Lavoro 14 Gennaio 2020

Cimop in Conferenza Regioni, confermato sciopero il 24 gennaio

Contratto nella sanità privata, i vertici della Cimop ricevuti e ascoltati dalla Conferenza delle Regioni. De Rango: “Grata a Venturi e Icardi per la sensibilità”

Immagine articolo

I vertici della Cimop (Confederazione Italia Medici Ospedalità Privata) sono stati ricevuti dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome per affrontare il delicato tema del rinnovo contrattuale, dopo lo stop alle trattative dello scorso dicembre con le parti datoriali.

Presenti Sergio Venturi, assessore alla Salute della Regione Emilia-Romagna, e presidente del Comitato di settore Regioni-Sanità; Luigi Genesio Icardi, assessore alla Salute della Regione Piemonte Coordinatore della Commissione Salute e il Segretario Generale della Cimop, dott.ssa Carmela De Rango.

“Sono estremamente grata a Venturi e Icardi per la sensibilità dimostrata in questo Incontro analitico – osserva la dott.ssa De Rango – segno della volontà delle Regioni di dare ascolto alle istanze della Cimop. Un gesto che merita da parte nostra rispetto e gratitudine, in un momento caratterizzato dalla fortissima tensione che si è snodata negli utimi mesi sul rinnovo del contratto. Come è noto, l’innalzamento della qualità delle cure è direttamente proporzionale ad una minore conflittualità creata anche da un approccio responsabile e multilivello. Un risultato che inevitabilmente passa dalla soluzione di una questione annosa come quella del rinnovo del contratto per i professionisti della sanità privata”.

Al contempo Cimop conferma lo sciopero di 24 ore per venerdì 24 gennaio con un presidio in Piazza Montecitorio a Roma. “Nonostante le parole del Ministro Speranza che si è detto fiducioso sulla firma del contratto della sanità privata, – aggiunge De Rango – mi preme ribadire che si tratta di una colonna fondamentale del sistema sanitario nazionale, composta da circa 14.000 medici che, a vario titolo, tutti i giorni affrontano le problematiche dei pazienti, svolgendo con dedizione e abnegazione il proprio compito. E’anche per un dovere intellettuale nei loro confronti che confermiamo lo sciopero del 24 gennaio, dal momento che la retromarcia di Aris e Aiop sulla firma del nuovo contratto, che si sarebbe dovuta materializzare lo scorso 20 dicembre dopo un lavoro durato tre anni, ha posto in secondo piano il contratto stesso preferendo mettere l’accento su problemi interni di Aiop che in questo modo penalizzano i lavoratori della sanità privata”.

Le parole dall’assessore Venturi: “Le Regioni si faranno parte diligente per una positiva conclusione della vicenda prendendo contatti con le Associazioni datoriali e il Ministero della Salute”.

 

Articoli correlati
«Non siamo invisibili», il 95% dei medici della sanità privata in sciopero per il mancato rinnovo del contratto
De Rango (Cimop): «Pronti a mobilitazione». Al presidio in piazza Monte Citorio della Confederazione italiana medici ospedalità privata hanno partecipato anche alcune delegazioni parlamentari. Anelli (FNOMCeO): «Siamo al loro fianco, mortificare le giuste istanze dei medici non fa bene a questo paese». Il 31 gennaio il ministro Speranza incontra il sindacato
Sciopero medici privati, la solidarietà del Patto per la Professione Medica: «Situazione inaccettabile»
«Inquietante è che la parte datoriale abbia chiesto alle Regioni un supporto finanziario per il rinnovo del contratto dei non medici, mentre per i medici lo stesso rinnovo viene pensato chiedendo loro un maggiore impegno orario attraverso la libera professione o le ore aggiuntive, in modo da autofinanziare con questo meccanismo gran parte dello stesso contratto»
Sanità privata, De Rango (Cimop): «Sciopero se non riconosciuta parità tra medici»
L'appello del segretario nazionale della Cimop al ministro Speranza: «È vero che siamo una nicchia ed un sindacato autonomo lontano dagli interessi dei partiti, ma anche noi abbiamo il diritto di essere ascoltati. La politica mostri interessi anche per i fondi pubblici utilizzati dalla sanità privata»
Sanità privata, Cimop proclama stato di agitazione. Il segretario: «Speranza convochi anche i medici, proposta di rinnovo inaccettabile»
La Confederazione Italiana Medici Ospedalità Privata chiede un incontro a Speranza che intanto ha convocato i rappresentanti dei sindacati non medici. «Ci è stato proposta un rinnovo in autofinanziamento, con 100 ore di lavoro in più all’anno: così abbiamo interrotto le trattative», sottolinea il segretario Carmela De Rango
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Congresso CIMOP, De Rango confermata segretario nazionale: «Contratto è priorità. Chiesto aumento del 50%»
Il sindacato dei medici dell’ospedalità privata rinnova l’esecutivo nazionale. Carmela De Rango: «Necessario colmare gap con le retribuzioni dei medici del pubblico». La presidente AIOP Barbara Cittadini: «Convocazione da parte della Conferenza Stato-Regioni è segnale di interesse. Le Regioni devono svolgere un ruolo importante nelle trattative, altrimenti rischiamo la crisi di aziende e posti di lavoro»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 28 marzo, sono 622.450 i casi di Coronavirus in tutto il mondo, 28.794 i decessi e 135.779 le persone che sono guarite. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I CASI IN ITALIA   Bollettino...
Lavoro

Coronavirus, lo psicologo: «Personale sanitario svilupperà disturbi post traumatici. Attivare subito supporto psicologico»

«Non sentono ancora ciò che stanno provando, lo capiranno più avanti. Parte del personale sanitario ne uscirà ancora più fortificato, ma quelli che non sono in grado di sopportare un carico emoti...
Salute

«Scovare i positivi casa per casa: così abbiamo sconfitto il virus a Vo’». Il virologo Crisanti racconta il modello veneto

Il professore di Microbiologia e virologia Andrea Crisanti ha coordinato lo studio sugli abitanti di Vo’ Euganeo: «Con il tampone abbiamo identificato fin dall’inizio sia le persone asintomatiche...