Lavoro 21 Novembre 2017 12:30

Emendamento ex specializzandi, Consulcesi: «Insistere su soluzioni di buon senso»

Massimo Tortorella, Presidente del gruppo che garantisce tutela legale dei medici, interviene sulla discussione parlamentare in corso sulla Legge di Bilancio

«Tutelando il diritto dei medici e salvaguardando le casse dello Stato si risparmierebbero almeno due miliardi» così in una lettera alla stampa Massimo Tortorella, Presidente di Consulcesi, punto di riferimento del mondo medico sul fronte della responsabilità professionale dei medici, in riferimento all’articolo  sull’emendamento per i rimborsi agli ex specializzandi proposto alla Legge di Bilancio.

«In relazione all’articolo pubblicato sulla bocciatura dei primi emendamenti alla Legge di Bilancio – prosegue il Presidente – riteniamo che sarebbe francamente un’occasione mancata accantonare, ancora una volta,  la responsabile soluzione politica alla lunga vertenza giudiziaria tra lo Stato ed i medici che si sono specializzati tra il 1978 ed il 2006. Da ormai oltre venti anni, Consulcesi ha permesso che il loro diritto negato (in violazione delle direttive Ue in materia) fosse riconosciuto dai tribunali di tutta Italia».

«La nostra determinazione, rafforzata dalla fiducia di migliaia di medici, ha creato un orientamento giuridico ormai favorevole ai ricorrenti. Sentenze e rimborsi ne sono, in tal senso, una inequivocabile testimonianza. Talmente chiara che, di fronte ad una vera e propria emorragia di fondi pubblici ed al rischio di un esborso complessivo di oltre 5 miliardi di euro, si continua a sostenere, ancora oggi e in maniera assolutamente bipartisan, l’esigenza di un accordo transattivo. In questa direzione – prosegue – va anche l’emendamento, presentato dal senatore Pietro Aiello con il sostegno della senatrice Laura Bianconi, capogruppo di Alternativa Popolare (A.P.), partito attualmente forza di governo. Seppur bloccato ora in Commissione Bilancio, quell’emendamento verrà presentato comunque in Aula dal senatore Aiello e proprio per il suo intento siamo certi che troverà il sostegno di quanti ritengono ormai improcrastinabile chiudere la vicenda: tutelando il diritto dei medici e salvaguardando le casse dello Stato, che risparmierebbe almeno due miliardi. Una cifra che potrebbe essere reinvestita per migliorare la qualità dei servizi offerta ai cittadini ma anche per quei punti centrali nelle agende sindacali: più borse di studio per le scuole di specializzazione, sblocco del turn over, rinnovo dei contratti».

«Per questo auspichiamo un ampio coinvolgimento di tutte le forze deputate a tutelare il diritto dei medici. Noi continueremo a farlo nelle aule dei Tribunali, ovvero nelle sedi di nostra competenza, con il mandato che continuano a darci i nostri oltre 100mila medici. Sarebbe peraltro opportuno che la politica e le istituzioni finalmente si riappropriassero di una competenza che è loro propria, togliendola quindi ai Tribunali – conclude -. Siamo altresì pronti a mettere in campo altre iniziative per sostenere le loro ragioni e far sentire la loro voce alla politica e alle istituzioni, stimolando una chiusura della vertenza ispirata dal buon senso. Ad ogni modo, se c’è una cosa che abbiamo imparato insieme ai nostri medici, da questa lunga storia è che la giustizia, per quanto lunga e tortuosa possa sembrare, alla fine arriva sempre e per questo “chi la dura, la vince».

Articoli correlati
Vaccini, Rasi: «Test sierologici e seconda dose diversa dalla prima possono essere chiave, avviare studi»
La web conference per presentare il corso Ecm di Consulcesi Club su vaccini e varianti con Guido Rasi (ex Ema) e Massimo Tortorella, presidente Consulcesi
Covid 19 – Il virus della paura sbarca su Infinity
Il docufilm realizzato da Consulcesi e patrocinato dal Ministero della Salute per smontare le fake news e commemorare i medici. Guido Rasi è direttore scientifico del progetto
Ex specializzandi, Consulcesi: «Con transazione risparmio di oltre 78 milioni per i costi delle cause»
Rappresentanti dei medici e politici fanno fronte comune per chiudere la vertenza. Richiamo anche da Bruxelles. Il Vicepresidente del Parlamento Ue, Castaldo: «Recovery fund e presupposti per trovare soluzione». Il senatore di maggioranza Pagano in pressing sul governo e pronto a nuovo Ddl. Forte appello a immediata risoluzione anche da Anelli (FNOMCeO), Oliveti (Enpam) e Magi (OMCeO Roma)
Guido Rasi nuovo direttore scientifico di Consulcesi Club: «Formazione medica essenziale, specialmente in pandemia»
Massimo Tortorella, presidente Consulcesi: «Il nostro obiettivo sarà quello di rendere la formazione professionale competitiva a livello europeo, attraverso la tecnologia e l’innovazione»
World Hearing Day, 45mila sordi hanno difficoltà a parlare con il proprio medico: da mascherina trasparente a corso ECM, tutte le novità
Il 3 marzo è la Giornata Mondiale dell’udito. Consulcesi lancia un corso per migliorare il dialogo in caso di necessità, con l'Associazione Emergenza Sordi. Sono 7 milioni le persone con difficoltà di comunicazione medico-paziente
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 aprile, sono 136.063.656 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.937.096 i decessi. Ad oggi, oltre 773,55 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...