Contributi e Opinioni 11 Settembre 2020

«Alcune proposte per i massofisioterapisti»

di Alessandro Bagattini, Matteo Zaffagnini, Fabrizio Lorenzoni, Paolo Pasqualetto e Marco Bettin (Massofisioterapisti iscritti all’elenco speciale ad esaurimento)

di Massofisioterapisti iscritti all'elenco speciale ad esaurimento
Immagine articolo

È necessario fare un chiarimento preliminare che non ha la finalità di scadere nella spicciola polemica all’italiana. Abbiamo letto con attenzione il testo della FIMFT proposto su questa testata e dobbiamo dire che in alcuni riscontri ci troviamo d’accordo. Purtuttavia un dato incontrovertibile è che solo una minoranza di massofisioterapisti è associata a sigle di categoria. Dopo l’entrata in vigore della legge n.145 del 2018 e del DM 9.08.2019 la stragrande maggioranza dei massofisioterapisti è iscritta nell’elenco speciale ad esaurimento dei massofisioterapisti presso l’Ordine dei TSRM, rifiutando ogni altra adesione considerata ormai un retaggio di un recente passato.

A nostro avviso i punti da affrontare sono i seguenti:

  • ISTITUZIONE ED ELEZIONE DI APPOSITE COMMISSIONI PROVINCIALI E NAZIONALE “ELENCO MASSOFISIOTERAPISTI” E RELATIVO CODICE ETICO, IN RELAZIONE AI REGOLAMENTI UE, IN MERITO AL CONFLITTO DI INTERESSE 

È fondamentale per tutti i massofisioterapisti avere organismi di rappresentanza all’interno dell’Ordine, poiché solo con essi è possibile interfacciarsi alle Istituzioni avendo un peso specifico e di rilevanza giuridica riconosciuta che le attuali sigle non possono avere perché mai accreditate presso il Ministero della Salute.

  • QUESTIONE NON 36 MESI

È necessario un provvedimento che garantisca il completamento degli studi agli alunni iscritti al corso di studi negli anni scolastici 2018-2019 e 2020 poiché autorizzati entro il 30.12.2018, ovvero entro l’entrata in vigore della legge n.145 del 2018; nonché la validità del titolo conseguito per lo svolgimento della professione sanitaria di riferimento dell’elenco speciale ad esaurimento.

Per tutti costoro, per lo svolgimento della professione, dovrà essere obbligatoria l’iscrizione nell’elenco speciale ad esaurimento istituito presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione, entro il 30.04.2024.

Perché entro il 30.04.2024? Per permettere agli ultimi massofisioterapisti di terminare il corso di studi entro ottobre 2023 e per dare loro la possibilità di iscriversi all’elenco speciale di riferimento, anche con riserva, in attesa della maturazione dei 36 mesi di esperienza lavorativa. Un po’ come accade per i novelli avvocati che sono iscritti ad un registro presso il loro Ordine e solo una volta maturata l’esperienza necessaria possono iscriversi al loro Ordine.

  • AGGIORNAMENTO DICITURA SUL SITO DEL MINISTERO DELLA SALUTE

In questo caso vogliamo fare un appunto alla dichiarazione di Giacomo Russo apparsa su questo quotidiano in data 24.07.2020: “È inoppugnabile che il D.M.9-08-2019 art. 5 istituisca l’elenco speciale dei Massofisioterapisti ad esaurimento e ai sensi della 403/71. Ne consegue che, per gli aventi diritto, la professione sanitaria di Massofisioterapista sia stata riordinata con la messa ad esaurimento.” Purtroppo la professione sanitaria del Massofisioterapista non è stata riordinata con la messa ad esaurimento; piuttosto è una professione in fase di riordino per i seguenti motivi:

  1. La procedura, per il riconoscimento e la valutazione dei criteri per l’accesso all’elenco speciale ad esaurimento, non è ancora terminata. È terminata la possibilità di iscriversi. Vanno comunque considerati i ricorsi dei colleghi non 36 mesi che (ci auguriamo possano vincere la loro battaglia) in caso di esito positivo dei loro ricorsi riaprirebbero la possibilità di iscrizione all’elenco speciale dei massofisioterapisti esclusivamente per i ricorrenti.
  2. La professione sanitaria di massofisioterapista potrà dirsi riordinata una volta riconosciuta, con un nuovo provvedimento in attuazione alla legge n.42/1999, l’equipollenza per i massofisioterapisti triennali e l’equivalenza per i massofisioterapisti biennali rientranti nell’elenco speciale ad esaurimento. Solo con l’accesso all’albo di riferimento andrà ad esaurimento la funzione dell’elenco speciale dei massofisioterapisti e chiuderà la fase di riordino.
  3. Al Ministero andrebbe richiesto, con il nuovo soggetto di rappresentanza (Commissione Nazionale dell’elenco speciale ad esaurimento dei massofisioterapisti) di modificare la denominazione nel seguente modo: Massofisioterapista professione sanitaria in fase di riordino.
  • AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE CON ECM PER I MASSOFISIOTERAPISTI ISCRITTI NELL’ELENCO SPECIALE AD ESAURIMENTO

