Lavoro 20 Ottobre 2020 04:50

Amsi: eletto Direttivo e organigramma internazionale con conferme e new entry

L’Ufficio di presidenza Amsi conta ben 150 professionisti della sanità di origine straniera e il Comitato Scientifico più di 100 esperti italiani e di origine straniera a favore di Un’Unione Mondiale nella Sanità (UMS)

Negli ultimi giorni si sono svolte le consultazioni dei professionisti della sanità di origine straniera a livello provinciale, regionale e nazionale. «Si tratta di più di 77.500 che non accettano più l’etichetta “invisibile” o “professionisti della sanità di serie B” che vengono chiamati solo per tappare i buchi o quando c’è carenza di medici» spiega il Presidente, Prof. Foad Aodi.

L’ufficio di presidenza è formato da 150 professionisti della sanità di origine straniera composto da: Consiglio Direttivo, coordinatori provinciali, regionali, nazionali e internazionali, Coordinatori e delegati Commissioni ed esperti e illustri medici italiani e di origine straniera. Ecco il nuovo organigramma del quinto mandato dell’ufficio di Presidenza Nazionale e Internazionale dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) che viene rinnovato ogni 5 anni:

Consiglio Direttivo: Presidente: Prof.Foad Aodi(italo-palestinese)Vice Presidente Dr. Abo A. Jamal(italo-siriano) Portavoce Dr. Petre Mihai Baleanu (Romania) Segretario Generale Prof.Kamran Paknegad (Iran) Vice Segretario Dr.ssa Eugenia Voukadinova(Bulgaria) e Abkar Aweis (Infermiere-Somalia)Tesoriere Dr. Francesco Bonelli ,(Comercialista ,Italia). Comitato Organizzativo: Dr. M.Zaraket (Libanese) M. Khalili(Giordania) H. hanafi(Marocco), Dr.ssa Artes Memeli (Medici giovani-Albania) Antony Akubo (Nigeria) Neserat Hakim (Fisioterapista, Italo- Palestinese) M.Valijio (infermiera-Iran), Carlos Brito (Infermiere-Peru) e Natalia Ines CleoDemagistre (Psicologa-Argentina) Y. Assad (Odontoiatra-Siria) Nadir Aodi ( Podologo) S. Accogli(Logopedista-italiana) H. Abou Harfouche (Odontotecnico-Libano).

Coordinatori commissioni: Infermieri (M.Valijuo) Fisioterapisti (Neserat Hakim ) Odontoiatri (B.Jarban e Y. Assad) Podologi (Nadir Aodi); Psicologi (N.I.C Demagistre); Farmacisti (A. Yassein,J.Bashar ) Logopedista (S.Accogli) Odontotecnici (A. Harfouche) Cooperazione internazionale e Solidarietà (L.Pacifici, F. Abenavoli A. Muhyu); Case di Cura (M. Khalili e P.Valente) Medici Giovani (A. Memeli) Medici Ospedalieri H.hanafi S. Al Sayyed, H.Awad  Medici Donne S.Diku e S.Sater e Veitia Rodriguez; Medici specialisti ambulatori (O. Mallah); Centri di riabilitazione(E. Voukadinova, I. Sova e G. Pejcic ,G.Saturno ); Centri analisi laboratori (C. Bogdan); Medici pediatri e Infanzia (Abo.A Jamal ,M.Batreche ,W.Srouji e F. Khalil,M. Al Sulaiman,F.Hammad ;Emad ); Medici di Famiglia (M.Zaraket ,Z. Khalati ,M.Braniste e S.Kurtam); Centro Riferimento MGF (O. Abdulcade, Ginecologo); Commissione Ecm (P. M.Baleanu e K. Paknegad); Agopuntura (Z.Jianimin); Commissione  Studenti Universitari (I. Soltan ); Cure palliative (E. V. Langer Giron ); Medicina Estetica (M. Hage,G.Crisafulli,C.Forestiero); Salute Globale, Rapporti istituzionali e Albi professionali (Foad Aodi).

«Ringraziamo tutti i colleghi  – spiega Foad Aodi – e professionisti della sanità italiani e di origine straniera che in questi primi 20 anni dell’attività internazionale dell’Amsi, insieme al Movimento Uniti per Unire e all’Unione Medica Euro Mediterranea e numerose associazioni, organizzazioni e comunità hanno collaborato in modo costante per arricchire e internazionalizzare il servizio Sanitario italiano difendendo i diritti di tutti i professionisti  della sanità compresi quelli di origine straniera».

«L’Amsi ha sempre difeso il diritto alla salute – prosegue – eguaglianza, l’occupazione, l’aggiornamento professionale con più di 700 convegni. Ha avviato ponti con i nostri paesi di origine con più 100 viaggi all’estero e progetti internazionali e difeso in prima linea l’Italia e gli italiani contro ogni emergenza compreso il Covid 19. Nei prossimi anni ci aspetta  una sfida grossa a favore di un’Unione Mondiale nella Sanità attraverso telemedicina e innovazione. Dobbiamo combattere la fuga dei cervelli e dei giovani, lo sfruttamento lavorativo, le aggressioni, la violenza, le discriminazioni e il razzismo contro tutti i professionisti della sanità italiani e di origine straniera».

«Con queste dichiarazioni – conclude Foad Aodi – il Neo Ufficio di Presidenza Amsi lancia il suo appello al mondo sanitario e al Governo Italiano: chiedo di ascoltarci e di lavorare tutti insieme per una sanità italiana all’avanguardia e tra le prime al mondo».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Chi saranno i medici scolastici? Pensionati, giovani, pediatri o stranieri. Le proposte dal mondo della sanità
Se per Cricelli (Simg) la soluzione è richiamare i medici in pensione, Mazzacane (Cisl Medici) punta sui camici grigi. Secondo Magi (Sumai) i pediatri di libera scelta sono l’opzione ideale e Aodi (Amsi) vede un’opportunità per i medici di origine straniera. Mangiacavalli (Fnopi) chiede invece l’istituzione dell’infermiere scolastico
Coronavirus, Aodi (Amsi): «Il 40% nel mondo dei contagi sono d’importazione ma non è colpa dei migranti irregolari»
Amsi, UMEM e UXU: «Bene controllare tutti i provenienti dai Paesi in cui l'epidemia è in fase acuta ma urge intensificare anche gli accordi bilaterali»
Coronavirus, Aodi (AMSI): «Oltre 150 morti di origine straniera in Italia. Verificati contagi dopo sepoltura deceduti»
Quella contro il Coronavirus «è una delle guerre peggiori che sto commentando con la stampa estera e mondiale da settimane per la gravità della situazione sanitaria e il numero dei morti giornaliero in Italia. Perché in Italia è successo tutto questo? Di chi è la colpa?». Sono queste le domande che si pone Foad Aodi, Presidente di […]
Reclutamento medici, Foad Aodi (Amsi): «Più di 100 medici di origine straniera hanno aderito al nostro appello, ora tocca alle Regioni»
«Condoglianze ai familiari di tutte le vittime di cui numerosi medici italiani e due di origine straniera». LEGGI ANCHE: L’APPELLO A MACRON DI 200 MEDICI ITALIANI IN FRANCIA: «PIU’ CONSAPEVOLEZZA DEL PERICOLO E PIU’ TUTELE» Così il presidente dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) e Unione Medica Euro Mediterranea (UMEM) il professor Foad Aodi […]
Dottoresse con il velo rifiutate in Veneto, Cifaldi (Cisl medici Lazio): «Violenza inaccettabile»
La posizione della Cisl Medici Lazio sulla vicenda veneta nelle parole del segretario generale e oncologo, Luciano Cifaldi: «Siamo preoccupati di questa pericolosa deriva basata sulla discriminazione di razza e di religione, con il rifiuto di farsi visitare da un medico per il colore della pelle o un modo di vestire non graditi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 5 marzo, sono 115.618.088 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.569.422 i decessi. Ad oggi, oltre 275,84 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata da...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolt...
Voci della Sanità

Covid-19, Comitato Cure Domiciliari vince ancora al Tar: «Medici devono poter prescrivere farmaci che ritengono opportuni»

Sconfessata la nota Aifa del 9 dicembre 2020 contente i “principi di gestione dei casi Covid-19 nel setting domiciliare”, che prevede nei primi giorni di malattia la sola “vigile att...