Voci della Sanità 7 Febbraio 2018 13:00

Fabiola Giannotti (Direttore CERN) in conferenza ai Lincei: «Scienza universale, unificante e riduce le diseguaglianze»

Venerdì 9 febbraio 2018, alle ore 11, Fabiola Gianotti, Direttore Generale del CERN, terrà la Conferenza: “Il CERN, un laboratorio mondiale per la ricerca e molto di più” a Palazzo Corsini in via della Lungara a Roma. La conferenza intende illustrare gli studi del CERN, uno dei più importanti laboratori al mondo per la ricerca in fisica che […]

Venerdì 9 febbraio 2018, alle ore 11, Fabiola Gianotti, Direttore Generale del CERN, terrà la Conferenza: “Il CERN, un laboratorio mondiale per la ricerca e molto di più” a Palazzo Corsini in via della Lungara a Roma. La conferenza intende illustrare gli studi del CERN, uno dei più importanti laboratori al mondo per la ricerca in fisica che può vantare la collaborazione di 17.000 scienziati provenienti da tutto il mondo.

Le molteplici attività del CERN (Conseil Européen pour la Recherche Nucléaire), laboratorio internazionale al quale partecipano 22 paesi, saranno illustrate all’Accademia dei Lincei dalla scienziata Lincea Fabiola Gianotti, che è la prima donna a ricoprire il ruolo di Direttore Generale del grande centro scientifico.

I rilevanti successi ottenuti nella storia del CERN, coronata da grandissime scoperte, hanno condotto, tra l’altro, all’assegnazione di cinque Premi Nobel per la Fisica: a Carlo Rubbia e Simon van der Meer (1984), a Georges Charpak (1992), a Peter Higgs e François Englert (2012).

Il CERN è anche un centro in cui scienziati di diversi paesi sviluppano tecnologie di punta in molti settori, a vantaggio della vita di tutti i giorni. La collaborazione internazionale è la base imprescindibile di tutte le principali ricerche e degli sviluppi scientifici e tecnologici realizzati a favore dell’Umanità. La scienza, unifica le attività di ricercatori che conducono le loro attività al di sopra delle incomprensioni e delle rivalità nazionali, etniche, religiose, che ancora dividono molte delle popolazioni mondiali ed è la più alta espressione della democrazia. «La scienza è universale e unificante e riduce le diseguaglianze – ha ricordato Fabiola Gianotti, prima donna a dirigere il CERN –  è universale perché si basa su fatti oggettivi: una mela cade allo stesso modo nel giardino di Isaac Newton nel 17° secolo che in qualunque altro posto sulla Terra ad ogni momento della storia. È unificante perché è mossa dalla passione per la conoscenza. Inoltre la conoscenza non ha passaporto, non ha genere, non ha razza e non ha partito politico» conclude.

 

 

 

 

Articoli correlati
Costa: «Recovery opportunità per garantire concretamente diritto alla salute»
«Solo quest'anno 400mila persone non hanno potuto accedere alle cure farmacologiche – ha precisato il sottosegretario alla Salute -. Garantire il diritto alla salute significa renderla accessibile a tutti»
Reti oncologiche, la pandemia non frena cure e ricerca. In Campania, Puglia e Basilicata tipizzazioni per cure di qualità
La Rete AMORe (Alleanza Mediterranea Oncologia in Rete) torna a riunirsi per tracciare un bilancio delle attività a un anno dall'emergenza Covid. A confronto le competenze scientifiche, cliniche e di ricerca dei rispettivi poli oncologici delle tre regioni
Defibrillatori, il caso della legge ‘salvavita’ bloccata da MEF e Ministero della Salute. Le associazioni: «Fate presto»
Un Ddl approvato alla Camera all’unanimità giace da un anno e mezzo al Senato ostaggio di pareri che non arrivano. Ogni anno 60mila vittime per arresto cardiaco: con un intervento tempestivo si potrebbero ridurre del 40%. Gli esempi virtuosi del Progetto Vita a Piacenza e dell’associazione “Lorenzo Greco onlus” di Torino
I tocchi virtuali suscitano reazioni reali. Dalla realtà virtuale immersiva nuove possibilità di trattamento del dolore cronico
La ricercatrice: «Persone con disturbo dello spettro autistico, donne e uomini vittime di violenza sessuale e fisica, che rifiutano il contatto fisico, potrebbero trarre giovamento dall’utilizzo della realtà virtuale: sperimenterebbero solo le sensazioni piacevoli, senza il fastidio del tocco reale»
di Isabella Faggiano
“Giochiamo di Anticipo” contro la SMA, il video de Le Coliche per lo screening neonatale
L’ironia del duo romano per la campagna di Famiglie SMA e OMaR con il contributo non condizionato di Biogen. L’obiettivo è sensibilizzare sull’importanza della diagnosi precoce. Il test genetico gratuito è attivo nel Lazio e in Toscana e ha permesso terapie tempestive per 14 neonati. Presto disponibile anche in Piemonte e Liguria
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 9 aprile, sono 133.963.482 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.902.328 i decessi. Ad oggi, oltre 710,84 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata d...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...