Contributi e Opinioni 30 Luglio 2019

Allattamento materno, FNOPO: «Gesto naturale, sano ed economico. Bene spot del Ministero»

nota del Comitato Centrale FNOPO

La Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica approva la campagna di comunicazione promossa dal Ministero della Salute a sostegno dell’allattamento materno. «La scelta del Ministero di “pubblicizzare” l’allattamento materno, infatti, non può che essere d’aiuto agli innumerevoli inviti che le Ostetriche, i Ginecologi, i Neonatologi e i Pediatri rivolgono da tempo alle donne in gravidanza – si legge in una nota Fnopo – Si tratta del miglior alimento possibile per il neonato, poiché contiene naturalmente tutti i nutrienti di cui ha bisogno in tutte le fasi del suo sviluppo, da qui la definizione “specie-specifico”».

«Come ribadito anche negli ultimi rapporti dall’OMS, con il latte materno si possono ridurre i numeri delle morti infantili, oltre a essere un valido aiuto per la salute complessiva del bambino di oggi e dell’adulto di domani. L’allattamento materno, quindi, è e deve essere vissuto dalle donne che hanno partorito come un gesto fisiologico, anzi usando le parole dello spot del Ministero “naturale”. Purtroppo, però, non sempre le neo mamme sono pronte a tale gesto. Per tale motivo risulta importante il ruolo svolto dall’Ostetrica che saprà spiegarne l’importanza già durate i corsi di accompagnamento alla nascita, e dopo con i corsi di promozione e sostegno all’allattamento», sottolineano le componenti del Comitato Centrale FNOPO.

«Peraltro, questo tipo di messaggio è più efficace se viene dato da tutti i Professionisti del Dipartimento Materno-Infantile e con le stesse indicazioni – continua la Fnopo – Lo stesso Tavolo tecnico operativo sull’allattamento (TAS), istituito presso il Ministero, ritenendo di fondamentale importanza la formazione, a seguito delle “Linee di indirizzo sulla formazione” attualmente al vaglio dell’Ufficio di Gabinetto del Ministero della Salute, ha promosso il confronto tra i diversi professionisti trovando la piena disponibilità dell’area ostetrico-ginecologica a promuovere percorsi di formazione su tutti gli aspetti dell’allattamento, all’interno di una condivisione multidisciplinare di percorsi virtuosi per il benessere della madre e del nascituro».

«L’appello alle donne è di non scoraggiarsi davanti alle prime difficoltà e di chiedere consiglio alle ostetriche che sapranno consigliarle e aiutare ad avere un rapporto sereno con il proprio bambino, anche nei casi in cui, per specifiche situazioni cliniche, si dovesse optare diversamente».

«Infine – concludono i vertici FNOPO -, l’allattamento materno ha più aspetti positivi, è già disponibile in ogni momento e in ogni luogo per essere assunto dal bambino, è un alimento economicamente vantaggioso, che riduce il rischio di sviluppare allergie e mette in relazione visiva ed emozionale la madre con il bambino».

Articoli correlati
Via libera del CdM alla Legge di Bilancio. Cosa prevede per la sanità? Le reazioni di sindacati e Ordini
Da Anaao a Cimo, passando per i sindacati della funzione pubblica agli infermieri, ecco cosa pensano sindacati e Ordini della manovra
Elezioni Ordini delle professioni sanitarie: tra sospensioni e proroghe, regna il caos. Le reazioni delle Federazioni
Ordini di medici, infermieri, ostetriche, veterinari e tecnici sanitari stanno affrontando in modo diverso la raccomandazione arrivata dal Ministero della Salute di sospendere i procedimenti elettorali o di garantirli per via telematica. Ecco cosa sta succedendo
Con la seconda ondata in aumento ostetriche e donne incinta positive al Covid
Vaccari (FNOPO): «Grazie a tamponi e test sierologici regolarmente effettuati a personale sanitario e pazienti scoviamo tempestivamente anche i positivi asintomatici. Con l’introduzione dei test rapidi nelle sale parto il tracciamento sarà ancora più efficace»
di Isabella Faggiano
Regno Unito: ostetriche, farmacisti e studenti potrebbero somministrare il vaccino anti-Covid
Dopo la modifica del regolamento sui medicinali, il Regno Unito ha approvato l'uso in emergenza di un vaccino contro Covid e la creazione di una "forza lavoro ampliata"
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 dicembre, sono 65.277.100 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.507.323 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 4 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli