Lavoro 28 maggio 2018

OMCeO Roma, firmato memorandum per aiutare i giovani medici ad accedere al microcredito

Il Presidente Antonio Magi ed il Presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito Mario Baccini siglano un protocollo d’intesa per agevolare soprattutto i giovani ad iniziare la propria attività professionale: fino a 50mila euro senza necessità di offrire garanzie reali per acquisto di macchinari o ristrutturazione di studi medici

di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Immagine articolo

Un protocollo d’intesa per aiutare i medici e gli odontoiatri di Roma, soprattutto i più giovani, ad accedere al microcredito. È quanto il Presidente dell’Ordine della Capitale, Antonio Magi, ed il Presidente dell’Ente Nazionale per il Microcredito, Mario Baccini, hanno firmato nei giorni scorsi. Un prodotto che si rivolge a chi non può offrire garanzie reali, ma attraverso una progettualità vuole creare un’attività.

POTREBBE INTERESSARE: AIOP GIOVANI, MICHELE NICCHIO È IL NUOVO PRESIDENTE: «TECNOLOGIE E FORMAZIONE PER VINCERE LA SFIDA DELLA SANITÀ DEL FUTURO»

«È uno strumento importante – ha spiegato Magi – rivolto soprattutto ai giovani medici che hanno difficoltà ad accedere al credito delle banche non avendo un contratto a tempo indeterminato. Il microcredito permette infatti di avere dei fondi senza dover dimostrare di essere patrimonialmente solidi. Stiamo dando ai giovani medici una possibilità per iniziare la propria attività professionale, anche per l’allestimento o ristrutturazione di uno studio o l’acquisto di un’apparecchiatura».

In particolare, l’intesa prevede la promozione delle opportunità di sostegno economico di giovani tra i 18 e i 29 anni che non studiano, non lavorano e che non frequentano regolari corsi di formazione attraverso la messa a disposizione della Garanzia Giovani. L’Ente Nazionale per il Microcredito promuoverà infatti gli interventi propri del Programma Garanzia Giovani “SELFIEmployment” rivolto a coloro che sono esclusi dal mercato del lavoro e non sono in grado di offrire garanzie al sistema del credito tradizionale. Tali misure di finanza pubblica prevedono per questi giovani la possibilità di accesso a microcrediti e microprestiti (di importo compreso tra 5.000 e 50.000 euro) consistenti in un finanziamento agevolato senza interessi e non assistito da nessuna forma di garanzia reale e/o di firma della durata di 10 anni rimborsabile con rate mensili posticipate.

L’accordo prevede, inoltre, attività di studio, ricerca e ingegnerizzazione finalizzati a individuare, ad esempio, nuovi prodotti microassicurativi specifici per la tutela dei rischi connessi alla professione medica, nonché programmi congiunti di educazione finanziaria, lo sviluppo della cultura professionale, i principi solidali e l’etica sanitaria.

«Partendo dall’Ordine dei medici di Roma – ha commentato Baccini – auspichiamo un effetto domino per la sigla del protocollo con gli ordini regionali, nazionali ed europei, affinché questo strumento economico serva per garantire quella opportunità in più per i giovani professionisti».

Un auspicio condiviso anche dal Presidente Magi, che spera che «l’iniziativa possa estendersi agli altri Ordini provinciali e alla nostra Federazione Nazionale, se il Presidente Filippo Anelli lo riterrà opportuno. Questo accordo – ha aggiunto – è una chance per i nostri giovani iscritti. Siamo contenti perché oggi per il medico giovane, soprattutto dopo la specializzazione, spesso si prospetta un periodo difficile. Questi ragazzi, abituati a percepire uno stipendio da specializzandi, si ritrovano improvvisamente senza nessuna copertura economica e devono confrontarsi con il mercato del lavoro. L’accesso ad una forma di credito che gli consenta di avviare un’attività professionale è fondamentale, così come ritengo sia fondamentale l’azione di tutoraggio che consente al medico di avere un consulente che lo guidi in modo corretto all’accesso al credito e alla creazione di un’attività in proprio», ha concluso.

LEGGI ANCHE: AGGRESSIONI, UN INCONTRO PER DIRE “NO” ALLA VIOLENZA. PATRIZI E MAGI (OMCEO ROMA): «AZIENDE NON LASCINO SOLO OPERATORI»

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Emergenza rifiuti a Roma, lettera di Magi a Raggi, Costa e Grillo: «C’è rischio per la salute pubblica. Pronti a fare nostra parte»
Il Presidente dell’Ordine dei Medici della Capitale: «Segnalazioni sempre più frequenti. Nostro obiettivo è tutelare la popolazione facendo sì, insieme ad altri organi preposti, che venga garantito e difeso il suo diritto alla salute»
Errori medici, OMCeO Roma: «No a deriva affaristica»
«È inaccettabile che si speculi sulla possibilità  di errori dei medici». È netta la presa di posizione dei vertici dell’OMCeO di Roma e provincia in merito all’azienda privata nata per gestire le vertenze. «La strada maestra per governare il fenomeno dell’errore medico non è quella di trasformare tutto in un business milionario dei risarcimenti – dichiarano il presidente […]
“Avvocati e medici. I profili delle responsabilità e le strategie difensive”. L’evento formativo a Roma
Il 24 gennaio 2019, dalle ore 10 alle ore 15,30, l’Aula Europa della Corte D’Appello di Roma ospiterà il convegno formativo “Avvocati e medici. I profili delle responsabilità e le strategie difensive” organizzato dall’UIF (Unione Italiana Forense) e dall’OMCeO Roma (Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri) con il contributo del Centro Ortopedico Romano. Il programma dell’evento […]
Carenza medici, i direttori dei Ps del Lazio lanciano l’allarme: «Servizi rischiano tracollo». Magi (OMCeO Roma): «Rendere attrattiva specialità»
Il Presidente dell’Ordine dei Medici della Capitale annuncia che chiederà un tavolo in regione per far sì che le risorse umane in organico non siano basate solo sul numero degli accessi ma anche sulle reali attività svolte. Pugliese (Pertini): «Età media è 54 anni, ma qui si fanno tanti turni di notte»
L’Omceo Roma rafforza la collaborazione con la Palestina: richiesto supporto per cardiochirurgia pediatrica
Si è tenuto questa mattina, presso la sede di via De Rossi, l’incontro tra il presidente dell’Ordine provinciale di Roma dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri (OMCeO), Antonio Magi, e l’Ambasciatrice della Palestina Mai Alkaila. Con loro il consigliere dell’Ordine Foad Aodi, coordinatore dell’area Rapporti con i Comuni e Affari Esteri, e l’addetto culturale dell’ambasciata a Roma, […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano