Lavoro 7 dicembre 2017

«Formazione vuol dire futuro». L’intervista a Danilo Mazzacane, Presidente Collegio Revisori OMCeO Milano

«Il nostro Sistema è stato sempre lodato, ma possiamo ulteriormente migliorare e divenire un punto di riferimento anche per gli altri Paesi», così ai nostri microfoni il Segretario Cisl Medici Lombardia

Immagine articolo

«La formazione medica deve seguire attentamente il progresso, perché la medicina procede di pari passo con la tecnologia e il professionista sanitario deve essere sempre informato».  Lo ribadisce Danilo Mazzacane, Segretario Generale della Cisl Medici della Lombardia, eletto di recente Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri di Milano.

Dottor Mazzacane, quanto è importante che gli oculisti siano costantemente aggiornati e formati anche nell’ottica dell’avvicinarsi dello scadere della proroga del triennio 2014-2016?

«La formazione in oftalmologia non può non tenere conto dell’innovazione tecnologica e della realtà del quotidiano come la necessità di utilizzare i moderni mezzi di comunicazione per permettere ai medici di comunicare fra di loro; ma non solo, è fondamentale anche la comunicazione con il cittadino, una buona informazione significa prevenzione primaria ed efficace. È giusto che ogni problematica sia risolta con un adeguato aggiornamento e questo riguarda sia i colleghi più anziani che quelli più giovani: infatti una programmazione formativa adeguata per i giovani è prioritaria sia per la preparazione didattica ma anche per fidelizzare e plasmare giovani leve. Soddisfare la richiesta di fabbisogno formativo, avanzata dal Ministero della Salute e dall’Ecm Nazionale, è fondamentale e dobbiamo trovare tutti i mezzi affinché sia fatta una formazione virtuosa e utile alla professione. Tutti questi aspetti sono fortemente tenuti in considerazione dal Gruppo Oculisti Ambulatoriali Liberi (Goal) che rappresento in funzione di Segretario e che di recente si sono riuniti in Congresso. Un incontro che sarebbe dovuto essere una ‘meta’ e invece è divenuto una ‘tappa’ di un percorso di crescita e di formazione per l’oftalmologia nazionale e internazionale».

A proposito di giovani, è recente la pubblicazione del rapporto ‘I giovani disegnano la sanità’: come commentarlo e quali impegni le istituzioni possono prendere per tutelare questa categoria?

«Oltre ad essere Presidente neoeletto del Collegio dei Revisori dei Conti dell’OMCeO di Milano e Segretario GOAL, indosso anche la giacca sindacale per Cisl Medici Lombardia e, soprattutto in questa veste, reputo fondamentale ascoltare le esigenze dei giovani per delineare una nuova sanità. Da questo rapporto sono emersi spunti interessanti che riguardano il mondo del lavoro, quindi la necessità di una laurea abilitante e la necessità di avere nelle scuole di formazione numeri adeguati per soddisfare il fabbisogno del sistema».

Faceva riferimento al suo nuovo ruolo all’interno dell’Ordine di Milano, un compito importante che aiuterà il mondo oftalmologico ad avvicinarsi ulteriormente alle istituzioni. Quali sono le prospettive?

«La nomina a Presidente dei Revisori dei Conti dell’Ordine dei Medici di Milano mi lusinga: si tratta infatti del secondo Ordine dei Medici d’Italia e annovera circa 27mila iscritti. Le tre giacche che oramai ho acquisito devono viaggiare in sinergia fra di loro, non in maniera egemonica ma assolutamente collaborativa per garantire la buona salute dei cittadini e per avere, dove possibile, un Sistema Sanitario sempre più universalistico e funzionale. Il nostro Sistema è stato sempre lodato, possiamo ulteriormente migliorare e divenire un punto di riferimento anche per gli altri Paesi che potranno così prenderci come esempio».


Articoli correlati
Dissezione su cadavere, l’eccellenza all’università di Bologna: 400 metri quadri al servizio di studenti, chirurghi e ricercatori
L’Italia ferma ad un Regio Decreto del 1933. Ad ottobre 2018, Pierpaolo Sileri (M5S) ha presentato un disegno di legge in tema disposizione del proprio corpo e dei tessuti post mortem a fini di studio, di formazione e di ricerca scientifica
di Isabella Faggiano
Accademia dei pazienti-Eupati Italia, il paziente “esperto” affianca il medico nel percorso terapeutico
Informazione, formazione e competenza: un paziente preparato e consapevole supporta il professionista sanitario con la sua esperienza diretta di malattia, veicola le necessità degli altri ed aiuta ad arginare il fenomeno della disinformazione in salute
San Valentino, le tecniche antistress che salvano l’amore: una vita di coppia sana passa anche dalla regola delle tre “C”
La dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista: «Consapevolezza, conoscenza e coscienza per stare bene con se stessi e con il partner. Così lo stress da nemico diventa alleato». On line il primo ebook "Antistress: teoria e pratica”
Medici sotto attacco, Rossi (OMCeO Milano): «La classe medica è massacrata. Il nostro lavoro è sottopagato e sotto considerato»
«Poi non stupiamoci se i reparti si desertificano, il territorio si sguarnisce e i medici vanno all’estero. Questa situazione non ha alcun senso». Così il presidente dell’Ordine dei Medici di Milano, che accoglie la proposta di istituire un Arbitrato della Salute
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone
Responsabilità professionale e cause temerarie, De Lillo (Agenas): «Formazione continua fondamentale per ridurre rischi»
Ai microfoni di Sanità Informazione il Presidente Facente Funzione dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali spiega quali sono le possibili soluzioni per ridurre un contenzioso che riguarda circa 300mila cause all’anno: «Bene l’arbitrato della salute, ma rivedere anche applicazione del patto quota lite»
di Arnaldo Iodice e Giovanni Cedrone
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...