Lavoro 15 settembre 2015

«Le App sulla salute le più scaricate al mondoSono uno strumento formidabile per i medici» 

L’intervento di Paolo Colli Franzone, moderatore del Forum sulla Sanità Digitale

Immagine articolo

Il digitale si impone con forza nel mondo della sanità, e l’Italia non può correre rischio di farsi trovare impreparata. Lo sa bene il Ministero della Salute che, guardando con attenzione a questo tema, ha patrocinato, nei giorni scorsi, il Forum sulla Sanità Digitale.


Un grande evento tenutosi a Roma, nelle Aule della LUISS, in cui si è fatto il punto sullo stato dell’arte, nel nostro Paese, rispetto all’avanzata della e-health, ai vantaggi che questa comporta, e alla necessità di adeguamento cui il nostro Servizio sanitario nazionale deve rispondere. Sanità informazione, presente alla Tavola rotonda, ha intervistato il dott. Paolo Colli Franzone, Direttore Scientifico S@lute – Osservatorio Netics e moderatore del Forum: «Questa manifestazione nasce con l’obiettivo di mettere a confronto varie categorie professionali e mondi diversi con il comune denominatore della Sanità. E mi sembra che ci stiamo riuscendo bene. Un ulteriore contributo, in termini di prestigio, è stato apportato dalla partecipazione del Ministro Lorenzin».

La sanità digitale è un tema che spalanca le porte a tante novità, non ultima quella sullo sviluppo delle App mediche. Un campo importante e da monitorare con attenzione.
«Sicuramente sì, è un tema molto interessante e promettente. Le App che riguardano la salute sono le più scaricate, anche quelle a pagamento. E’ bene però fare attenzione a cosa veicolano queste App: il discorso della certificazione deve essere preso seriamente. Non possiamo permetterci il lusso di mettere nelle mani dei pazienti App che possono produrre o comunicare dati sbagliati e innescare processi non rigorosamente certificati».

Le App mediche possono essere utili anche ai medici per essere più vicini ai propri pazienti?
«Certamente, al fine di presentare le loro attività e di instaurare dei canali di dialogo con il paziente più rapidi ed efficaci. Ormai andiamo verso una medicina personalizzata, che prevede la possibilità, anche analizzando una grandissima mole di dati, di costruire percorsi e terapie su misura, tarati sul paziente piuttosto che sulla singola patologia. Si va inoltre verso la “realtà aumentata” utilizzata come supporto nelle sale operatorie. Soprattutto però, questo è uno strumento formidabile per la formazione dei medici».

Articoli correlati
Scompenso cardiaco: e-health e social network per combattere la nuova pandemia
Una due giorni dedicata a quella che è stata definita “la nuova pandemia”: lo scompenso cardiaco. Una patologia cronica che sfida i sistemi sanitari per l’elevata frequenza di ri-ospedalizzazioni e l’alto assorbimento di risorse e che oggi, grazie anche nuove tecnologie, può essere tele-monitorata. Il 30 novembre e il 1 dicembre, all’Opificio Golinelli di Bologna, […]
Todd Pope (CEO di TransEnterix) tra i 50 influencer sanità di Time con il robot italiano Senhance
Todd Pope, amministratore delegato di TransEnterix Inc, società statunitense all’avanguardia nella produzione di dispositivi medici, quotata a Wall Street, entra a far parte della prestigiosa classifica TIME Magazine’s 50 Most Influential People in Healthcare2018, nella sezione Tecnologie. «TransEnterix – evidenzia una nota – sta contribuendo a trasformare il mondo della chirurgia mini-invasiva grazie a dispositivi innovativi che si pongono come […]
Il Gruppo Aon tutela la salute dei pazienti con tecnologia e prevenzione. L’AD Vanin: «Sanità in evoluzione, necessario stare al passo»
Enrico Vanin, amministratore delegato Aon Spa e Aon Hewitt Risk & Consulting: «Il cittadino sta chiedendo nuovi servizi in grado di ottimizzare il proprio tempo: dalla prenotazione online, alla ricerca di strutture/professionisti in ambiti specifici, alla consultazione attraverso servizi di telemedicina»
Sanità, a Milano nasce il nuovo Centro di Formazione Avanzata e Simulazione (CeFAeS)
Da tempo la formazione esperienziale ha raggiunto e abbracciato l’ambito sanitario. Non più solo lezioni teoriche di tipo frontale ma vere e proprie simulazioni di ciò che accade nella pratica clinica quotidiana. In quest’ottica, apre i battenti a Milano una struttura innovativa e unica nel suo genere. Verrà infatti inaugurato il 24 ottobre prossimo, a […]
Alzheimer, la memoria virtuale alleata dei malati
Ricordi che cominciano a sbiadire, dai nomi dei familiari al posto in cui si vive e al come ci si arriva, confusione con tempi e luoghi, richiesta delle stesse informazioni più volte: questi tra i primi sintomi con cui si manifesta l’Alzheimer, il mostro silenzioso che affligge oltre 600mila italiani e i loro familiari. Per […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...