Bollettino del Ministero 28 febbraio 2017

Ritirato dal mercato medicinale veterinario. Difetto di qualità? Il Ministro risponde…

La Norbrook Laboratories Ltd ha attivato le procedure di richiamo dal mercato di tutti i lotti del medicinale veterinario Vetofol 10 mg/ml emulsione iniettabile per gatti e cani in commercio anche in Italia (A.I.C. 104504/016/028/030/042). Il motivo del richiamo è dovuto ad una segnalazione del problema di perforabilità del tappo di gomma bromobutilica. È stato […]

di Beatrice Lorenzin - Ministro della Salute

La Norbrook Laboratories Ltd ha attivato le procedure di richiamo dal mercato di tutti i lotti del medicinale veterinario Vetofol 10 mg/ml emulsione iniettabile per gatti e cani in commercio anche in Italia (A.I.C. 104504/016/028/030/042).

Il motivo del richiamo è dovuto ad una segnalazione del problema di perforabilità del tappo di gomma bromobutilica. È stato infatti osservato il distacco di particelle dal tappo nel punto in cui la fiala viene perforata per estrarre il prodotto con conseguente rischio che le stesse possano essere aspirate nella siringa durante l’estrazione del prodotto dalla fiala. Inoltre, tale difetto potrebbe impedire la completa risigillatura del foro dopo l’utilizzo

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila