Meteo 19 Luglio 2016 15:29

Siena: il robot Da Vinci salva piccola paziente calabrese

Una piccola paziente di origini calabresi di appena 3 anni e mezzo è stata sottoposta con successo a un particolarissimo intervento di chirurgia robotica pediatrica, il primo in Toscana e tra i primi al mondo. Il quadro clinico era estremamente complesso, la bambina era infatti affetta da un reflusso gastroesofageo totale che le impediva l’alimentazione, […]

Una piccola paziente di origini calabresi di appena 3 anni e mezzo è stata sottoposta con successo a un particolarissimo intervento di chirurgia robotica pediatrica, il primo in Toscana e tra i primi al mondo.

Il quadro clinico era estremamente complesso, la bambina era infatti affetta da un reflusso gastroesofageo totale che le impediva l’alimentazione, causandole ripetute infezioni bronco-polmonari. Si è reso necessario un complesso intervento di deconnessione esofagogastrica, realizzato presso l’UOC Chirurgia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese con la collaborazione dei colleghi dell’ospedale pediatrico Gaslini di Genova.

L’èquipe medica si è servita del robot Da Vinci, strumento che consente di lavorare con la massima precisione e la minima invasività sui bambini. Il robot, infatti, ha accesso alla cavità addominale attraverso tre piccoli fori che mantengono integra la parete muscolare, garantendo quindi una rapida ripresa post-operatoria.

Articoli correlati
Vent’anni di trapianto polmonare a Siena: 183 trapianti effettuati
Sono passati 20 anni dal primo trapianto di polmone effettuato all’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, unico centro della Toscana per questa specialistica. Fino ad oggi sono stati effettuati 183 trapianti grazie ad un percorso multidisciplinare che coinvolge tanti professionisti, il Coordinamento Donazione Organi e Tessuti, l’Organizzazione Toscana Trapianti, oltre al fondamentale supporto delle famiglie dei donatori, delle […]
Alla periferia ovest di Firenze un “prototipo” di Casa della Comunità
Alla Casa della Salute delle Piagge, candidata a trasformarsi nel nuovo modello di assistenza territoriale previsto dal PNRR, lavorano 71 operatori divisi in equipe multidisciplinari socio-sanitarie per rispondere alle esigenze di una popolazione penalizzata sia a livello socio-economico che sanitario
di Isabella Faggiano
Progetto pilota a sostegno dei pazienti con stomia
Firmato accordo fra Regione Toscana e Associazione stomizzati toscani
Vaccini e liste riserva, Cittadinanzattiva: «Solo la Toscana pubblica online il form per registrarsi»
Cittadinanzattiva: «Grandi differenze nella modalità per le altre Regioni. Servono criteri nazionali per evitare sprechi e accelerare la campagna vaccinale»
«Così gestiamo 900 pazienti Covid in RSA e riduciamo gli accessi in ospedale». Come funzionano le unità Girot toscane
I Gruppi Intervento Rapido Ospedale Territorio individuano i pazienti più gravi, li seguono, gli prescrivono la terapia, se occorre gli fanno l’ecografia e l’elettrocardiogramma. Landini (Fondazione Santa Maria Nuova): «Modello da copiare a livello nazionale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 maggio, sono 527.393.956 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.283.228 i decessi. Ad oggi, oltre 11,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Vaiolo delle scimmie, la “profezia” di Bill Gates e il bioterrorismo

Bill Gates aveva parlato pubblicamente del rischio di future pandemia e di bioterrorismo, facendo riferimento a possibili attacchi con il vaiolo. Spazio per nuove teorie del complotto
Cause

Medici specializzandi, apertura della Cassazione su prescrizione, rivalutazione interessi e borse di studio

Due ordinanze della Cassazione riaprono la vertenza, con udienza pubblica. L’avvocato Tortorella: «La giurisprudenza può rivedere le sue posizioni in senso più favorevole ai ...