Lavoro 25 Luglio 2021 10:49

Il 25 luglio è la giornata mondiale dedicata all’ embriologia clinica

La SIRU ricorda la nascita di Luise Brown, la prima bambina nata da fecondazione assistita per opera del Prof. Robert Edwards, insignito nel 2010 con il premio Nobel per la Medicina

Definizione di un percorso di formazione specialistica con riconoscimento unico e specifico della figura dell’Embriologo Clinico. È quanto chiede la Società Italiana di Riproduzione Umana che nella giornata mondiale dedicata agli Embriologi, ricorda uno storico evento: la nascita di Luise Brown, la prima bambina nata da fecondazione assistita per opera del Prof. Robert Edwards, insignito nel 2010 con il premio Nobel per la Medicina. Individuare l’iter formativo, il riconoscimento formale e l’inquadramento professionale dell’Embriologo Clinico è stato uno degli obiettivi strategici della Società Italiana della Riproduzione Umana (SIRU).

«Fino ad oggi i biologi-embriologi clinici italiani hanno svolto il loro lavoro senza alcun titolo specifico – commenta Antonino Guglielmino, Presidente SIRU – nonostante l’alta specialità, competenza e responsabilità che tale attività richiede per la conduzione e la gestione del laboratorio di un centro che si occupa di Riproduzione Medicalmente Assistita».

Fondamentale l’alleanza con altre società. La SIRU in questi anni ha interloquito con diversi livelli istituzionali, da quello parlamentare, al governativo e con le altre realtà associative del settore. Una collaborazione particolarmente intensa è stata sviluppata in particolare con l’Ordine Nazionale dei Biologi e con l’ENPAB (l’Ente Nazionale Previdenza Assistenza Biologi), con il quale oggi condividiamo la decisione della SIGU (Società Italiana di Genetica Umana) di sostenere la necessità di modificare il piano formativo delle Scuole di Specializzazione in Genetica Medica includendo le attività didattiche per l’acquisizione delle competenze specifiche sufficienti al riconoscimento delle attività di Embriologo Clinico.

L’impegno della SIRU di questi anni ha portato i suoi primi frutti. «Ci auguriamo che tutte le scuole di specializzazione di Genetica Medica italiane possano attivarsi aumentando anche il numero dei posti a disposizione dei biologi.  Così come andrebbe riconosciuta la competenza e l’esperienza già acquisita sul campo», commenta Guglielmino.

I biologi della SIRU insieme a tutti i biologi che giornalmente operano nell’ambito della medicina e biologia della riproduzione, pur apprezzando l’attuale passo avanti, con l’inserimento di un allargamento curriculare sul fronte embriologico della specializzazione in genetica, non perdono di vista che l’obiettivo finale continua ad essere la definizione di un percorso di formazione specialistica con riconoscimento unico e specifico della figura dell’Embriologo Clinico.

Per questo, la SIRU continuerà la sua interlocuzione con i livelli istituzionalmente competenti europei, nazionali e regionali per il riconoscimento della figura, anche a livelli apicali, all’interno di una visione della riproduzione medicalmente assistita integrata, multidisciplinare e di gruppo.

Sempre in relazione agli obiettivi individuati che sono tra le priorità della SIRU, al prossimo congresso nazionale previsto a Napoli il 13-16 ottobre, si prevede all’apertura un confronto tra i rappresentanti delle Istituzioni nazionali e gli operatori del settore sulla formazione, il riconoscimento e l’inquadramento dell’embriologo clinico in Italia.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Dalla Sicilia alla Lombardia: la “tratta” della PMA
Aurora denuncia a Sanità Informazione la sua storia ai limiti della legalità: in Sicilia la Procreazione medicalmente assistita è sempre stato un bene lusso e chi non poteva permetterselo andava fuori Regione. Ma dal 9 maggio l’assessorato alla Sanita siciliano ha bloccato la mobilità sanitaria. Aurora, Giacomo D’Amico, presidente di Hera e Antonino Guglielmino, presidente nazionale della SIRU svelano tutte le carte
Natalità, allarme Siru: «Nel 2050 meno 5mln nati, come se scomparisse la città di Roma»
Nel Lazio nascite in calo anche nel 2020, la prevenzione e le metodiche di PMA possono fornire un aiuto. Picconeri (Siru Lazio): «Sono essenziali l’applicazione dei LEA e il potenziamento dei servizi regionali di prevenzione e preservazione della salute riproduttiva e della Pma per sostenere chi desidera avere figli»
PMA, Siru: «In aumento coppie che si tirano indietro. Nel 2021 quasi 5mila nascite in meno»
In occasione del V Congresso Nazionale della SIRU, gli specialisti sottolineano la necessità di potenziare il supporto psicologico delle coppie già prima dell'inizio di un percorso di PMA
Per 3 adolescenti su 4 la fertilità è una grande sconosciuta, via a Progetto Scuola della SIRU
In occasione del quinto congresso nazionale della Società Italiana della Riproduzione Umana (SIRU), che si apre oggi a Rimini fino al 28 maggio, gli studenti delle scuole sono stati invitati a prendere parte all'evento per imparare e sciogliere ogni dubbio sulla fertilità
La politica entra nei centri Pma per comprendere le tante criticità
Il Centro Pma del Sant'Anna di Roma apre le porta alla politica. Si tratta dell'ennesima tappa dell'iniziativa SIRU «Aiuta un figlio a nascere: la Pma apre le porte al Parlamento»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...