Mondo 17 Novembre 2017 17:08

Ema, Lorenzin: «Siamo pienamente in partita». Gentiloni: «Una sfida competitiva ma abbiamo ottime carte»

Scaccabarozzi (Farmindustria): «Per il Financial Times siamo in pole position». Boldrini: «Sarebbe un’ottima opportunità». Lunedì la scelta definitiva della nuova sede dell’Agenzia Europea del Farmaco

Ema, Lorenzin: «Siamo pienamente in partita». Gentiloni: «Una sfida competitiva ma abbiamo ottime carte»

«Non voglio pronunciarmi perché sono scaramantica, ma per l’Ema siamo pienamente in partita» lo dichiara il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin a margine dell’evento ‘Salute, sport e movimento fisico’ presso la sede ministeriale a Lungotevere.

«In queste ore ho incontrato colleghi ministri di altri paesi e ci hanno garantito ulteriori voti» il Ministro è ottimista sul trasloco dell’Agenzia Europea del Farmaco che lunedì prossimo conoscerà la sede prescelta dal Consiglio Affari Generali formato dai 27 stati membri UE riuniti presso la Commissione europea nella città fiamminga.

Stesso ottimismo anche il Premier Paolo Gentiloni che, in questi giorni a Goteborg (Svezia), a margine del Summit sociale dei insieme ai capi di Stato e di governo Ue, dichiara: «La partita è molto competitiva ma l’Italia ha delle buone carte da giocare».

«Abbiamo incassato l’ok da parte del Portogallo, della Slovenia ed ora, sembra, anche dalla Germania, ed i bookmakers inglesi ci danno a 1.2» spiega il Presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi, in occasione della presentazione del ‘Rapporto sulle biotecnologie del settore farmaceutico in Italia 2017’. «Anche l’autorevole Financial Times ha messo Milano al primo posto per l’assegnazione della sede Ema». Dunque, ha concluso Scaccabarozzi, «resto fiducioso e spero di essere lunedì prossimo sotto il Pirellone a festeggiare».

«Siamo tutti in attesa mi auguro che ci sia una risposta positiva» ha detto il Presidente della Camera, Laura Boldrini, secondo la quale «Milano è una città europea che svolgerebbe molto bene il proprio ruolo sarebbe una buona opportunità per questa città che è già una città molto aperte e che ha delle expertise molto riconosciute».

Ma come avverrà la scelta? Per aggiudicarsi la partita, l’Italia che ha candidato Milano come città prescelta per ospitare l’Agenzia, deve ottenere almeno 14 voti su 27 voci. Se nessuna delle città candidata dovesse arrivare a 14 preferenze, le prime tre più votate andranno al ‘ballottaggio’ e ogni Stato potrà obbligatoriamente avanzare una sola preferenza.

Articoli correlati
Ema su J&J: «Vaccino sicuro, trombosi molto rare nel foglietto illustrativo»
L'Agenzia europea del farmaco si è pronunciata sul vaccino Johnson&Johnson: i benefici superano i rischi anche in questo caso. Le trombosi estremamente rare sono molto simili a quelle rilevate con AstraZeneca, la causa forse nella risposta immunitaria. Aifa dice sì per gli over 60
Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»
Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco
AstraZeneca, il verdetto dell’Ema: «Trombosi raro effetto collaterale ma benefici superano i rischi»
«Le evidenze scientifiche al momento disponibili non consentono di individuare specifici fattori di rischio né di raccomandare strategie per limitare la possibilità di trombosi». Ora gli Stati decideranno se modificare le loro strategie vaccinali
L’Ema ha deciso su AstraZeneca. Cosa succede ora?
«Il vaccino non è associato ad un aumento del rischio complessivo di eventi tromboembolici e coaguli di sangue». Domani pomeriggio in Italia riprendono le somministrazioni di AstraZeneca. Rasi (Consulcesi): «Ora fidiamoci della scienza»
AstraZeneca, Cooke (Ema): «Al momento non ci sono indicazioni di legami tra vaccino e incidenti»
La direttrice esecutiva dell'Agenzia europea del farmaco: «I benefici superano i rischi». Attesa per giovedì pomeriggio la decisione finale dell’Agenzia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 maggio, sono 163.642.990 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.390.316 i decessi. Ad oggi, oltre 1,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...