Brexit, Commissione europea vara regole transitorie sui controlli di qualità per il rilascio sul mercato dei medicinali

La Commissione europea ha pubblicato, lo scorso 25 febbraio, una nota indirizzata alle autorità competenti dei 27 Stati membri e all’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) relativa alle nuove regole transitorie sui controlli di qualità per il rilascio sul mercato dei prodotti medicinali a seguito della Brexit. Il documento fornisce indicazioni sulle modalità con cui le […]

La Commissione europea ha pubblicato, lo scorso 25 febbraio, una nota indirizzata alle autorità competenti dei 27 Stati membri e all’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) relativa alle nuove regole transitorie sui controlli di qualità per il rilascio sul mercato dei prodotti medicinali a seguito della Brexit.

Il documento fornisce indicazioni sulle modalità con cui le competenti Autorità nazionali possono consentire ai titolari di autorizzazioni all’immissione in commercio (AIC) di effettuare il controllo di qualità ancora nel Regno Unito esclusivamente in casi giustificabili e sulla base di specifiche condizioni.

La richiesta dovrà essere inviata immediatamente alla competente Autorità nazionale che procederà a valutare caso per caso se rilasciare il permesso.

La procedura resterà in vigore per il tempo strettamente necessario al trasferimento nell’Unione europea dei siti che effettuano i controlli di qualità in UK.

La nota ricorda anche che, nel caso si giunga a un accordo di recesso che preveda un periodo transitorio, il titolare di AIC potrà continuare ad effettuare i controlli di qualità nel Regno Unito durante tale periodo.

La nota è disponibile anche sul sito dell’EMA e su quello degli HMA.

LEGGI IL DOCUMENTO: WITHDRAWAL OF THE UNITED KINGDOM AND EU RULES FOR BATCH TESTING OF MEDICINAL PRODUCTS

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone