Meteo 10 Giugno 2019 15:30

Catania, al Centro Agorà si celebra la salute del cittadino straniero

“We have a dream” è il tema della “festa dei popoli: food, dream e drink” che si svolgerà domani, alle ore 12.30, presso il Centro Agorà (Via Sardo, 20 – centro per la promozione della salute della popolazione nomade, immigrata e senza fissa dimora) dell’Asp di Catania. L’appuntamento è organizzato dal Centro Agorà, dalla coordinatrice […]

“We have a dream” è il tema della “festa dei popoli: food, dream e drink” che si svolgerà domani, alle ore 12.30, presso il Centro Agorà (Via Sardo, 20 – centro per la promozione della salute della popolazione nomade, immigrata e senza fissa dimora) dell’Asp di Catania.

L’appuntamento è organizzato dal Centro Agorà, dalla coordinatrice del progetto, la dottoressa Loredana Sucato e dall’UOC Medicina delle Migrazioni ed Emergenze sanitarie in partenariato con l’Associazione Penelope-coordinamento solidarietà sociale onlus (coordinatrice di Catania, dottoressa Oriana Cannavò) e si propone come momento di incontro tra gli operatori e gli utenti stranieri che quotidianamente si rivolgono ai servizi presenti all’interno del Centro.

«Con questa giornata – spiegano gli organizzatori – vogliamo sottolineare la necessità di passare da una concezione di salute centrata solo sull’individuazione di disfunzioni fisiche meramente legate alla persona che ne è portatrice, a un’idea che si apre alle diverse condizioni che incidono sulla salute del cittadino straniero, perlopiù legate a situazioni di precarietà sociale, disparità culturale, vera e propria fragilità sociale».

In tale prospettiva la festa dei popoli si presenta come un’opportunità di scambio e condivisione di saperi, sapori e profumi, nel rispetto delle singole tradizioni, e come un’occasione di condivisione di uno spazio di incontro per favorire la partecipazione, la facilità di accesso ai servizi, lo studio e l’approfondimento delle tematiche relative all’integrazione culturale.

Il Centro Agorà da circa 8 anni rappresenta una realtà consolidata e conosciuta sul territorio e un punto di riferimento sia per gli utenti stranieri sia per le istituzioni pubbliche e del privato sociale. In questi anni il Centro ha maturato un approccio fondato sulle regole dell’accoglienza, dell’umanizzazione dei servizi e della relazione con “l’altro”.

Momento importante nella costruzione delle modalità con cui erogare i servizi è, per gli operatori del centro, il confronto costante con gli utenti stranieri, spesso appartenenti a categorie disagiate della società, che presentano problematiche complesse e che necessitano di una presa in carico culturalmente adeguata e di tipo integrato.

Articoli correlati
Se il paziente ha dei dubbi, Eric risponde
Costamagna (chirurgo endoscopico digestivo): «Eric è uno strumento di Intelligenza Artificiale conversazionale. Siamo il primo ospedale in Italia ad aver introdotto questa tipologia di tecnologia in ambito endoscopico». Entro il 2025 il mercato globale degli assistenti virtuali potrebbe superare i 3 miliardi di dollari
«Troppi pochi dietisti nel Ssn, ma con la giusta alimentazione migliori esiti e meno spesa sanitaria». Parla Marco Tonelli, presidente Cda Dietisti
In tutto seimila i dietisti in Italia, solo un terzo nel servizio pubblico. Il presidente della Cda nazionale lancia la proposta del dietista di comunità che lavora in équipe con MMG, PLS e gli altri professionisti sanitari. Spiega Tonelli: «Oggi l’assistenza nutrizionale, settore fondamentale per la salute dei cittadini, non è riconducibile a prestazioni assistenziali chiaramente definite»
di Francesco Torre
Al via il Giro d’Italia delle cure palliative pediatriche. Le riceve solo il 5% dei bambini
Dal 15 maggio al 30 giugno, eventi di sensibilizzazione dal nord al sud della Penisola. A Sanità Informazione la storia di Lavinia, i genitori: «Le cure palliative ci hanno regalato gli anni migliori della nostra vita»
Inquinamento: l’UE boccia l’Italia e la Corte la condanna
Miani (SIMA): «La prima causa d’inquinamento atmosferico in Italia è la combustione per il riscaldamento degli edifici, al secondo posto ci sono gli allevamenti intensivi, al terzo il traffico veicolare. Necessario un cambio di rotta immediato: se dovessimo incentivare da domani l’acquisto di auto elettriche ci vorranno almeno 10 anni prima che ogni italiano ne abbia una»
Tumore al seno HER2+ metastatico: FDA approva trastuzumab deruxtecan per pazienti trattate con terapia a base di anti-HER2
L’approvazione FDA per trastuzumab deruxtecan amplia l'indicazione dell’ADC di Daiichi Sankyo e AstraZeneca per un uso più precoce (seconda linea) nel trattamento del carcinoma mammario metastatico
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 20 maggio, sono 524.050.910 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.273.518 i decessi. Ad oggi, oltre 11,43 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Epatite acuta pediatrica misteriosa. Caso del bimbo di Prato, Basso (Bambino Gesù): «Migliora spontaneamente»

Si sta facendo strada l’ipotesi che possa trattarsi non dei classici virus che danno vita alle epatiti A, B e C, ma di un adenovirus, spesso causa solo di banali raffreddori, che nei bambini pu&...