Meteo 12 gennaio 2018

Sassari, doppio ‘miracolo’ al Centro di Rianimazione dell’Aou di Lanusei

Doppio ‘miracolo’ al Centro di Rianimazione dell’Aou di Sassari, in collaborazione con l’ospedale di Lanusei. Il primo intervento dei professionisti dell’Aou sassarese ha consentito la nascita di due gemellini da una mamma ricoverata dai primi del mese in Terapia intensiva in seguito a complicanze respiratorie da sindrome influenzale. La donna resta ricoverata nel reparto di Rianimazione […]

Doppio ‘miracolo’ al Centro di Rianimazione dell’Aou di Sassari, in collaborazione con l’ospedale di Lanusei. Il primo intervento dei professionisti dell’Aou sassarese ha consentito la nascita di due gemellini da una mamma ricoverata dai primi del mese in Terapia intensiva in seguito a complicanze respiratorie da sindrome influenzale. La donna resta ricoverata nel reparto di Rianimazione mentre i due piccoli sono stati trasferiti in Neonatologia e monitorati anche loro sotto terapia intensiva per via della nascita prematura. Il secondo intervento straordinario, eseguito per la prima volta in Sardegna, riguarda un paziente ogliastrino salvato utilizzando l’Ecmo mobile, il macchinario per l’ossigenazione extracorporea, all’esterno del reparto ospedaliero. L’uomo, un 50enne, era ricoverato all’ospedale di Lanusei con una gravissima forma di polmonite da influenza H1N1. Un’equipe della Rianimazione dell’Aou di Sassari ha raggiunto Lanusei per prestargli soccorso con l’utilizzo dell’Ecmo mobile, e lo ha trasportato a Sassari. Questo intervento è stato particolarmente impegnativo ed è stato portato a termine con successo grazie al lavoro d’equipe svolto dai professionisti di Sassari e Lanusei. I dettagli dei due interventi sono stati illustrati dal direttore generale dell’Aou, Antonio D’Urso, affiancato dal direttore sanitario Nicolò Orru’, da Assunta Marongiu, direttrice dell’Anestesia di Lanusei, Pierpaolo Terragni direttore del reparto Anestesia e Rianimazione dell’Aou di Sassari, Alessandro Nasone, coordinatore del Centro Rianimazione sassarese, i medici Luigi Solinas e Michele Portoghese e i tecnici coinvolti nell’intervento.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...