Formazione 29 Agosto 2017 12:48

Al via i test per l’accesso a Medicina: solo un candidato su sette ce la farà. Ecco tutti i numeri

66.907 ragazzi il 5 settembre tenteranno il test, ma i posti in palio sono solo 10.008. Dal 19 settembre saranno disponibili i risultati del concorso e il 3 ottobre sarà pubblicata la graduatoria

Al via i test per l’accesso a Medicina: solo un candidato su sette ce la farà. Ecco tutti i numeri

Il 5 settembre sarà un giorno importante per il futuro di 66.907 ragazzi. Tanti sono coloro che tenteranno il temuto test per l’ingresso alla facoltà di medicina e odontoiatria e che, dopo le fatiche degli esami di maturità, hanno passato l’intera estate a prepararsi, studiando e svolgendo alpha test. I posti a disposizione per medicina sono solo 9100 a livello nazionale (contro i 9224 del 2016), cui si aggiungono i 908 posti per odontoiatria, i 655 per veterinaria e i 501 per medicina in lingua inglese. Sul sito del Ministero dell’Istruzione, è possibile consultare l’elenco della suddivisione dei posti per i singoli atenei.

I numeri parlano chiaro: solo un candidato su sette passerà il test. Quasi un terno al lotto, quindi, per accedere ai corsi che aprono le porte allo svolgimento della professione che, in molti casi, si sogna sin da bambini. E l’aumento del numero dei candidati registrato quest’anno (oltre quattromila in più rispetto all’anno scorso, quando i candidati erano 62694), accompagnato dalla diminuzione dei posti disponibili, rende ancora più difficile la prova.

I candidati si cimenteranno con 60 domande a risposta multipla, volte a testare le loro conoscenze di cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica e la capacità di risolvere problemi che necessitano di ragionamento logico.

I risultati del test saranno disponibili il 19 settembre nell’area riservata di ciascun candidato sul sito www.universitaly.it, dove, dal 29 settembre si potrà vedere il proprio test. La graduatoria nazionale nominativa sarà pubblicata il 3 ottobre e sarà consultabile sempre nella propria area riservata sul sito di Universitaly. Il 4 ottobre è previsto il primo scorrimento della graduatoria, mentre i successivi sono previsti per i martedì seguenti.

Intanto continuano ad essere molti gli studenti, i professori e le associazioni studentesche contrari al meccanismo del numero chiuso e che pensano che sarebbe meglio lasciare scegliere chi ha le capacità e la perseveranza di continuare il percorso e chi invece non ha la stoffa per diventare medico agli esami e alla difficile vita accademica della facoltà. D’altro canto, molti reputano il numero chiuso l’unico modo per garantire ai futuri dottori un posto di lavoro, visto che gli accessi alla facoltà sono regolati in base a quella che presumibilmente sarà la situazione lavorativa negli ospedali al termine del percorso di studi.

Intanto però la speranza condivisa da tutti è che quest’anno non si ripetano gli errori, i problemi e le irregolarità riscontrati in occasione del test degli anni passati che hanno spinto migliaia di ragazzi a presentare ricorso. A coloro che tenteranno l’esame quest’anno, non ci resta che augurare un grande in bocca al lupo.

Articoli correlati
SSN, Camera approva mozioni. Quartini (M5S): «Investire almeno il 10% della spesa sanitaria in prevenzione»
Il capogruppo pentastellato in commissione Affari sociali boccia le politiche sulla sanità del governo Meloni: «Continua definanziamento, almeno 8% del PIL vada a spesa sanitaria». E contesta il numero chiuso a Medicina
Test Medicina, Consulcesi: «Con riforma “doppia” chance per entrare, ma non premia merito»
Marco Tortorella, legale di Consulcesi: «Dare agli studenti la possibilità di ripetere il test di ingresso alla facoltà di Medina non è una riforma vera e propria. Il sistema di accesso è sempre lo stesso e non premia i meritevoli. Il ricorso continuerà a rimanere una possibilità concreta per tutti gli aspiranti medici esclusi ingiustamente»
Test Medicina: con ricorso iscrizione con riserva, per esclusi “ultima spiaggia”
Marco Tortorella, legale di Consulcesi: «Negli ultimi 20 anni lo strumento del ricorso alla giustizia amministrativa ha permesso a decine di migliaia di studenti, esclusi ai test di selezione alla Facoltà di Medicina, di iscriversi ai corsi, di studiare, di fare gli esami e infine di laurearsi. L'esperienza indica che gli studenti entrati con il ricorso, forse anche perché più motivati, sono tra coloro che possono vantare un ottimo percorso accademico»
Università e Metaverso: un avatar aiuta a scegliere il corso di laurea
È online il primo servizio di orientamento universitario del Metaverso: un avatar a cura di AteneiOnline assisterà gratuitamente i più giovani nella scelta del percorso di studio.
Test Medicina: 3 studenti su 4 “bocciati”, ma con il ricorso è possibile rientrare
Una recente sentenza del Consiglio di Stato ha accolto il ricorso di un gruppo di aspiranti medici, esclusi alla selezione iniziale, ammessi alla facoltà di Medicina con riserva. Grazie al sostegno degli avvocati di Consulcesi, ora sono a tutti gli effetti studenti di Medicina e potranno realizzare il sogno di indossare il camice bianco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Mieloma multiplo. Aspettativa di vita in aumento e cure sul territorio, il paradigma di un modello da applicare per la prossimità delle cure

Il mieloma multiplo rappresenta, tra le patologie onco-ematologiche, un caso studio per l’arrivo delle future terapie innovative, dato anche che i centri ospedalieri di riferimento iniziano a no...
Salute

Parkinson, la neurologa Brotini: “Grazie alla ricerca, siamo di fronte a una nuova alba”

“Molte molecole sono in fase di studio e vorrei che tutti i pazienti e i loro caregiver guardassero la malattia di Parkinson come fossero di fronte all’alba e non di fronte ad un tramonto&...
di V.A.
Advocacy e Associazioni

Oncologia, Iannelli (FAVO): “Anche i malati di cancro finiscono in lista di attesa”

Il Segretario Generale Favo: “Da qualche anno le attese per i malati oncologici sono sempre più lunghe. E la colpa non è della pandemia: quelli con cui i pazienti oncologici si sco...