Lavoro 11 Aprile 2023 11:36

Sanità integrativa, con Enpam sempre più vantaggi per gli iscritti a SaluteMia

La polizza implementerà gli aspetti legati a screening e prevenzione, considerati essenziali dall’80% dei medici

Sanità integrativa, con Enpam sempre più vantaggi per gli iscritti a SaluteMia

I camici bianchi, dal post pandemia, sentono sempre di più l’esigenza di poter contare su una copertura sanitaria integrativa che li tuteli in caso di necessità per interventi chirurgici, ricoveri, o malattie.

Il sondaggio SaluteMia

Il dato emerge, insieme ad altri, dall’indagine condotta da SaluteMia, la Società di mutuo soccorso dedicata agli iscritti Enpam, al fine di analizzare la percezione dell’assistenza sanitaria integrativa ed intercettare le principali istanzi dei suoi utenti attuali e potenziali. Il sondaggio, condotto dall’istituto di ricerca Euromedia Research, ha preso in esame due diversi campioni: il primo composto da 494 medici e dentisti non iscritti e il secondo composto da 199 iscritti a SaluteMia.

Via le liste d’attesa per diagnostica II livello

Il 96% degli iscritti a SaluteMia ha aderito per l’opportunità di saltare le liste d’attesa e di avvalersi di colleghi o strutture facenti parte dei una rete selezionata da medici e dentisti a vantaggio della stessa categoria. Per il 79,4 % dei rispondenti, i servizi più apprezzati risultano essere la copertura per i grandi interventi chirurgici e grandi eventi morbosi e per il 74,4 % la copertura per i ricoveri. In crescita negli ultimi anni, anche a causa dell’aumento delle liste d’attesa per le prestazioni del Ssn a seguito della pandemia, anche la copertura per le prestazioni diagnostiche di II livello (ad esempio TAC, RM, angiografia, PET).

Verso un sistema che premia i virtuosi

Inoltre, il 70% degli intervistati (con punte dell’80% tra gli under 35) sarebbe favorevole ad un sistema premiale per i “virtuosi”, vale a dire una copertura sanitaria integrativa a costi ridotti per chi conduce uno stile di vita sano e aderisce alle iniziative di screening. L’indagine ha inoltre rilevato che il 67% dei camici bianchi interpellati non ha una copertura sanitaria integrativa, e che solo in pochi sono a conoscenza dei vantaggi di SaluteMia, come la possibilità di iscrivere genitori/fratelli e i loro nuclei familiari.

Più coperture e spazio alla prevenzione

«Abbiamo analizzato con soddisfazione i risultati del sondaggio – ha detto il presidente di SaluteMia, Gianfranco Prada – dal quale coglieremo vari spunti per le prossime attività, ma anche perché ci hanno fatto ben comprendere come talune iniziative ‘mutualistiche’ offerte, indipendentemente dai Piani sanitari sottoscritti, sono particolarmente apprezzate dagli Iscritti. L’impegno per il futuro è chiaramente quello di implementare le coperture nell’ambito della prevenzione, vera risorsa per il futuro della nostra salute, e far conoscere sempre di più ai Medici e Odontoiatri italiani la realtà di SaluteMia. Una opportunità, ma direi anche una vera necessità, vista purtroppo la sempre maggior difficoltà di accesso rapido alle prestazioni e alle cure offerte dal Servizio sanitario nazionale». Uno degli obiettivi fondamentali di SaluteMia, infine, sarà quello di farsi conoscere emergendo rispetto al mare magnum delle coperture assicurative, puntando su piani specifici e differenziati per fasce di età e/o sesso e su aspetti legati allo screening e alla prevenzione.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

XVIII Giornata europea dei diritti del malato. Contro la desertificazione sanitaria serve un’alleanza tra professionisti, cittadini e istituzioni

La carenza di servizi sul territorio, la penuria di alcune specifiche figure professionali , la distanza dai luoghi di salute in particolare nelle aree interne del Paese, periferiche e ultraperiferich...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...