Diritto 14 Maggio 2018 16:46

Responsabilità professionale, Gelli: «La Legge 24/17 ha costruito un ponte tra diritto e sanità»

«La Legge ha ottenuto un ottimo riscontro anche in altri Paesi. C’è chi vuole trarre esempio dall’Italia e districare la questione». Così l’ex deputato al convengo in Cassazione

«La Legge 24 del 2017 prima di tutto ha garantito il successo di una grande operazione culturale». Ecco l’esordio del Responsabile Sanità del Pd, Federico Gelli, che intervenuto in occasione del seminario “Responsabilità giuridica e deontologica degli esercenti le professioni sanitarie tra nuovi obblighi e nuovi doveri” organizzato dell’Ordine degli Avvocati di Roma presso la Cassazione, a poco più di un anno dall’attuazione della Legge, ne traccia un bilancio.

«L’operazione culturale di cui si fregia la Legge 24 è quella di esser riuscita a fondere due mondi, quello sanitario e quello giuridico, sinora sostanzialmente divisi e a sé stanti» spiega il Relatore della norma che affronta e disciplina i temi della sicurezza delle cure e del rischio sanitario.

«La Legge ha ottenuto un ottimo riscontro anche in altri Paesi – prosegue Gelli -. Sono stato contattato dall’estero con la richiesta di portare un contributo sul tema della responsabilità professionale sanitaria anche in altri Paesi che vogliono trarre esempio dall’Italia e districare la questione complessa della responsabilità medica».

Alle critiche che sono state rivolte alla normativa, più volte accusata di incompletezza a causa di decreti attuativi ‘fantasma’, ambiguità interpretativa e lacune ermeneutiche e pratiche, l’ex deputato risponde: «Io credo che di fatto il vero e proprio cambiamento che la riforma ha portato è stata una maggiore chiarezza, un percorso più nitido e conclamato rispetto ad un passato fumoso e indefinito».

Articoli correlati
Formazione ECM, Magi (OMCeO Roma): «Azioni disciplinari per chi non è in regola»
Falcinelli (OMCeO Ravenna): «Compito degli Ordini stimolare gli iscritti e verificare crediti». Lazzari (Cnop): «Aggiornamento continuo essenziale»
Legge Gelli: riforma in vista
Dal 12 maggio è in esame in Commissione giustizia e affari sociali della Camera una proposta di modifica della Legge Gelli Bianco
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
PNRR e Legge Gelli, Hazan: «La responsabilità professionale cambierà. Occorrono riflessioni importanti»
Il Presidente della Fondazione Italia in Salute fa un bilancio di cosa è cambiato dall’approvazione della legge sulla responsabilità professionale ad oggi e spiega come dovrà cambiare il sistema alla luce delle risorse in arrivo con il PNRR
PNRR e responsabilità professionale, Gelli: «Fondamentale formazione del personale sanitario per non sprecare risorse»
Cosa è cambiato a cinque anni dalla Legge 24 del 2017? Lo abbiamo chiesto alla persona che le ha dato il nome
Decreto attuativo Legge Gelli e azione diretta verso l’assicurazione
Con l'emanazione del Decreto attuativo della Legge Gelli-Bianco, cosa cambia in relazione all'azione diretta verso l'assicurazione?
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale