Assicurativo 27 Giugno 2022 12:43

Sono un medico e ho interrotto per qualche mese l’attività. Cosa succede con la polizza?

Sono un medico estetico e a seguito della pandemia ho deciso di interrompere la mia attività per qualche mese. La mia polizza era attiva fino al momento dell’interruzione temporanea dell’attività, posso stare tranquilla visto che mi sto prendendo qualche altro mese per decidere se riprendere ad esercitare? Coloro che si trovano in uno stato di […]

Sono un medico estetico e a seguito della pandemia ho deciso di interrompere la mia attività per qualche mese. La mia polizza era attiva fino al momento dell’interruzione temporanea dell’attività, posso stare tranquilla visto che mi sto prendendo qualche altro mese per decidere se riprendere ad esercitare?

Coloro che si trovano in uno stato di inoccupazione temporanea, non possono non considerare l’effettiva possibilità di essere raggiunti da una richiesta risarcitoria tardiva rispetto al periodo di esercizio precedente: in questi casi, se non coperti da un’assicurazione in corso di validità, non ci si potrà avvalere di alcuna protezione, a meno che non sia stata attivata una copertura postuma (ultrattività) valida solo per coloro che interrompono definitivamente l’esercizio professionale.

L’unico caso in cui la polizza precedente potrebbe garantire la copertura assicurativa è quello in cui la polizza fosse in regime di loss occurence (insorgenza del danno), cioè un’assicurazione che copre ogni sinistro (se rientra nelle tipologie di sinistri per cui la garanzia vale) che si verificano nel periodo in cui la Polizza è in vigore.

Ad oggi la maggior parte delle Compagnie non adotta più questo regime per questo è sempre bene verificare con esperti nel settore delle polizze professionali le proprie coperture o valutare la stipula di nuove polizze che possano magari prevedere un periodo di retroattività a seconda delle proprie esigenze.

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale