Lavoro 29 Maggio 2020 09:27

Giornata nazionale Oss, manifesti e foto per non dimenticare gli operatori socio sanitari deceduti in prima linea

Minghetti (Migep): «Iniziamo il processo di costruzione di una cultura dell’operatore socio sanitario, sempre dalla parte del cittadino»

Giornata nazionale Oss, manifesti e foto per non dimenticare gli operatori socio sanitari deceduti in prima linea

Se la vostra città è stata tappezzata di foto di operatori socio sanitari in tenuta anti-Covid, è per celebrare la Giornata dell’oss. Manifesti che «sottolineano l’impegno degli oss italiani sui temi della solidarietà e dell’alleanza con i pazienti e le loro famiglie», scrive Angelo Minghetti della Federazione nazionale Migep.

«Gli slogan proposti affermano tutti la scelta di stare “dalla parte del cittadino” – prosegue raccontando l’iniziativa della Federazione e del sindacato Shc oss -. Il 29 maggio è così diventata l’occasione per far sì che la professione oss “parli un po’ di sé” con i ricoverati negli ospedali, con gli utenti dei servizi territoriali, con gli anziani, con gli altri professionisti della sanità, con i giovani che devono scegliere un lavoro, con tutti coloro, insomma, che nel corso della propria vita hanno incontrato o incontreranno “un oss”».

«Una condizione necessaria – aggiunge Minghetti -, per iniziare il processo di costruzione di una cultura dell’operatore socio sanitario, e animati di questa convinzione che dopo l’iniziativa delle braccia conserte, come Federazione Migep e Shc oss in un panorama di fragilità diamo una distesa di sorrisi, di sguardi che aspettano di tornare alla normalità; poiché l’oss è in prima linea, anche per non dimenticare molti dei colleghi oss che hanno perso la vita. Tutti gli oss sono consapevoli della propria professione ed essere protagonisti di nuovi scenari, non si vuole più essere una professione passiva né tanto meno considerata un legionario della sanità italiana, negandole, di fatto, un ruolo. Il 29 maggio 2020 “Giornata dell’oss” sarà l’anno Nazionale per ricordare, e restare nella storia, perché tante categorie (tutte) hanno combattuto in prima linea a costo della loro vita».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
In Veneto la delibera della discordia mette d’accordo infermieri e OSS: «Illegittima». Pronto ricorso al TAR
La delibera 305 del 16 marzo permette agli OSS di acquisire competenze avanzate tipiche della professione infermieristica. Dei Mori (OPI Belluno): «C’è il rischio dell’abuso di professione». Minghetti (MIGEP): «Mansioni superiori senza riconoscimenti, è sfruttamento»
DL Sostegni, Guidolin (M5S): «OSS entrino in area socio sanitaria come prevede la legge 3/18»
«Ho presentato un emendamento al decreto Sostegni per fare in modo che anche gli OSS entrino a far parte di una specifica area delle professioni sociosanitarie» annuncia la senatrice Cinque Stelle Barbara Guidolin
Riforma OSS, arriva il Ddl di Paola Boldrini che punta su uniformità della formazione e registri regionali
Il Disegno di legge definisce il profilo professionale collocandolo in ambito «sanitario, socio-sanitario, sociale e di vita quotidiana». Inoltre punta alla creazione di un Osservatorio nazionale e riconosce l’OSS come «professione usurante»
«Elogio degli OSS, figura essenziale troppo spesso dimenticata»
di Alessandro Salerno, Operatore socio-sanitario
di Alessandro Salerno, Operatore socio-sanitario
Gli Operatori socio-sanitari festeggiano il ventesimo compleanno
Il regalo più atteso, Minghetti (Migep): «Chiediamo il riconoscimento tra le professioni dell’area socio-sanitaria per regolamentare competenze, posizione economica e formazione e un registro regionale con iscrizione obbligatoria contro l’abusivismo»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 giugno, sono 177.438.001 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.842.377 i decessi. Ad oggi, oltre 2,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM