Advocacy e Associazioni 10 Giugno 2024 12:32

Dialisi, in Sicilia a rischio centinai di pazienti per la carenza d’acqua

L’Associazione Dialisi Sicilia: “Con l’aumento delle temperature la situazione non potrà che peggiorare. Istituire un tavolo di crisi regionale”

di I.F.
Dialisi, in Sicilia a rischio centinai di pazienti per la carenza d’acqua

In Sicilia dialisi a rischio per centinaia di pazienti, a causa della carenza di acqua. E, trattandosi di una terapia che sostituisce la fisiologica funzione renale, ad essere in pericolo è la vita di ognuna di queste persone. Già da diversi mesi, come denunciato dall’Associazione Dialisi Sicilia, è in corso il razionamento della fornitura di acqua nell’agrigentino, nel nisseno, nel trapanese e nel palermitano. Ora, con l’aumento delle temperature, che porterà all’aggravamento del fenomeno della siccità, è estremamente probabile che le misure possano diventare ancora più restrittive ed essere estese ad altre zone della Regione. Per questo, già da tempo, sin dal mese di febbraio, le Associazioni dei pazienti avevano inviato, in via ufficiale, delle richieste all’assessorato regionale alla Salute, affinché fosse istituito un tavolo di crisi con lo scopo di concordare un piano di emergenza contro la carenza di acqua. Tutti tentativi, almeno finora, caduti nel vuoto. Un’assenza di risposta e le mancanza di un coordinamento pubblico che ha costretto molti centri di dialisi a comprare l’acqua a proprie spese, con costi esorbitanti, pur di non abbandonare i pazienti in cura.

L’appello delle Associazioni

Per ogni paziente il fabbisogno, come calcolato dall’Associazione Dialisi Sicilia, è di 1.500 litri d’acqua a prestazione, mediamente per un centro di 40 pazienti occorrono 30 mila litri di acqua. “Per le prestazioni dialitiche salvavita l’acqua è fondamentale, stiamo facendo sforzi immani. Purtroppo le istituzioni non ci danno ascolto. La situazione è davvero grave”, spiegano il presidente e il vice presidente dell’Associazione Dialisi Sicilia, Giuseppe Verde e Livio Marrocco.  Ad Alcamo, in provincia di Trapani, l’acqua viene erogata ogni quattro giorni, critica la situazione anche a Lercara Friddi, Adrano, Lentini, Sciacca e Ribera ma nell’elenco c’è almeno la metà dei 391 Comuni dell’Isola. Sono circa 3mila i pazienti sotto trattamento dialisi in Sicilia. L’Associazione rinnova l’appello alla Regione e alle Prefetture: “Bisogna agire in fretta, la vita dei pazienti è in pericolo”.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...