Lavoro 20 Febbraio 2019 11:48

Contenziosi, Fernando Capuano (Simedet): «Sempre più cause coinvolgono lo staff, serve formazione per far conoscere all’operatore i rischi»

Il Presidente della Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica plaude alla proposta dell’Arbitrato della Salute lanciata dal gruppo Consulcesi: «In questo modo anche Ordine TSRM e PSTRP potrà dare suo contributo per prevenire e risolvere in maniera stragiudiziale tutti i contenziosi che vengono inoltrati»

Contenziosi, Fernando Capuano (Simedet): «Sempre più cause coinvolgono lo staff, serve formazione per far conoscere all’operatore i rischi»

Ogni anno sono 35mila le cause depositate nei tribunali nei confronti degli operatori sanitari. Un numero enorme di contenziosi che sempre più spesso riguarda non solo i camici bianchi ma anche il mondo degli infermieri e delle professioni sanitarie ora riunite nell’Ordine TSRM e PSTRP. Una tematica, quella dei contenziosi, di cui si è recentemente parlato al Ministero della Salute in occasione della presentazione della proposta dell’Arbitrato della Salute, lanciata dal Gruppo Consulcesi: una camera di compensazione dove pazienti, medici, operatori della salute e avvocati possano arrivare a una soluzione del contenzioso senza intasare le aule dei tribunali, già oggi gravate da oltre 300mila cause pendenti, che quasi sempre finiscono con una sentenza favorevole verso l’operatore della sanità. Ne abbiamo parlato con Fernando Capuano, Presidente della Simedet, Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica, una società scientifica che ha fatto della multidisciplinarietà tra medici e operatori della sanità la sua missione fondante.

Presidente, il tema del contenzioso riguarda tutti gli operatori delle professioni sanitarie, non solo medici o infermieri. In questo senso l’idea di una camera di conciliazione può giovare a tutti i protagonisti della sanità…

«Sicuramente sì. Tutti gli esercenti la professione, come prevede la legge Gelli, sono coinvolti per la responsabilità lieve e grave. Quindi molte volte i nostri colleghi operatori non sono a conoscenza della necessità di andare a stipulare l’assicurazione complementare. Quindi è importante con la gestione del rischio clinico ma anche con l’idea della camera di compensazione che lo stesso Ordine multialbo TSRM e PSTRP possa dare il suo contributo per prevenire e risolvere in maniera stragiudiziale tutti questi contenziosi che vengono inoltrati».

In questo senso anche la formazione ha un’importanza fondamentale perché un operatore formato è anche meno soggetto a questi rischi. Quanto è importante la formazione continua in questo senso?

«Certo. Ci vuole una formazione sulla consapevolezza del proprio ruolo ma anche una formazione sugli eventuali rischi perché da anni, con l’autonomia delle professioni sanitarie, si va da una visione medicocentrica ad una visione multidisciplinare e di staff, quindi molti contenziosi si aprono anche per responsabilità di staff. Per questo è importante che ogni operatore conosca le proprie competenze, i propri rischi e quindi si vada verso una formazione che vada a prevenire questo evento avverso e una formazione per poter comunicare meglio con il cittadino e con i nostri utenti».

Articoli correlati
Giornata mondiale contro l’AIDS, Simedet: «Mantenere alta l’attenzione soprattutto tra i più giovani»
«Il 1 dicembre di ogni anno si ricorda la Giornata Mondiale Contro l’AIDS, un appuntamento fondamentale per la medicina e la società». Così la Simedet, Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica in una nota. «L’obiettivo fondamentale di questa giornata mondiale, istituita per la prima volta nel 1988, è la continua sensibilizzazione nei confronti di […]
IV Conferenza sulla Fragilità, dal Forum di Arezzo la richiesta di un tavolo interministeriale per una reale integrazione tra sociale e sanitario
Nel corso dell'evento, organizzato da Simedet e FNO TSRM e PSTRP, si è parlato di accesso alle cure, disabilità, di dolore e di cure palliative, di Dat e fine vita, di pazienti oncologici e pazienti pediatrici, di caregivers, di ausili. Per l'avvocato Laila Perciballi, uno degli organizzatori, «il tema della rinunce alle cure, aumentato con il caro energia e l'inflazione, è drammatico ed è una delle priorità da affrontare»
“Sfide per il futuro: la gestione degli eventi biologici”, convegno Simedet-First Aid sulle strategie per le pandemie
Tra gli ospiti del convegno che si svolgerà a Roma il 15 novembre l'epidemiologo Massimo Ciccozzi e il Professore Emerito della Sapienza Gaetano Maria Fara
“Sfide per il futuro: la gestione degli eventi biologici”, Simedet e First Aid One a convegno sulle strategie di contrasto alle pandemie
First Aid One Italia Cooperativa sociale e la SIMEDET hanno promosso per il giorno 15 novembre presso il Vicariato di Roma – Casa Bonus Pastor un convegno nazionale dal titolo “Sfide per il futuro: la gestione degli eventi biologici”, che affronterà gli aspetti clinici e le strategie organizzative delle principali epidemie e pandemie, con una particolare […]
“La sanità digitale come strumento di prevenzione del rischio clinico”: esperti a confronto al Santo Spirito
Nel convegno promosso dall'Asl Roma 1 si parlerà di e-health e di tutte le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) necessarie per far funzionare il sistema sanitario in sicurezza e qualità, riducendo i rischi collegati ai processi sempre più complessi ed interprofessionali.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

XVIII Giornata europea dei diritti del malato. Contro la desertificazione sanitaria serve un’alleanza tra professionisti, cittadini e istituzioni

La carenza di servizi sul territorio, la penuria di alcune specifiche figure professionali , la distanza dai luoghi di salute in particolare nelle aree interne del Paese, periferiche e ultraperiferich...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...