Mondo 8 luglio 2014

Ue: al via il semestre a guida italiana, Sanità protagonista con nuove tecnologie e prevenzione

Lorenzin: “La salute è tema legato a tutte le politiche”

Immagine articolo

Che peso avrà la Sanità nel semestre a guida italiana dell’Ue? Nel discorso di apertura al parlamento europeo il premier Renzi ha elencato le linee guida dello sviluppo.

A focalizzare l’attenzione sulla necessità di creare un sistema salute europeo, però, ci aveva pensato il ministro Beatrice Lorenzin mettendo in primo piano e-Health e prevenzione.

“La salute deve entrare in tutte le politiche, perché – ha spiegato la Lorenzin – non basta occuparsi di sanità per migliorare la vita dei cittadini europei; bisogna anche intervenire in settori come l’ambiente, l’economia, le infrastrutture e l’educazione per registrare effetti positivi sulla salute di tutti. L’importante dunque è prevenire”.

Il tema della prevenzione si trova, quindi, in cima alla lista di iniziative che il nostro Paese ha in mente di organizzare nel corso dei prossimi mesi. O meglio, è il filo invisibile che le unisce tutte: si discuterà infatti di come affrontare le malattie trasmissibili, quelle respiratorie e le infezioni da virus HIV attraverso, per l’appunto, vaccini, campagne di sensibilizzazione e genomica. Si parlerà di sicurezza alimentare e di come contrastare le frodi ma anche di demenze e di resistenza agli antimicrobici.

Largo spazio sarà inoltre dato alla sanità elettronica e, in generale, ai sistemi di innovazione e ai nuovi orizzonti della salute, nonché alla ricerca di un modo per far evolvere la medicina senza tuttavia gravare troppo sulle casse pubbliche già duramente provate da anni di crisi e sperperi.

Articoli correlati
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento?
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento? Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali devono sottoporre la richiesta di accreditamento alla CNFC fatta […]
Beppe Grillo: «Camici bianchi come agenti di turismo». FNOMCeO: «Noi medici del cittadino, non dello Stato». E sull’autismo è bufera
Il Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici replica alle parole del fondatore M5S: «Per noi nessun paziente è numero». Grillo ironizza su malati di Asperger e autismo, la replica delle associazioni: «Ingeneroso suscitare risata su questa malattia»
Professioni sanitarie, Ministero della Salute chiarisce: obbligo da subito di iscrizione a Ordine o rischio sanzioni
Iscrizione necessaria sia nella libera professione sia nell'ambito della dipendenza presso strutture pubbliche o private. Al momento però si sono iscritti 80mila professionisti, meno della metà dei 180-200mila professionisti stimati. Il chiarimento chiesto dal Presidente dell’Ordine TSRM e PSRTP Alessandro Beux
Contratto, Grillo ai medici: «Siamo dalla vostra parte». Ma per fondo solo 1 mld in più. Poi annuncia: «Utilizzeremo specialisti al quinto anno»
Il Ministro torna sul tema del numero chiuso: «Abolizione graduale, ma prima tavolo con università». E chiarisce: «Serve programmazione più lunga, non è pensabile esaurire programma elettorale in tre mesi»
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto?
Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto? Il Provider deve acquisire la dichiarazione dei rapporti, degli ultimi due anni, di relatori/moderatori/formatori con soggetti portatori d’interessi commerciali in campo sanitario. I docenti, i moderatori, i formatori devono dichiarare eventuali rapporti con aziende con interessi commerciali in […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...