Mondo 25 settembre 2017

Forum S@lute: innovazione in scena, ecco le 6 eccellenze della sanità italiana

I progetti scelti da una giuria di esperti del mondo accademico e della salute. Tra le Regioni più attive e propositive Lazio, Puglia e Piemonte

«Questa terza edizione di S@lute ha voluto dar voce ai molteplici aspetti dell’innovazione, favorendo la condivisione delle informazioni e l’incontro di visioni diverse. Perché l’Italia non è seconda a nessuno su idee e progettualità, anche nel campo della salute». Così Alessandro Beulcke, Presidente Allea, alla cerimonia di premiazione del Premio Innova S@lute 2017, avvenuta in conclusione della terza edizione del Forum dell’Innovazione per la Salute, tenutosi a Roma presso la Sala Congressi di Fontana di Trevi. Una giuria di esperti del mondo della salute e del mondo accademico ha premiato 6 dei 112 progetti in competizione. Tra le Regioni più attive e propositive ci sono Lazio, Puglia e Piemonte. «L’elevato numero di richieste di partecipazione al contest Innova Salute – continua Beulcke – dimostra quanta sete di cambiamento ci sia. Noi di S@lute 2017 stiamo facendo la nostra parte, ma è necessario il lavoro di tutti, e soprattutto una direzione condivisa».

LEGGI ANCHE: SICUREZZA INFORMATICA IN SANITÀ, LA RICERCA: «IN CASO DI CYBER ATTACK, IL 20% DELLE STRUTTURE NON IN GRADO DI RIPRISTINARE I SISTEMI ENTRO 4 ORE IN CASO DI CYBER ATTACK»

«Ormai è chiaro a tutti che il digitale è l’ecosistema in cui il settore della sanità si troverà a operare nel brevissimo futuro. Tutti gli operatori della filiera devono rendersene conto e smettere di pensare all’innovazione tecnologica come a un semplice tassello delle politiche per la salute. La sfida è sfruttare la disruptive innovation per crescere e creare benessere equo e sostenibile per tutti. S@lute 2017, anche quest’anno, è stata della partita, sostenendo chi innova, rischia e cerca nuove strade», commenta invece Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA: «Il Premio Innova S@lute ha mostrato come l’innovazione ci sia, ma sia spesso nascosta: per portarla allo scoperto basta dare voce ai soggetti pubblici e privati impegnati sui territori e offrire uno spazio di visibilità a chi si confronta ogni giorno con problemi e relative soluzioni. Il numero maggiore di progetti è stato presentato dalle strutture della sanità pubblica e privata, ma grande è stata anche la partecipazione di startup e piccole e medie imprese innovative».

 Di seguito, la lista dei progetti vincitori del Premio Innova S@lute 2017, promosso da FPA e Allea con il supporto incondizionato di Teva Italia:

  1. Ambito comunicazione con cittadini ed utenti:
  • Club degli Innovatori Sanità a km Zero – Regione del Veneto Arsenàl.IT
  1. Ambito integrazione socio-sanitaria; medicina di prossimità e presa in carico degli anziani, dei cronici e delle fasce deboli:
  • Integrazione socio-sanitaria al servizio dei cittadini – Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Taranto
  1. Ambito educazione alla salute e al wellbeing (educazione alimentare, fitness, monitoraggio, wearable, ecc.):
  • MyCyFAPP – imaginary srl
  1. Ambito Innovazione nel campo clinico-sanitario:
  • Bambini liberi – Fondazione Santobono Pausilipon onlus
  1. Ambito amministrativo/gestionale:
  • LogOs® Logistica Ospedaliera Integrata – Zanardo Servizi Logistici
  1. Ambito infrastruttura di comunicazione e collaborazione tra strutture, professionisti e amministrazioni:
  • ADIGest – THCS – Telemedicine for Health Care Solutions.

Il Forum dell’Innovazione per la Salute chiude i battenti con un ottimo riscontro in termini di pubblico, standing dei relatori, qualità del dibattito e proposte avanzate. Più di 130 relatori, circa 25 i momenti di dibattito e confronto, migliaia di contatti tra visitatori e utenti streaming, web e social: questi i numeri di S@lute 2017. Anche quest’anno i maggiori esperti del settore hanno messo insieme esperienze e conoscenze per raccontare le molteplici sfaccettature dell’innovazione in sanità e proporre una prospettiva nuova del SSN in chiave di efficienza e rinnovamento.

 

 

Articoli correlati
Lazio, inaugurato ad Ardea l’ambulatorio aperto nei weekend e festivi
L’’Assessore regionale alla Sanità e Integrazione socio-sanitaria, Alessio D’Amato, il Direttore generale della Asl Roma 6, Narciso Mostarda ed il Sindaco di Ardea, Mario Savarese, hanno inaugurato il nuovo Ambulatorio di Ardea (via dei Tassi, Tor San Lorenzo) che entra a far parte della rete regionale degli “Ambufest” gli ambulatori aperti nel weekend e nei […]
OMCeO Milano e quelle visite “sospese” alla napoletana…
«A Napoli, è usanza che l’avventore, al bar, paghi due caffè: uno lo beve e il secondo lo lascia offerto (“sospeso”) a chi è meno fortunato e non può permetterselo. Chi è bisognoso entra in un bar e chiede se c’è un caffè sospeso e se gli viene risposto di sì, se lo trova pagato. […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...