L’aggiornamento ECM dei massofisioterapisti, iscritti all’elenco speciale ad esaurimento in funzione all’art.4 comma 4 bis della legge n.42/99, deve avvenire in capo all’Ordine dei TSRM che si pone da garante per la qualità dei corsi proposti, nonché per il pagamento degli stessi. In sostanza i corsi ECM proposti dall’elenco speciale dei massofisioterapisti devono essere pagati all’Ordine, che a sua volta pagherà gli organizzatori. Gli organizzatori dei corsi non potranno essere le sigle di massofisioterapisti per una ovvia questione di conflitto di interesse. Tutt’al più un soggetto, anche se rappresentante di una sigla o con incarichi amministrativi in una di essa, potrà patrocinare un corso ECM ma il pagamento non andrà alla sigla in cui esercita un incarico, ma al soggetto (persona fisica) proponente.

  • PROBLEMATICHE ASSICURATIVE

Le residuali problematiche assicurative devono essere affrontate con il nuovo soggetto di rappresentanza (sia la Commissione Provinciale per il territorio di competenza, sia con la Commissione Nazionale dell’elenco speciale ad esaurimento dei massofisioterapisti).

  • QUESTIONE FISCALE

Come per le residue problematiche assicurative, anche quelle fiscali vanno affrontate con la stessa logica e con la Commissione Nazionale dell’elenco speciale ad esaurimento dei massofisioterapisti.

  • PROVVEDIMENTO DI EQUIPOLLENZA PER I TITOLI TRIENNALI ED EQUIVALENZA PER I TITOLI BIENNALI PER I CORSI AUTORIZZATI SINO AL 30.12.2018 UNA VOLTA ULTIMATA L’ISCRIZIONE AGLI ELENCHI SPECIALI E PORTATO DI CONSEGUENZA AD ESAURIMENTO LA FUNZIONE DELL’ELENCO SPECIALE DEI MASSOFISIOTERAPISTI

Ci rifacciamo a quanto abbiamo scritto al punto n.3 lettera B di questo nostro sunto quale naturale epilogo del percorso effettuato dai massofisioterapisti iscritti nell’elenco speciale ad esaurimento. Infatti, in virtù della legge n.42/99, che nel 2000 e nel 2011 le Istituzioni hanno riconosciuto ai massofisioterapisti l’equipollenza e l’equivalenza per i corsi autorizzati entro il 31.12.1995 e terminati entro il 17.03.1999. Stessa sorte accadrà per i massofisioterapisti iscritti nell’elenco speciale ad esaurimento i cui corsi sono stati autorizzati sino al 30.12.2018 in attuazione alla proroga delle autorizzazioni dei corsi di cui al DM 10.07.1998 in attuazione al D.Lgs 502/1992.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
L’enfant prodige della podologia, a 28 anni Direttrice di Corso di Laurea: «Passione e impegno, ma come donna non è stato facile»
Alive Volpini, giovane podologa di Frascati è anche coordinatrice di due master professionalizzanti a Tor Vergata, un unicum in Italia. «Agli studenti dico che il medico salva la vita del paziente, mentre il professionista sanitario migliora la sua qualità di vita, bisogna avere la capacità di mettersi a disposizione degli altri»
Fno Tsrm-Pstrp: «Non solo medici. Scuole devono poter contare sul contributo di tutte le professioni sanitarie»
Per migliorare il legame tra istruzione e sanità: integrare le attività didattiche con incontri tra diversi professionisti sanitari e gli studenti
Test Professioni Sanitarie, Consulcesi: «Domande poco pertinenti rischiano di lasciare fuori i più meritevoli»
Massimo Tortorella, Presidente Consulcesi: «Un altro pasticcio. Anche questa volta a decidere chi entrerà o meno sarà il numero chiuso»
Giornata Mondiale Fisioterapia dedicata al Covid. Cecchetto (AIFI): «Nostro ruolo decisivo in tante patologie. Ecco i luoghi comuni da sfatare»
In un video pubblicato su AIFI Channel tanti pazienti hanno scelto di raccontare il loro percorso di guarigione accanto al proprio fisioterapista
Diete squilibrate e salute, i Presidenti degli albi dei Dietisti prendono posizione contro Panzironi
I Dietisti si sono da tempo pronunciati sulla pericolosità di diete fasulle, informazioni non verificate e consigli miracolosi forniti da sedicenti esperti, chiedendo che le Istituzioni mettessero in campo azioni di tutela della salute pubblica in ambito nutrizionale.
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 29 settembre, sono 33.362.341 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.001.800 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 28 settembre: Ad oggi ...
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...