Long Covid 29 Agosto 2023 09:31

Long Covid, da insonnia a confusione mentale: nuovi test sulle terapie più efficaci

Il Long Covid, con 65 milioni di persone colpite in tutto il mondo, resta una emergenza di salute pubblica globale. I ricercatori del National Institutes of Health degli Stati Uniti hanno avviato test clinici per verificare direttamente sui pazienti l’efficacia dei vari trattamenti utilizzati per i diversi sintomi

Long Covid, da insonnia a confusione mentale: nuovi test sulle terapie più efficaci

C’è chi soffre di insonnia, chi sperimenta stati di confusione mentale, mal di testa o problemi di memoria. Anche se afflitti da sintomi diversi, tutti questi pazienti hanno una cosa in comune: hanno contratto in precedenza il virus Sars-CoV-2 ed ora si trovano a fare i conti con il Long Covid. Se la pandemia è finita, infatti, il Long Covid, con 65 milioni di persone colpite in tutto il mondo, resta un’emergenza di salute pubblica globale. Numeri importanti che hanno spinto i ricercatori del National Institutes of Health (NIH) degli Stati Uniti ad avviare dei test clinici per verificare direttamente sui pazienti l’efficacia dei vari trattamenti utilizzati per i diversi sintomi da long Covid.

I sintomi più debilitanti

Gli studi si concentreranno sui sintomi più debilitanti della malattia, come la nebbia cognitiva e i disturbi del sonno. Secondo quanto riferito sulla rivista Nature l’avvio di studi clinici è un passo cruciale: «Il fatto che non ci siano stati dei trial clinici mirati fino a questo punto è stato molto scoraggiante», dice Eric Topol, vicepresidente esecutivo dell’istituto di ricerca Scripps Research a La Jolla, in California. Tra i trial clinici annunciati dagli istituti di sanità statunitensi ve ne sono quattro che testeranno diversi trattamenti con l’obiettivo di ridurre la persistenza del virus nel corpo, alleviare i sintomi cognitivi come la confusione e la perdita di memoria, migliorare la qualità del sonno e combattere l’affaticamento e riorientare il sistema nervoso autonomo, che regola le funzioni corporee come il battito cardiaco. Nei trial, dalle 100 alle 300 persone riceveranno ciascuno dei potenziali trattamenti.

I farmaci testati

Il primo degli studi valuterà un antivirale, nirmatrelvir. Un ciclo di cinque giorni di terapia viene dato in fase acuta ma il trial valuterà l’efficacia di una terapia più  lunga, di 15-25 giorni, contro i sintomi del long Covid. Successivamente, verrà avviato anche un trial su un dispositivo di stimolazione cerebrale che può essere utilizzato a casa contro la nebbia cognitiva. Altri trial testeranno farmaci come solriamfetol e modafinil, oltre alla terapia della luce, e la melatonina contro i disturbi del sonno. La sperimentazione rivolta al sistema nervoso autonomo testerà l’ivabradina, utilizzata per il trattamento dell’insufficienza cardiaca cronica, e una terapia con anticorpi per via endovenosa.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il caldo è arrivato! Ecco i suggerimenti di AIFA per conservare e utilizzare correttamente i medicinali

Con il caldo, prima della partenza per le vacanze, è bene osservare alcune semplici accortezze
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Advocacy e Associazioni

“Una Vita Senza Inverno”: conoscere l’Anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi attraverso il vissuto dei pazienti  

Nato da una iniziativa di Sanofi in collaborazione FB&Associati, e con il contributo di Cittadinanzattiva e UNIAMO, oltre alle storie dei pazienti racconta anche quelle dei loro caregiver, mettendo in...