Diritto 30 Giugno 2014

Tutela legale, lo scudo dei camici bianchi contro l’aumento delle denunce

Livi, consulente legale: “Il proliferare della medicina difensiva danneggia medici, pazienti e Ssn”

Immagine articolo

Le richieste di risarcimento nei confronti dei medici sono in costante aumento, ed il ricorso ad una adeguata tutela legale sta diventando un’esigenza sempre più sentita da parte dei camici bianchi. Ne abbiamo parlato con Antonello Livi, consulente legale.

Perché oggi è così importante per un medico avere una tutela legale?
Ogni giorno in Italia ci sono circa 30 richieste di risarcimento e di aperture di sinistri. E’ un problema che sta comportando degli esborsi notevoli per i medici, che rischiano il loro patrimonio per sostenere le spese difensive.

Si parla molto, infatti di medicina difensiva, e del proliferare incontrollato di esami diagnostici…
Oltre a gravare sul Sistema sanitario nazionale, il punto presenta una duplice criticità: la prima è dovuta al fatto che il paziente viene sottoposto a cure superflue, perché il medico ormai cerca di tutelarsi limitando il più possibile il rischio di apertura di sinistro. In secondo luogo si rischia, all’opposto, di non curare più i pazienti: i medici si stanno deresponsabilizzando davanti a interventi importanti pur di non esporsi a rischi.

Sono tante le denunce che i medici stanno subendo attualmente?
Sì, e sono in forte aumento: parliamo di circa 12mila richieste di risarcimento all’anno, per procedimenti che il 70% delle volte si estinguono. I medici, infatti, preferiscono uscirne prima ammettendo una colpa e pagando una cifra forfettaria pur di non intraprendere una trafila che graverà su di loro per anni. Con quale spirito un medico che si è sottoposto a questo potrà mai continuare a lavorare?

A quanto ammontano le spese legali per un medico?
Le spese legali per una difesa penale possono arrivare a decine di migliaia di euro. E’ fondamentale, quindi, che il medico abbia una tutela e si doti di una sorta di “scudo” legale che lo possa difendere.

Articoli correlati
Scacco matto ai rischi con la tutela legale completa 
Assicurazioni: sempre più casi dimostrano la necessità di proteggersi non solo dal punto di vista civile, ma anche penale e amministrativo. Le contromisure dei medici.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone