Mondo assicurativo 9 dicembre 2014

Il mondo delle assicurazioni

Facciamo luce sul “Fondo Balduzzi”

di Assicurazione

Molti lettori ci hanno chiesto informazioni circa il funzionamento del Fondo c.d. Balduzzi, cerchiamo quindi di approfondire la questione.

La necessità della costituzione di questo Fondo è diretta conseguenza della imperfezione della legge. Questa infatti, mentre ha imposto ai medici l’obbligatorietà dell’assicurazione professionale sanitaria, non  ha obbligato parallelamente l’assicuratore a rilasciare la copertura al medico. La palese iniquità di questa situazione costituisce un danno potenziale di natura non solo individuale ma anche sociale, in quanto mette a rischio l’esercizio dell’ “ars medica”, soprattutto riguardo quegli interventi terapeutici o chirurgici particolarmente complessi. Il Fondo dovrà quindi intervenire a sostegno del medico in due casi distinti: quando il medico non riesce a reperire a qualunque prezzo una idonea copertura, e quando il medico, avendo interrogato il mercato assicurativo, ha ricevuto un’offerta a condizioni economiche insostenibili per la sua situazione economico/finanziaria.
Nulla sappiamo ad oggi circa l’effettivo funzionamento di questo Fondo. Certamente lo scopo per il quale è stato pensato è condivisibile (anche se la soluzione più netta sarebbe stata quella di prevedere l’obbligo per le Compagnie di rilasciare la copertura di responsabilità professionale ai medici). Resta qualche perplessità – ed un po’ di giustificabile scetticismo – circa l’efficacia e la tempestività d’azione che il nuovo Istituto saprà dimostrare. Rimaniamo tutti (soprattutto i giovani ginecologi, neurochirurghi, ortopedici etc, !) ansiosi di assistere all’esordio del Fondo, augurandoci che questo risulterà capace di soddisfare le esigenze per le quali è stato concepito.

I consulenti SanitAssicura 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...