Formazione 3 Settembre 2021 18:21

Test Medicina, caos Green pass a Bologna: 14 candidati esclusi nonostante il certificato

A Sanità Informazione le testimonianze del “cerchio degli esclusi”: «Oggi sono stati calpestati i nostri diritti. Siamo pronti a ricorrere alle vie legali»

di Isabella Faggiano

L’ammissione alla facoltà di Medicina e Chirurgia all’Università di Bologna 2021 potrebbe passare alla storia come il test delle stranezze, per usare un eufemismo. O almeno, questa è l’impressione che si ha parlando con i candidati che sono stati “esclusi” ancor prima di entrare.

Ludovica ed il Qr code illeggibile

Ludovica, 19 anni, prima di raccontare la sua storia alle telecamere di Sanità Informazione si asciuga le lacrime e, pur essendo all’aperto e a debita distanza di sicurezza, preferisce tenere la mascherina per coprire la sua espressione di amara tristezza. «Sono rimasta fuori perché il Qr code del mio Green pass è risultato illeggibile. È davvero l’ultimo problema che credevo di dover affrontare, considerando che ho utilizzato lo stesso Green pass, ottenuto con regolare vaccino, meno di 48 ore fa», aggiunge.

Il compagno della madre di Ludovica è immediatamente accorso in suo aiuto, portandole tutta la documentazione Asl cartacea, incrociata a tessera sanitaria e documento di identità. «La mia corsa verso la Fiera di Bologna (dove si sono svolti i test) non è servita a nulla – racconta l’uomo -. Le hanno ugualmente vietato l’ingresso. Ho suggerito di contattare direttamente la Asl di competenza per validare il certificato di vaccinazione, ma si sono rifiutati».

E così, nel giro di qualche decina di minuti, Ludovica ha visto sfumare il suo sogno di diventare una neuropsichiatra infantile, desiderio che coltivava da quando aveva soli otto anni. «Ma non mi arrendo – assicura la giovane -. Tenterò il prossimo anno. E ancor prima, tenterò ogni strada, anche legale, per far valere i miei diritti che oggi sono stati calpestati».

«Siamo pronti a fare ricorso»

E dopo di lei, la fila dei candidati “rifiutati” continua. C’è chi ha fatto la prima dose da poco e per una lentezza burocratica non ha ancora ottenuto il codice necessario a scaricare il Green pass: «Ieri ho effettuato anche un tampone molecolare, risultato negativo. Ma anche di questo – racconta il giovane – non ho ricevuto il codice. Il certificato di negatività non è stato sufficiente ad aprirmi le porte di ingresso. Ho già contattato i miei genitori e – assicura – siamo pronti a procedere ad un ricorso. Intanto, tra qualche giorno tenterò i test per le professioni sanitarie, sperando di non trovarmi nuovamente la strada sbarrata per i medesimi motivi».

Per Ornella, invece, sarebbe dovuta essere la seconda opportunità. Ma anche per lei è finita ancor prima di cominciare. «Non ho la cittadinanza italiana e, di conseguenza, neanche il Green pass, nonostante sia regolarmente vaccinata. In questi mesi ho tentato di ottenerlo e, non essendoci riuscita, le autorità competenti mi avevano assicurato che sarebbe stato sufficiente un tampone molecolare negativo effettuato entro le 24 ore precedenti. Ma così non è stato. Per questo sono pronta a fare ricorso, forte anche del sostegno e della testimonianza di tutti gli altri giovani che hanno subìto la mia stessa ingiustizia».

«Uso il Green pass ogni giorno per lavorare alla Asl, qualcuno dovrà darmi spiegazioni»

A chiudere la fila, una giovane operatrice sanitaria, la più incredula di tutti. «Lavoro presso una Asl di questa stessa regione e il certificato che attesta la mia guarigione dal Covid-19 e la dose di vaccino effettuata che mi consente tutti i giorni di varcare la soglia dell’azienda oggi non mi ha permesso di oltrepassare quella della Fiera di Bologna. Credo che chi di dovere dovrà darmi più di una spiegazione», sottolinea l’aspirante camice bianco.

Il sostegno di Consulcesi

A confortare il “cerchio” degli esclusi c’è il dottor Stefano Clerici, consulente legale di Consulcesi: «Il nostro studio legale valuterà e vaglierà nelle prossime ore le eventuali irregolarità riscontrate per tutelare questi giovani nel migliore dei modi. Quattordici ragazzi esclusi sono senz’altro un campanello di allarme. Per questo manteniamo alta l’attenzione, qui a Bologna e in tutte le altre città d’Italia».

L’Università di Bologna, che abbiamo provato a contattare più volte per chiedere spiegazioni di quanto accaduto, non ha risposto alle nostre telefonate.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Green Pass obbligatorio a colf, badanti e assistenti familiari. FederAnziani: «Plauso a Governo, accolta nostra richiesta»
«Non possiamo che esprimere il nostro plauso a questo provvedimento - spiega Messina - A nome della nostra organizzazione e di tutti gli anziani che finalmente si sentiranno più tutelati»
Green Pass bis e ter, novità sui tamponi molecolari: validità estesa da 48 a 72 ore
Terminato in commissione Affari sociali alla Camera l’esame degli ultimi due decreti sulla certificazione Covid. Il provvedimento, che estende il Pass a scuole, università e mezzi di trasporto a lunga percorrenza, andrà in Aula lunedì 20 settembre. Scatta obbligo vaccinale per sanitari che operano nelle RSA
di Francesco Torre
Dal 15 ottobre Green pass obbligatorio per tutti i lavoratori. Ecco cosa prevede il decreto
Calmierati i prezzi dei tamponi e gratuità per gli esenti, sanzioni fino a 1500 euro per chi non rispetta la norma
Decreto Green pass, Lega: «Approvato nostro odg per incrementare uso anticorpi monoclonali»
I senatori della Lega in commissione Affari costituzionali, firmatari del testo approvato, Luigi Augussori, capogruppo, Roberto Calderoli, Ugo Grassi, Alessandra Riccardi e Daisy Pirovano segnalano che «la Lega è contro il virus e lavora con impegno alla tutela della salute della nostra comunità nazionale: bene, dunque – continuano i parlamentari in una nota – che […]
No Green pass in Uk, Andreoni (Tor Vergata): «Scelta rischiosa». Le novità su test salivari e vaccinazioni
Massimo Andreoni, direttore del reparto Malattie Infettive all’Università Tor Vergata di Roma, spiega a Sanità Informazione come sta evolvendo la lotta al Covid-19
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 settembre, sono 227.070.462 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.670.479 i decessi. Ad oggi, oltre 5,81 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco