Lavoro 26 novembre 2014

Obbligo di Pos: nuove tecnologie ed App ancora meglio delle contromisure

Restano le soluzioni con le condizioni più vantaggiose mentre il Governo pensa a sanzioni ed incentivi e nonostante la riduzione dei costi di commissione

Immagine articolo

Scendono le commissioni per le operazioni con il Bancomat e si studiano sanzioni e incentivi, ma le condizioni più favorevoli – per adeguarsi all’obbligo di Pos – restano quelle garantite dalle nuove tecnologie ed in particolare dalle App.

Sono, però, ancora in pochi  ad essersi adeguati alla legge 15 del 27 febbraio che impone a tutti i professionisti, e ovviamente anche ai medici, di accettare pagamenti attraverso carte di debito  per importi superiori ai 30 euro. E di conseguenza il Governo sta cercando in tutti i modi di favorire l’applicazione di una norma attraverso cui l’Italia si sta allineando – con notevole ritardo – al resto d’Europa.

Proprio nelle ultime settimane è emersa l’intenzione di provare ad infilare nella legge di Stabilità un credito d’imposta che andasse ad incentivare la circolazione della moneta elettronica attraverso i pagamenti via Pos, valutando inoltre di introdurre quelle sanzioni di cui la norma è attualmente sprovvista.  Proprio di recente, poi, il Consorzio Bancomat si è assunto l’impegno formale, di fronte all’Antitrust, di ridurre i costi di commissione. Basterà per ammorbidire le rigide posizioni di professionisti e associazioni di categoria? È quello che si augura il Governo, tra l’altro stretto tra l’impossibilità di forzare la mano in un momento di crisi e le oggettive difficoltà nel reperire le coperture necessarie per garantire l’eventuale credito d’imposta.

Tra incertezze, difficoltà e manovre complicate, la strada migliore appare ancora quella delle nuove tecnologie. Soprattutto i servizi mobile, con le App in primo piano, continuano ad assicurare soluzioni affidabili e competitive a condizioni economiche indiscutibilmente vantaggiose. Per i medici, ad esempio, è stato studiato un prodotto ad hoc. Si tratta di DoctorPay: senza canone e senza costi di attivazione, consente di ottenere pagamenti ovunque ci si trovi attraverso un dispositivo (si ottiene gratuitamente) collegato via Bluetooth al proprio smartphone o al tablet.

Per informazioni è disponibile il numero verde 800.088.211

Articoli correlati
Oncologia, al via a Bari la nona Edizione di Oncology for Primary Care
Fumo, alimentazione e stili di vita al centro della Nona Edizione di Oncology for Primary Care. Il convegno sulle cure primarie e le innovazioni terapeutiche del paziente oncologico, promosso da Eugenio Maiorano e da Nicola Marzano, torna a Bari venerdì 23 e sabato 24 novembre. Più dell’80% dei malati di cancro manifesta i sintomi per […]
L’empatia in ostetricia e ginecologia, al via il congresso regionale Aogoi in Emilia-Romagna
Recuperare la fiducia nel rapporto tra medico e paziente, riscoprendo l’importanza del dialogo e creando un argine contro le fake news. Sarà questo uno dei temi affrontati nel corso del 16esimo congresso regionale dell’Emilia Romagna dell’Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani (Aogoi), che quest’anno vede il coinvolgimento della Società Italiana di Ginecologia Ostetricia (Sigo) a cui […]
SIMES si allea con CIMO: «Cresciamo nella rappresentanza per dare valore alla salute nello sport»
Il Sindacato Italiano Medici dello Sport (SIMeS), libero sindacato di medici sportivi e professionisti di medicina nell’ambito dell’attività motoria, aderisce a CIMO per aumentare l’impatto della rappresentanza politica nelle sedi istituzionali nazionali e regionali, con l’obiettivo di accrescere la tutela professionale e legale degli iscritti e di attivare nuove iniziative per la categoria. Con questo […]
Piccoli comuni, Regione Lazio: 1 milione di euro per emergenze socio-assistenziali
«La Regione Lazio stanzia 1 milione di euro per le emergenze socio-assistenziali dei piccoli Comuni. Le richieste di contributo, per un massimo di 20mila euro, di cui il 15% a carico dell’ente richiedente, potranno essere presentate entro il 30 novembre, data di scadenza dell’Avviso pubblicato sul sito www.socialelazio.it». Con queste le parole dell’assessore regionale alle […]
Verona, il Diaday di Federfarma durerà un’altra settimana
È stata prorogata per un’altra settimana, fino a sabato 24 novembre, la campagna sanitaria “DiaDay” contro il diabete in 157 farmacie di Federfarma Verona. I cittadini potranno, in questo modo, continuare ad usufruire gratuitamente della misurazione gratuita della glicemia e conoscere qual è il proprio rischio di contrarre il diabete nei prossimi dieci anni. LEGGI ANCHE: […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Salute

Liste d’attesa, Aceti (Cittadinanzattiva): «Prima voce di segnalazione per malcontento cittadini. Ecco cosa cambia con Piano Nazionale»

«50 milioni per abbattimento e interventi regionali. Ridiamo le gambe al SSN per tornare in piedi» Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva
di Giovanni Cedrone e Serena Santi