce le diseguaglianze – ha ricordato Fabiola Gianotti, prima donna a dirigere il CERN –  è universale perché si basa su fatti oggettivi: una mela cade allo stesso modo nel giardino di Isaac Newton nel 17° secolo che in qualunque altro posto sulla Terra ad ogni momento della storia. È unificante perché è mossa dalla passione per la conoscenza. Inoltre la conoscenza non ha passaporto, non ha genere, non ha razza e non ha partito politico» conclude.

 

 

 

 

Articoli correlati
La storia di Elena ci suggerisce che le cure palliative ancora devono affermarsi nella pratica clinica quotidiana
Di Bruno Nicora, Medico palliativista
di Bruno Nicora, Medico palliativista
Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?
Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi è che la durata dell'infettività è più breve rispetto a quella dei sintomi
Attenzione alla Curcuma: cancellati gli effetti benefici dalle etichette. Ecco perché
Dopo nuovi episodi di danni al fegato associati al consumo di integratori alimentari alla curcuma, il Ministero della Salute dispone una nuova avvertenza di rischio: «In caso di alterazioni della funzione epatica, biliare o di calcolosi delle vie biliari, l’uso del prodotto è sconsigliato». Sul foglio illustrativo spariscono gli effetti fisiologici finora esplicitamente attribuiti alla sostanza
Il decluttering e i suoi benefici: ecco come riordinare può far “decollare” la nostra vita
La psicologa Paola Medde: «Un atto che scaturisce da una crisi e che implica profonda consapevolezza. Impariamo a declutterare anche relazioni e abitudini tossiche»
Quando e perché il cibo può fare paura fino a diventare fobia. Il parere dell’esperto
Gianluca Castelnuovo, psicologo, dirige il centro specializzato dell’istituto Auxologico di Milano: «La citofobia colpisce in particolare i bambini, l’età media è di 12,9 anni, l’insorgenza della patologia è determinata da un evento traumatico. È bene rivolgersi ad un centro specializzato dove esiste una interdisciplinarità tra professionisti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 agosto, sono 587.500.701 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.427.422 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale