Formazione 18 Novembre 2014 17:13

ECM, confermato l’obbligo dei 150 crediti per il prossimo triennio. Le soluzioni per una formazione di qualità

Intervista ad Andrea Tortorella, amministratore unico di Sanità in-Formazione

ECM, confermato l’obbligo dei 150 crediti per il prossimo triennio. Le soluzioni per una formazione di qualità

Anche nel prossimo triennio i professionisti della sanità avranno l’obbligo di aggiornarsi sulla formazione. Più che un obbligo, però, l’Educazione Continua in Medicina è un’opportunità: attraverso provider di alto profilo che si avvalgono di nuove tecnologie, corsi interattivi e sempre aggiornati, per il medico la formazione diventa facile e piacevole, anche a distanza.

Abbiamo intervistato, sul tema, Andrea Tortorella, amministratore unico di Sanità in-Formazione, provider accreditato Age.Na.S. .

Il governo ha appena ribadito l’esigenza dei 150 crediti formativi anche per il prossimo triennio…
Sì, era importante che il governo ricordasse a tutti i professionisti sanitari l’esigenza dell’aggiornamento formativo anche per il triennio 2014 – 2016.

Sanità in-Formazione è un provider di qualità in costante crescita…
Sì, è uno dei principali provider italiani, ed è quello che ha il maggior numero di corsi a disposizione, in continuo aumento: l’obiettivo è variegare il più possibile l’offerta formativa dando a tutti i professionisti la possibilità di aggiornarsi. Per questo motivo abbiamo in cantiere nuovi corsi, aggiornati con le ultime forme didattiche che oggi la tecnologia ci offre, e sempre rispondenti agli standard elevatissimi di cui gode la nostra piattaforma. Penso, ad esempio, al “paziente virtuale”, che annunceremo a breve.

Si tratta di corsi molto interessanti e molto seguiti…
Il nostro primo corso d’inglese dedicato ai professionisti della sanità – tradotto interamente da noi – ha avuto, come ci aspettavamo, un enorme successo: questo ci ha confermato di poter procedere su questa linea per i moduli successivi. Il secondo modulo, infatti – ancora più rispondente alle specifiche esigenze formative dei medici – sarà fruibile tra pochi giorni, ed altri lo saranno nei prossimi mesi. Ma non ci fermiamo qui: il successo del corso d’inglese ci ha spinto ad avviare la produzione di altri corsi in lingua, in spagnolo e francese, tanto per cominciare.

Si avvicina anche il mese di dicembre: pochissime settimane per ottenere i 50 crediti necessari…
Abbiamo notato che le fruizioni dei nostri corsi hanno un’impennata nei mesi di novembre e dicembre, perché prossimi alla scadenza per l’ottenimento dei 50 crediti annui. In questi giorni, infatti, stiamo potenziando le nostre strutture per far fronte all’enorme richiesta prevista per dicembre. Colgo l’occasione, a proposito, per ricordare che i 50 crediti necessari all’esigenza formativa annuale dovranno essere ottenuti entro il 31 dicembre.

Chi vuole informarsi come può farlo?
Chiamando il nostro numero verde 800.135.959: i nostri consulenti sono disponibili nel fornire qualsiasi dettaglio a chi voglia formarsi tramite la nostra piattaforma.

Articoli correlati
Aggressioni ai sanitari in aumento, Osservatorio Nazionale: «Potenziare personale e formazione»
Campagne di comunicazione, formazione (ECM e non solo) e strategie di de-escalation sono tra le indicazioni emerse nel rapporto trasmesso al Parlamento. Ad acuire il fenomeno anche la carenza di personale. Lavoro di équipe può essere strumento di dissuasione
Il questionario di verifica dei corsi FAD deve essere somministrato esclusivamente in modalità on-line?
La Formazione a Distanza (FAD) può anche essere erogata attraverso riviste (e quindi documentazione cartacea) pertanto il questionario di verifica per i corsi FAD effettuati attraverso materiale cartaceo, può essere somministrato con modalità di verifica diversa da quella on-line. Il Provider, sulla base delle indicazioni formulate dal Comitato scientifico o dal Responsabile scientifico dell’evento, rende […]
Come deve essere effettuata dal Provider la verifica dell’apprendimento?
La verifica dell’apprendimento può essere effettuata con diversi strumenti: quesiti a scelta multipla o a risposta aperta, esame orale, esame pratico, produzione di un documento, realizzazione di un progetto, ecc. Se vengono usati i quesiti, devono essere standardizzati in almeno 3 quesiti per ogni credito ECM erogato e nel caso si predispongono quesiti a scelta […]
Come si viene inseriti nella Lista degli Enti di Formazione Esteri?
Per l’inserimento nella Lista degli Enti di Formazione Esteri (LEEF) non è necessario che gli Enti medesimi facciano direttamente domanda alla CNFC. L’inserimento può avvenire anche su segnalazione o indicazione, motivata, di chiunque, ad esempio il professionista sanitario interessato o dall’Ente stesso, previa valutazione della CNFC che si avvale della valutazione della Sezione V. La […]
PNRR, ok della Camera: niente assicurazione se professionista non é in regola con almeno 70% obbligo ECM
Passa l’emendamento già approvato dalla Commissione Bilancio e Tesoro di Montecitorio in sede di conversione in legge del DL 152/2021
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...