Lavoro 16 Gennaio 2020 10:21

Molise, parla Toma. «Stop tagli, ecco come potenzieremo le strutture. Sui commissariamenti mi dileggiavano ma poi…»

Il Presidente della Regione Molise spiega che si arriverà a una sanità ‘a misura di molisani’: «Potenziamento delle strutture di Campobasso, Isernia e Termoli, mantenimento punti nascita e nosocomio di Agnone come ‘ospedale di area disagiata». Dopo la vittoria alla Consulta sull’incompatibilità Commissario-Presidente al via i tavoli con il Governo

Molise, parla Toma. «Stop tagli, ecco come potenzieremo le strutture. Sui commissariamenti mi dileggiavano ma poi…»

Rappresenta una delle Regioni più piccole d’Italia eppure si sta ritagliando uno spazio sempre più importante in seno alla Conferenza della Regioni. Il governatore molisano Danilo Toma, che ha annunciato al posto dell’assente Bonaccini l’accordo sulle disegnazioni dei membri per il Comitato Lea, per l’Istituto superiore di Sanità e il parere favorevole per il nuovo Dg di Aifa, è convinto che la battaglia per risanare la sanità della sua regioni passi soprattutto per Roma e ai microfoni di Sanità Informazione ha voluto tranquillizzare i cittadini scesi in piazza il 16 dicembre scorso a Roma contro il depauperamento della sanità pubblica molisana e il pericolo di nuovi ulteriori tagli alle strutture regionali. «Con l’approvazione del Patto della Salute grazie al confronto con il Governo adesso costruiremo quella che noi riteniamo debba essere la ‘sanità a misura dei molisani’» spiega Toma.

Il governatore molisano, che insieme agli altri presidenti di Regione si appresta a dare il via ai festeggiamenti per i 50 anni dell’istituzione delle regioni ordinarie, ha già in mente la road map con le azioni da portare avanti per la sanità molisana: «In primis il potenziamento dell’Ospedale di Campobasso con la creazione di un Dea (Dipartimento di Emergenza Urgenza e Accettazione) di II Livello o di una azienda ospedaliero-universitaria. Poi il rafforzamento del Dea di I livello a Isernia e Termoli, il mantenimento dei punti nascita, in particolare quello di Termoli che è sotto i limiti stabiliti dal Decreto Balduzzi. Abbiamo poi da migliorare il funzionamento degli ospedali di Venafro e Larino che sono ospedali di comunità ma comunque dovranno offrire servizi migliori. Infine la questione Agnone che dovrà essere risolta a mio avviso definendolo una volta per tutte ‘ospedale di area disagiata’ e rafforzandolo con un buon accordo di confine con il vicino Abruzzo. È tutto da costruire, stiamo lavorando».

Per Toma anche la soddisfazione di vincere un ricorso alla Consulta proprio sul tema della sanità contro un provvedimento varato dal Governo Conte I e fortemente voluto dal precedente ministro Giulia Grillo: la Corte Costituzionale ha stabilito che non c’è incompatibilità tra la figura di presidente di Regione e Commissario ad Acta della sanità. «Una soddisfazione perché il Movimento 5 Stelle che all’epoca volle questa modifica dileggiò un po’ il Presidente della Regione Molise dicendo che non c’era un diritto in tal senso ma non è così perché invece è un diritto costituzionale. Ma non è questo che mi interessa. Mi interessa stabilire un principio e individuare chi persegue fini di legalità». La sentenza della Consulta avrà effetti anche in Molise: «Ora i commissariamenti andranno rivisti. Abbiamo sei mesi di tempo per ragionare col Governo e stiamo approntando i tavoli».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Sanità, ambiente e territorio: nasce l’Associazione Terra e Vita, trait d’union tra cittadinanza e istituzioni
I fondatori Cappiello e Rostan: «Mettiamo a sistema idee e competenze in un’ottica di salute globale»
Test corso Medicina generale, prime irregolarità. Avv. Tortorella: «I posti sono troppo pochi»
Dopo il concorso per l'ingresso al Corso di Formazione in Medicina Generale, le prime segnalazioni parlano di numeri decisamente troppo ridotti rispetto al fabbisogno del Ssn. L'avvocato Tortorella spiega cosa può fare chi vuol fare ricorso
Piano di Ripresa e Resilienza, via libera definitivo al Senato. La politica dà i voti alle misure sulla sanità
Il rafforzamento della medicina territoriale convince tutti i partiti, ma non mancano i distinguo. Castellone (M5S): «Grande assente la riforma del 118». Binetti (Udc): «Guai a dimenticare le patologie non Covid». Bocciatura da Fratelli d’Italia
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Donne in sanità, sondaggio Fials fotografa condizione femminile nelle Aziende sanitarie
“Quale parità di genere sui luoghi di lavoro in sanità” il sondaggio di Fials
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 14 maggio, sono 161.188.177 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.344.757 i decessi. Ad oggi, oltre 1,38 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...