Lavoro 4 Giugno 2018

Legge Lorenzin: approvati i decreti attuativi per Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici

«Questo è un momento di svolta storico nella nostra professione perché arriva alla fine di un iter lungo che ha permesso di dare il giusto valore e riconoscimento a una professione con un ruolo sempre più fondamentale e centrale nella tutela della salute pubblica» così Nausicaa Orlandi, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici

Lo scorso 23 maggio è stato firmato dal Ministro uscente Lorenzin il decreto attuativo relativo alla professione di chimico e di fisico. «Questo è un momento di svolta storico nella nostra professione – commenta Nausicaa Orlandi, Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Chimici e dei Fisici – perché arriva alla fine di un iter lungo che ha permesso di dare il giusto valore e riconoscimento a una professione con un ruolo sempre più fondamentale e centrale nella tutela della salute pubblica».

Un albo unico con due sezioni

Sono molte le novità che dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, prevista per la prima settimana di giugno, coinvolgeranno gli ordini. Nel dettaglio, infatti, l’ordine dei Chimici assumerà la denominazione di Ordine dei Chimici e dei Fisici e sarà istituito un Albo unico professionale dei Chimici e dei Fisici, diviso in due sezioni,  A e B. Ciascuna sezione è ripartita nei settori «Chimica» e «Fisica», nel rispetto delle previsioni dell’articolo 3 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328. L’Albo dell’Ordine dei Chimici – Sezione A confluisce nell’«Albo degli Ordini dei Chimici e dei Fisici – sezione A – settore Chimica. In modo analogo anche per la sezione B. I Chimici già iscritti conservano tutti i diritti acquisiti, ivi inclusa l’anzianità di iscrizione e l’albo avrà una numerazione progressiva per i Chimici e i Fisici iscritti.

Nuove responsabilità e opportunità. Disposizioni transitorie: iscrizione di Chimici e Fisici. Novità assoluta: il sigillo professionale

Per i chimici non ad oggi iscritti, e per tutti i fisici, sono state previste delle disposizioni transitorie che permetteranno loro di iscriversi alla Federazione, previa verifica delle specifiche classi di laurea, e dando prova di competenza e comprovata esperienza di almeno 5 anni di attività. La legge Lorenzin, infatti, ha posto la vigilanza della Federazione sotto il Ministero della Sanità, rendendola quindi una professione sanitaria e, di conseguenza, configurando come abuso professionale la mancanza di iscrizione. Inoltre, come specificato nel decreto attuativo, “ai fini dell’esercizio delle professioni di Chimico e di Fisico, in forma individuale, associata o societaria, sia nell’ambito di un rapporto di lavoro subordinato o parasubordinato con soggetti pubblici o privati, sia nell’ambito di un rapporto di lavoro autonomo o di prestazione d’opera con soggetti pubblici o privati, anche ove tali rapporti siano saltuari e/o occasionali ed indipendentemente dalla tipologia contrattuale, è obbligatoria l’iscrizione all’Albo come previsto dall’art. 5, comma 2, del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233, e successive modificazioni”. Importanti novità anche sul fronte delle specializzazioni possedute dal professionista che potranno essere annotate e rese pubbliche nell’Albo. Per la prima volta, inoltre, compare una norma che fa riferimento al “sigillo professionale”, prevedendo che “l’iscritto all’Albo può richiedere all’Ordine di iscrizione il rilascio del sigillo professionale e/o la firma digitale di ruolo”. Infine, sono confermati i Consigli di disciplina in carica per un periodo transitorio fino all’adozione, da parte del Ministero della salute, dei regolamenti di cui al decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 13 settembre 1946, n. 233.

Articoli correlati
“La sinfonia degli elementi”, a Roma la celebrazione della Tavola periodica. Orlandi (FNCF): «Dalla sostenibilità alla salute, chimici e fisici protagonisti»
Si è aperto con uno spettacolo di danza a tema l’evento celebrativo organizzato dalla Federazione degli Ordini dei Chimici e dei Fisici. Presente anche il chimico e deputato M5S Marco Bella: «Dobbiamo ricordarci che il mondo è chimica. L’aria che respiriamo è chimica, il pavimento dove ci poggiamo è chimica. A volte c’è la tendenza a pensare che la parola chimica abbia una connotazione negativa ma in realtà è il nostro mondo
Digitalizzazione sanità e antibiotico resistenza, Zampa (sottosegretario Salute): «Dialogo costruttivo con Svezia»
“Il Sottosegretario Zampa ha incontrato a Stoccolma, il 15 ottobre scorso, il Segretario di Stato alla salute e agli affari sociali del Regno di Svezia, Maja Fjaestad, a margine di un summit italo-svedese su diabete e malattie cardio-vascolari”. Così in una nota il Sottosegretario Zampa parla del dialogo allacciato con la Svezia su tematiche sanitarie […]
Ex ministro Lorenzin al Congresso TSRM e PSTRP: «Ordine strumento innovativo. Ora serve un grande sito a misura di cittadino»
L’ex ministro della Salute è stata protagonista del primo Congresso del maxi Ordine nato con la legge 3 del 2018: «E’ stata una legge difficile da portare a casa perché c’era da mettere insieme veramente tanti aspetti diversi e anche superare molte paure, ma oggi il risultato che è stato raggiunto è straordinario»
Professioni sanitarie, Lorenzin (Pd): «Donne si impegnino nelle Commissioni d’Albo, troppi uomini nei posti decisionali»
L’ex titolare della Salute porterà al nuovo ministro le esigenze delle 19 professioni confluite nell’Ordine TSRM e PSTRP, a partire dall’emanazione degli ultimi decreti attuativi della legge 3 del 2018. E a Speranza consiglia: «Ascoltare tutti, studiare e poi farsi una sua opinione personale»
Montecatini Terme, al XII Festival della Salute professioni sanitarie protagoniste
Il 28 e 29 settembre due eventi con i presidenti degli Ordini TSRM e PSTRP di Firenze, Pisa e Siena. Tra gli ospiti l’ex ministro Beatrice Lorenzin e l’assessore alla Salute della Toscana Stefania Saccardi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Cause

Ex specializzandi, Di Amato: «Scorrette le sentenze contrarie basate su prescrizione»

Dal convegno organizzato dall’università Luiss Guido Carli e Sanità Informazione, le ultime novità in tema di inadempimento del diritto UE da parte dell’Italia in ambito sanitario. Parlano i pr...
Università

Test medicina 2019, l’attesa è finita. La graduatoria è online

Il Miur ha pubblicato la graduatoria ufficiale nominativa nazionale e di merito che stabilisce chi ha superato la prova d’accesso ed è riuscito ad accedere alla Facoltà di Medicina. Per i tanti ch...
Salute

Professioni sanitarie, Beux (maxi Ordine): «Dal 1° ottobre possibile iscriversi agli elenchi speciali»

Il Presidente della Federazione degli Ordini TSRM e PSTRP annuncia l’attivazione sul portale della procedura per iscriversi: «I professionisti, iscrivendosi al relativo elenco speciale a esauriment...