Formazione 2 Settembre 2019

Auricolari-spia per superare il test: ecco come i “furbetti” vogliono superare il numero chiuso a Medicina

Il dispositivo costa 240 euro, è acquistabile in un normale negozio di elettronica e secondo il quotidiano La Repubblica, sta andando letteralmente a ruba soprattutto a Palermo e in altre città interessate all’esame di medicina. Lo sportello web Numerochiuso.info raccoglie le segnalazione e fornisce i consigli ai candidati per monitorare le irregolarità

Immagine articolo

Mancano poche ore al test di Medicina 2019 e gli studenti corrono ai ripari. C’è chi studia ma anche chi ha deciso di procurarsi un “aiutino” per superare la prova del prossimo 3 settembre e accedere alla ambita facoltà a numero chiuso di Medicina e Chirurgia. Si tratta di un vero e proprio telefono nascosto, composto da una collana con una scatola per inserire una sim, un auricolare e un microfono. Costa 240 euro, è acquistabile in un normale negozio di elettronica e secondo il quotidiano La Repubblica, sta andando letteralmente a ruba in molte città interessate dai test, soprattutto a Palermo.

«Ne vendiamo parecchie, circa un migliaio», rivela un negoziante del capoluogo siciliano a La Repubblica. «Si mette al collo. Sembra una collana caucciù, – spiega il commerciante non sapendo di essere registrato – non si vede. Tu lo metti dentro la maglietta e lo infili dentro». L’apparecchio sarebbe un modello evoluto, infatti rispetto alla precedente versione in commercio, il nuovo micro-auricolare non ha più bisogno di essere collegato tramite Bluetooth al proprio telefono.

LEGGI | «OGGI SONO UN MEDICO E PER ARRIVARE QUI HO SCONFITTO IL NUMERO CHIUSO E LA MALATTIA»

Naturalmente la novità tecnologica della ‘collana con scheda sim’ si affianca alle altre numerose irregolarità che ogni anno si manifestano il giorno del temuto test: dalla mancata schermatura delle aule alla violazione della segretezza dei test e dell’anonimato degli studenti, quesiti non originali, ecc… Eventualità che tutti gli anni danno adito a una valanga di ricorsi al TAR da parte degli studenti che resteranno esclusi. Per segnalare le difficoltà che si incontrano al momento dei test di ingresso e per avere tutti i chiarimenti giuridici e legali sull’argomento, prima e dopo l’esame, per gli studenti è a disposizione lo sportello di consulenza online www.numerochiuso.info che aiuta le future matricole a vincere la paura del test e a mettersi in guardia dai “furbetti”.

LEGGI | ADN-KRONOS: RICORSO LEGALE CONTRO IL NUMERO CHIUSO, CI PENSA CONSULCESI

Con la collanina tecnologica lo studente potrà quindi essere in collegamento telefonico con un suggeritore per tutta la durata del test. Tuttavia, a quanto si apprende dal giornale web Open, l’Università di Palermo è corsa ai ripari. «In seguito a segnalazioni ricevute e alla diffusione mediatica della notizia sull’esistenza e il commercio di dispositivi elettronici – si legge in una nota – wireless che consentirebbero di comunicare fraudolentemente all’esterno in occasione delle prove di selezione per i test di accesso ai corsi di studio della scuola di Medicina e Chirurgia, che si terranno martedì 3 settembre al Campus Universitario di Viale delle Scienze, l’Università degli Studi di Palermo rende noto di avere presentato un esposto alla Polizia di Stato – Squadra Mobile di Palermo ai fini dell’accertamento e della prevenzione delle eventuali ipotesi di reato. È stata inoltre potenziata la vigilanza interna affinché i test si svolgano nella più completa sicurezza e nel pieno rispetto del merito e dell’impegno che centinaia di ragazze e ragazzi mettono nello studio e nella preparazione delle prove».

Articoli correlati
Punteggi Test Medicina, a Napoli i genitori dicono no al numero chiuso e si battono per la meritocrazia
A minare la fiducia nell’attuale sistema selettivo sono le numerose irregolarità presenti ogni anno. La parola al consulente legale: «Entro 60 giorni è possibile fare ricorso al TAR e rientrare in graduatoria»
Dall’auricolare-spia ai documenti falsificati: record di irregolarità al Test di ingresso a Medicina
Pubblicati i punteggi. Consulcesi continua a ricevere e raccogliere segnalazioni dai candidati su www.numerochiuso.info e sui canali social. Il presidente Massimo Tortorella: «In oltre 20 anni mai accaduti casi del genere: il sistema di selezione si conferma inadeguato, non è ammissibile selezionare così i nostri medici del futuro»
«Sistema irregolare e non meritocratico», la protesta contro il numero chiuso: «Così si smantella la sanità pubblica»
Gruppi di protesta contro il test di Medicina si sono riuniti alla Sapienza in occasione della prova. «La volontà politica è quella di tagliare sulla spesa pubblica e il numero chiuso favorisce questo taglio
Numero chiuso, Studenti indipendenti al Ministro: «Più posti al test e raddoppiare le borse di specializzazione»
Il Movimento studentesco ha protestato contro l’imbuto formativo e la carenza di posti per la specializzazione: «Ci viene detto dal Ministero che ci sono numeri programmati, a seconda del fabbisogno della salute del Paese, ma se guardiamo i nostri ospedali ci rendiamo conto che non è così». Irregolarità al test di ingresso, continuano le segnalazioni
di Federica Bosco
Test Medicina, scatta la “corsa al ricorso”. Valsecchi (Bicocca): «2mila borse di specializzazione in più non bastano, servono risorse»
Dopo le segnalazioni di irregolarità tanti studenti stanno valutando di agire per tutelarsi. Secondo Maria Grazia Valsecchi, direttrice del dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università Bicocca di Milano, «il test può essere sempre migliorato. Di sicuro allo stato attuale una selezione va fatta, essendoci il numero chiuso»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Firenze, a motivare gli aspiranti medici c’è anche l’influencer Marta Pasqualato: «Non arrendetevi»

Sta per diventare medico, dopo essere diventata celebre su Uomini&Donne: «Io sono entrata dopo due anni. Se non passate valutate il ricorso»
di Diana Romersi e Viviana Franzellitti
Salute

Toscana, allarme per superbatterio “New Delhi”: 350 portatori e 44 infetti. Istituita unità di crisi

Nuova Delhi Metallo-beta-lattamasi è un enzima recentemente identificato che rende i batteri resistenti ad un ampio spettro di antibiotici beta-lattamici. «Il numero di pazienti portatori dall'inizi...
Politica

Roberto Speranza: abolizione superticket e assunzioni. Ecco chi è il nuovo ministro della Salute

Cambio di vertice per il Ministero della Salute, al posto della pentastellata Giulia Grillo l’ex Pd, Roberto Speranza. Ecco il profilo e le idee del deputato di Liberi e Uguali