Lavoro 26 Aprile 2021 10:36

Il Movimento “Uniti per Unire” festeggia 10 anni ed elegge nuovo direttivo

Foad Aodi confermato Presidente, vicepresidenti Federica Battafarano, Jessica Veronica Faroni e Federica Federici. Segretario Generale Alessandro Barone e Tesoriere Francesco Bonelli

Il Movimento “Uniti per Unire” festeggia 10 anni ed elegge nuovo direttivo

Si sono concluse le consultazioni del Movimento Internazionale, Transculturale e Interprofessionale “Uniti per Unire”, iniziate 10 giorni fa per intensificare la collaborazione interprofessionale per andare oltre l’integrazione e la crisi economica, sanitaria e del mondo delle professioni.

Il Consiglio Direttivo nazionale di “Uniti per Unire”, eletto proprio il 25 aprile sarà composto dai seguenti consiglieri con incarichi e deleghe; Presidente Foad Aodi (Fondatore AMSI e UMEM); Vicepresidenti Federica Battafarano, Assessore alla cultura per il Comune di Cerveteri (Rapporti con i comuni e il mondo della cultura); Jessica Veronica Faroni, Presidente AIOP Lazio e Direttore Generale gruppo INI (Rapporti con il mondo della sanità); Federica Federici, Docente a contratto, Presidente associazione “Nuove frontiere del diritto” (Avvocatura e legislazione); Segretario Generale, Alessandro Barone​ (Affari Generali e interni). Vicesegretari Generale, Luis Miguel Perea Castrillon (Dialogo interreligioso, Presidente Cili-Italia) e Laura Elena Pacifici, ex Direttore Sanitario CRI, Professore “Moral Philosofy” (Cooperazione Internazionale); portavoce il giornalista Michele Cucuzza; Consigliere diplomatico Laura Mazza, Segretario generale del Parlamento Mediterraneo; Consigliere per il settore universitario e agroalimentare ed economia sostenibile Carlo Gaudio; Tesoriere Francesco Bonelli; Coordinatore della progettazione Claudio Rossi; Coordinatore dell’amministrazione: Kamel Belaitouche; Segretario Generale della Co-mai (Rapporto con comunità e associazioni straniere, interpreti e traduttori); Consigliera Lucrezia Trozzi, specializzanda in otorinolaringoiatra al Policlinico Gemelli di Roma e fondatrice “Giovani medici anti-sfruttamento“, referente per Roma della Associazione “Liberi Specializzandi (ALS)”; Consigliera Artes Memeli, Coordinatrice commissione medici giovani AMSI; Consigliera Giulia De Franchis (Rapporti con l’imprenditoria e Coordinatrice del Movimento in Puglia); Consigliera Chiara di Biagio (Sorveglianza sanitaria e farmaceutico).

«Siamo felici di festeggiare i primi 10 anni di successi internazionali del Movimento eleggendo il nuovo e terzo Consiglio Direttivo formato da uomini e donne, esperti e giovani per continuare la nostra missione a favore di dialogo e conoscenza interculturale, interreligiosa e laica. Ringraziamo tutti per la fiducia e la collaborazione e le più di 1250 associazioni, comunità, organizzazioni e aziende aderenti e che con il nostro movimento in Italia e negli 80 paesi dove siamo presenti con l’unione medica euro Mediterranea (UMEM)». Questo è quanto dichiara il Presidente Aodi che continua: «La parte successiva sarà completare l’organigramma nazionale con i numerosi coordinatori regionali e coordinatori e membri delle commissioni, delle professioni, dei dipartimenti e degli osservatori del Movimento».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Amsi: eletto Direttivo e organigramma internazionale con conferme e new entry
L'Ufficio di presidenza Amsi conta ben 150 professionisti della sanità di origine straniera e il Comitato Scientifico più di 100 esperti italiani e di origine straniera a favore di Un'Unione Mondiale nella Sanità (UMS)
Chi saranno i medici scolastici? Pensionati, giovani, pediatri o stranieri. Le proposte dal mondo della sanità
Se per Cricelli (Simg) la soluzione è richiamare i medici in pensione, Mazzacane (Cisl Medici) punta sui camici grigi. Secondo Magi (Sumai) i pediatri di libera scelta sono l’opzione ideale e Aodi (Amsi) vede un’opportunità per i medici di origine straniera. Mangiacavalli (Fnopi) chiede invece l’istituzione dell’infermiere scolastico
Coronavirus, Aodi (Amsi): «Il 40% nel mondo dei contagi sono d’importazione ma non è colpa dei migranti irregolari»
Amsi, UMEM e UXU: «Bene controllare tutti i provenienti dai Paesi in cui l'epidemia è in fase acuta ma urge intensificare anche gli accordi bilaterali»
Coronavirus, Aodi (AMSI): «Oltre 150 morti di origine straniera in Italia. Verificati contagi dopo sepoltura deceduti»
Quella contro il Coronavirus «è una delle guerre peggiori che sto commentando con la stampa estera e mondiale da settimane per la gravità della situazione sanitaria e il numero dei morti giornaliero in Italia. Perché in Italia è successo tutto questo? Di chi è la colpa?». Sono queste le domande che si pone Foad Aodi, Presidente di […]
Reclutamento medici, Foad Aodi (Amsi): «Più di 100 medici di origine straniera hanno aderito al nostro appello, ora tocca alle Regioni»
«Condoglianze ai familiari di tutte le vittime di cui numerosi medici italiani e due di origine straniera». LEGGI ANCHE: L’APPELLO A MACRON DI 200 MEDICI ITALIANI IN FRANCIA: «PIU’ CONSAPEVOLEZZA DEL PERICOLO E PIU’ TUTELE» Così il presidente dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) e Unione Medica Euro Mediterranea (UMEM) il professor Foad Aodi […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 maggio, sono 163.642.990 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.390.316 i decessi. Ad oggi, oltre 1,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...