Meteo 26 Marzo 2019 12:36

Il 2 aprile Autismo Pisa Onlus e Fondazione Stella Maris celebrano la giornata della consapevolezza

Il 2 aprile sarà la Giornata della Consapevolezza dell’Autismo, un disturbo del neurosviluppo che secondo le statistiche internazionali colpisce circa un bambino ogni cento. L’associazione Autismo Pisa Onlus e la Fondazione Stella Maris celebreranno la giornata a Pisa con la proiezione presso il cinema Arsenale (via Scaramucci 2) di “Copperman”, un film di Eros Puglielli […]

Il 2 aprile sarà la Giornata della Consapevolezza dell’Autismo, un disturbo del neurosviluppo che secondo le statistiche internazionali colpisce circa un bambino ogni cento.

L’associazione Autismo Pisa Onlus e la Fondazione Stella Maris celebreranno la giornata a Pisa con la proiezione presso il cinema Arsenale (via Scaramucci 2) di “Copperman”, un film di Eros Puglielli che narra l’avventura di Anselmo, un supereroe autistico. 

Il film è stato realizzato con l’aiuto del Centro Scientifico di Neuropsichiatria Infantile “AITA” di Roma. Anselmo – “un Forrest Gump con l’innocenza di un bambino ed un cuore da leone” nella descrizione del regista – è un uomo gentile, affascinato sin da bambino dai supereroi dei fumetti. Ogni notte combatte il crimine del suo paesino con l’identità di Copperman (uomo di rame), grazie anche al fabbro del paese che gli dona un’armatura.

La pellicola sarà presentata alle 8:30 da Fabio Apicella, ricercatore e dirigente psicologo della Stella Maris. Dopo la proiezione del film, le discussioni saranno condotte da Filippo Muratori, professore dell’Università di Pisa e Direttore dell’Unità complessa di Psichiatria dello Sviluppo della Fondazione Stella Maris, e da Maria Antonella Galanti, professoressa dell’Università di Pisa.

Come spiega il professor Muratori – la proiezione del film, una commedia solo apparentemente leggera, fornirà l’occasione per sensibilizzare sul tema dei Disturbi dello Spettro Autistico, un range di condizioni che – secondo le stime – riguarda circa 3 mila persone, di cui circa 300 a Pisa e provincia.

Per la diagnosi ed il trattamento dei Disturbi dello Spettro Autistico opera da anni l’IRCCS Fondazione Stella Maris, ospedale di terzo livello e sede del Centro di Riferimento per l’Autismo. Complessivamente sono circa 400 i bambini che ogni anno si rivolgono allo Stella Maris provenienti da ogni parte d’Italia. Qui i bambini e le loro famiglie possono ricevere risposte competenti ai loro tanti quesiti, valutazioni secondo protocolli internazionali e indicazioni sulle terapie da seguire.

Articoli correlati
Pop It, da tormentone dell’estate a strumento per alleviare ADHD e autismo
La neuropsicomotricista dell’età evolutiva: «I Pop It, come altri giocattoli sensoriali, ha degli interessanti risvolti terapeutici»
PizzAut raddoppia e punta sull’accademia per dare un futuro ai ragazzi autistici
Ideato da Nico Acampora, il progetto di inclusione sociale, unico in Europa, prevede l’impiego di nove giovani tra i 20 e i 30 anni con autismo in cucina e come camerieri di sala. In programma una seconda apertura a Monza e un’Accademy per inserire giovani autistici nel mondo del lavoro
di Federica Bosco
Autismo e adolescenza. Il punto di vista della Sima
Il 2 aprile, come ogni anno dalla risoluzione 62/139 del 18 dicembre 2007 dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, si è celebrata la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo (World Autism Awareness Day), nata con la finalità di implementare la ricerca, lo studio, la diagnosi precoce, i servizi e il rispetto dei diritti per le persone autistiche. […]
“Dipingiamo il territorio di blu”, l’autismo al centro del webinar dell’Ordine TSRM e PSTRP di Roma
Il 2 aprile, Giornata Mondiale della consapevolezza dell’autismo, si svolge a partire dalle 16.30 l’evento dell’Ordine di Roma dedicato alle persone con disturbi dello spettro autistico
I tocchi virtuali suscitano reazioni reali. Dalla realtà virtuale immersiva nuove possibilità di trattamento del dolore cronico
La ricercatrice: «Persone con disturbo dello spettro autistico, donne e uomini vittime di violenza sessuale e fisica, che rifiutano il contatto fisico, potrebbero trarre giovamento dall’utilizzo della realtà virtuale: sperimenterebbero solo le sensazioni piacevoli, senza il fastidio del tocco reale»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 21 settembre, sono 229.083.964 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.700.041 i decessi. Ad oggi, oltre 5,93 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco