Meteo 21 Maggio 2019

Il 36% dei bambini campani è obeso: a Napoli tavola rotonda di esperti

Settecentomila obesi e quasi 3 milioni le persone con un peso eccessivo, di cui il 36% sono bambini. Il triste primato lo detiene la Campania, prima in classifica in Italia per obesità. E’ ciò che emerge dai dati  diffusi alla vigilia del II corso di perfezionamento teorico-pratico su Nutrizione, bellezza e benessere che si svolgerà […]

Settecentomila obesi e quasi 3 milioni le persone con un peso eccessivo, di cui il 36% sono bambini. Il triste primato lo detiene la Campania, prima in classifica in Italia per obesità.

E’ ciò che emerge dai dati  diffusi alla vigilia del II corso di perfezionamento teorico-pratico su Nutrizione, bellezza e benessere che si svolgerà venerdì 24 (ore 9) e sabato 25 maggio 2019, a Napoli, al Museo della Pace,dove interverranno esperti provenienti da tutta Italia.

Parleranno il dermatologo Antonino Di Pietro, che illustrerà le tecniche innovative per la cura di numerosi inestetismi corporei legati proprio a sovrappeso e obesità ed il chirurgo endocrino dell’ospedale del Mare Stefano Spiezia, che affronterà le complicanze endocrine e metaboliche del paziente obeso, il deficit di vitamina D, l’approccio farmacologico e i problemi legati alla tiroide.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone