Bollettino del Ministero 4 dicembre 2017

Italia-India firmano Memorandum d’intesa nel settore salute. Il Ministro risponde…

“Abbiamo firmato oggi a New Dehli un importante Memorandum d’intesa tra il Ministero della Salute italiano e quello dell’India, guidato dal Ministro J P Nadda, per una collaborazione bilaterale nel settore della Salute, nel campo farmaceutico, sia in ambito industriale che regolatorio, ma anche per una cooperazione nella formazione del personale medico, nell’ambito della nutrizione […]

di Beatrice Lorenzin - Ministro della Salute

“Abbiamo firmato oggi a New Dehli un importante Memorandum d’intesa tra il Ministero della Salute italiano e quello dell’India, guidato dal Ministro J P Nadda, per una collaborazione bilaterale nel settore della Salute, nel campo farmaceutico, sia in ambito industriale che regolatorio, ma anche per una cooperazione nella formazione del personale medico, nell’ambito della nutrizione e in quello della ricerca”.

È quanto ha dichiarato dalla Ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, primo tra i ministri del Governo italiano, dopo la visita del premier Paolo Gentiloni lo scorso mese, a recarsi in India. La Ministra Lorenzin ha guidato una delegazione di rappresentanti delle aziende del settore del farmaco, dei device, dell’Università e dell’ospedalità.

“Questo viaggio istituzionale  – ha sottolineato Lorenzin – è stato fondamentale per rilanciare la partnership tra Italia e India in un settore, come quello della Salute, che rappresenta una vera e propria eccellenza del made in Italy”.

“Per questo motivo oltre al Memorandum – ha concluso – abbiamo deciso di attivare anche un tavolo tecnico permanente Italia-India, presso l’Ambasciata italiana di New Delhi, per rafforzare ancora di più la cooperazione tra i due Paesi”.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...