Lavoro 20 Ottobre 2020

Amsi: eletto Direttivo e organigramma internazionale con conferme e new entry

L’Ufficio di presidenza Amsi conta ben 150 professionisti della sanità di origine straniera e il Comitato Scientifico più di 100 esperti italiani e di origine straniera a favore di Un’Unione Mondiale nella Sanità (UMS)

Negli ultimi giorni si sono svolte le consultazioni dei professionisti della sanità di origine straniera a livello provinciale, regionale e nazionale. «Si tratta di più di 77.500 che non accettano più l’etichetta “invisibile” o “professionisti della sanità di serie B” che vengono chiamati solo per tappare i buchi o quando c’è carenza di medici» spiega il Presidente, Prof. Foad Aodi.

L’ufficio di presidenza è formato da 150 professionisti della sanità di origine straniera composto da: Consiglio Direttivo, coordinatori provinciali, regionali, nazionali e internazionali, Coordinatori e delegati Commissioni ed esperti e illustri medici italiani e di origine straniera. Ecco il nuovo organigramma del quinto mandato dell’ufficio di Presidenza Nazionale e Internazionale dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) che viene rinnovato ogni 5 anni:

Consiglio Direttivo: Presidente: Prof.Foad Aodi(italo-palestinese)Vice Presidente Dr. Abo A. Jamal(italo-siriano) Portavoce Dr. Petre Mihai Baleanu (Romania) Segretario Generale Prof.Kamran Paknegad (Iran) Vice Segretario Dr.ssa Eugenia Voukadinova(Bulgaria) e Abkar Aweis (Infermiere-Somalia)Tesoriere Dr. Francesco Bonelli ,(Comercialista ,Italia). Comitato Organizzativo: Dr. M.Zaraket (Libanese) M. Khalili(Giordania) H. hanafi(Marocco), Dr.ssa Artes Memeli (Medici giovani-Albania) Antony Akubo (Nigeria) Neserat Hakim (Fisioterapista, Italo- Palestinese) M.Valijio (infermiera-Iran), Carlos Brito (Infermiere-Peru) e Natalia Ines CleoDemagistre (Psicologa-Argentina) Y. Assad (Odontoiatra-Siria) Nadir Aodi ( Podologo) S. Accogli(Logopedista-italiana) H. Abou Harfouche (Odontotecnico-Libano).

Coordinatori commissioni: Infermieri (M.Valijuo) Fisioterapisti (Neserat Hakim ) Odontoiatri (B.Jarban e Y. Assad) Podologi (Nadir Aodi); Psicologi (N.I.C Demagistre); Farmacisti (A. Yassein,J.Bashar ) Logopedista (S.Accogli) Odontotecnici (A. Harfouche) Cooperazione internazionale e Solidarietà (L.Pacifici, F. Abenavoli A. Muhyu); Case di Cura (M. Khalili e P.Valente) Medici Giovani (A. Memeli) Medici Ospedalieri H.hanafi S. Al Sayyed, H.Awad  Medici Donne S.Diku e S.Sater e Veitia Rodriguez; Medici specialisti ambulatori (O. Mallah); Centri di riabilitazione(E. Voukadinova, I. Sova e G. Pejcic ,G.Saturno ); Centri analisi laboratori (C. Bogdan); Medici pediatri e Infanzia (Abo.A Jamal ,M.Batreche ,W.Srouji e F. Khalil,M. Al Sulaiman,F.Hammad ;Emad ); Medici di Famiglia (M.Zaraket ,Z. Khalati ,M.Braniste e S.Kurtam); Centro Riferimento MGF (O. Abdulcade, Ginecologo); Commissione Ecm (P. M.Baleanu e K. Paknegad); Agopuntura (Z.Jianimin); Commissione  Studenti Universitari (I. Soltan ); Cure palliative (E. V. Langer Giron ); Medicina Estetica (M. Hage,G.Crisafulli,C.Forestiero); Salute Globale, Rapporti istituzionali e Albi professionali (Foad Aodi).

«Ringraziamo tutti i colleghi  – spiega Foad Aodi – e professionisti della sanità italiani e di origine straniera che in questi primi 20 anni dell’attività internazionale dell’Amsi, insieme al Movimento Uniti per Unire e all’Unione Medica Euro Mediterranea e numerose associazioni, organizzazioni e comunità hanno collaborato in modo costante per arricchire e internazionalizzare il servizio Sanitario italiano difendendo i diritti di tutti i professionisti  della sanità compresi quelli di origine straniera».

«L’Amsi ha sempre difeso il diritto alla salute – prosegue – eguaglianza, l’occupazione, l’aggiornamento professionale con più di 700 convegni. Ha avviato ponti con i nostri paesi di origine con più 100 viaggi all’estero e progetti internazionali e difeso in prima linea l’Italia e gli italiani contro ogni emergenza compreso il Covid 19. Nei prossimi anni ci aspetta  una sfida grossa a favore di un’Unione Mondiale nella Sanità attraverso telemedicina e innovazione. Dobbiamo combattere la fuga dei cervelli e dei giovani, lo sfruttamento lavorativo, le aggressioni, la violenza, le discriminazioni e il razzismo contro tutti i professionisti della sanità italiani e di origine straniera».

«Con queste dichiarazioni – conclude Foad Aodi – il Neo Ufficio di Presidenza Amsi lancia il suo appello al mondo sanitario e al Governo Italiano: chiedo di ascoltarci e di lavorare tutti insieme per una sanità italiana all’avanguardia e tra le prime al mondo».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Chi saranno i medici scolastici? Pensionati, giovani, pediatri o stranieri. Le proposte dal mondo della sanità
Se per Cricelli (Simg) la soluzione è richiamare i medici in pensione, Mazzacane (Cisl Medici) punta sui camici grigi. Secondo Magi (Sumai) i pediatri di libera scelta sono l’opzione ideale e Aodi (Amsi) vede un’opportunità per i medici di origine straniera. Mangiacavalli (Fnopi) chiede invece l’istituzione dell’infermiere scolastico
Coronavirus, Aodi (Amsi): «Il 40% nel mondo dei contagi sono d’importazione ma non è colpa dei migranti irregolari»
Amsi, UMEM e UXU: «Bene controllare tutti i provenienti dai Paesi in cui l'epidemia è in fase acuta ma urge intensificare anche gli accordi bilaterali»
Dottoresse con il velo rifiutate in Veneto, Cifaldi (Cisl medici Lazio): «Violenza inaccettabile»
La posizione della Cisl Medici Lazio sulla vicenda veneta nelle parole del segretario generale e oncologo, Luciano Cifaldi: «Siamo preoccupati di questa pericolosa deriva basata sulla discriminazione di razza e di religione, con il rifiuto di farsi visitare da un medico per il colore della pelle o un modo di vestire non graditi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 dicembre, sono 64.527.868 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.493.348 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli