Bollettino del Ministero 23 settembre 2014

Il bollettino del Ministero 

“Accordo sull’uso terapeutico della cannabis”

di Ministero della Salute

Sono molto soddisfatta per l’accordo di collaborazione firmato con il Ministro Pinotti che consentirà l’avvio del progetto pilota per la produzione nazionale di sostanze e preparazioni di origine vegetale a base di cannabis.  E’ un primo e importante passo. Voglio ribadire che l’uso di cannabis per scopi terapeutici  è un discorso totalmente separato dal serio problema che abbiamo dell’ uso di stupefacenti tra i giovani. Queste sostanze verranno utilizzate per patologie molto gravi e per la terapia del dolore e saranno utilizzate sotto un attentissimo controllo e su prescrizione medica. Quella di oggi è una buona pagina della sanità italiana, l’accordo affronta infatti nei termini giusti, ossia sanitari, l’uso della cannabis. Andiamo così ad alleviare il dolore e la sofferenza di persone con gravi patologie e malati terminali. La terapia del dolore è uno dei nostri obiettivi principali e rappresenta uno dei pilastri della nostra azione nel semestre europeo.
Grazie a questo progetto i farmaci con la sostanza attiva  della cannabis costeranno meno della metà di quanto si spende ora per importare il principio attivo, circa 15 euro al grammo. La produzione  nello stabilimento Chimico farmaceutico Militare di Firenze (SCFM) abbatterà infatti significativamente i costi e garantirà la sicurezza necessaria. L’ accordo prevede che per la realizzazione del Progetto pilota sia costituito entro il 31 ottobre 2014 un gruppo di lavoro composto da rappresentanti dei ministeri della Salute e della Difesa, dello SCFM, dell’Aifa, dell’ Iss, del Ministero delle Politiche agricole e forestali e delle Regioni. L’intera filiera produttiva sarà realizzata sotto lo stretto controllo dei militari. Il principio attivo sarà poi distribuito nelle farmacie territoriali ed in quelle ospedaliere con una tracciabilità completa della sostanza, dalla produzione fino alla distribuzione al paziente.

Beatrice Lorenzin

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila