Speciale Proroga ECM 6 dicembre 2017

Formazione Ecm: proroghe e nuove regole. Tutto quello che c’è da sapere

Sempre più vicina la scadenza della proroga per il conseguimento dei crediti formativi relativi al triennio 2014-2016. Entro il prossimo 31 dicembre 2017 i camici bianchi devono essere in regola, altrimenti…

Sempre più vicina la scadenza della proroga per il conseguimento dei crediti formativi relativi al triennio 2014-2016. Entro il prossimo 31 dicembre 2017 i camici bianchi devono chiudere il loro portfolio di Ecm relativo allo scorso triennio e iniziare ad aggiornarsi per il triennio in corso (2017-2019).

LEGGI ANCHE: MEDICI COMPETENTI, ARRIVA LA SENTENZA: CHI È SENZA ECM VA CANCELLATO

QUANTI CREDITI NEL TRIENNIO?
L’obbligo formativo standard è pari a 150 crediti triennali. In questo quadro, è bene sottolineare che i professionisti in regola con i crediti formativi nel triennio precedente (2014/2016) possono usufruire di una riduzione fino a 30 crediti per il triennio corrente. La questione è diversa per i liberi professionisti che possono conseguire i crediti in modo flessibile, quindi senza un minimo annuale, a patto che alla fine del triennio la richiesta formativa sia rispettata.

DOVE È POSSIBILE CONSULTARE LA PROPRIA SITUAZIONE CREDITI?
Ogni professionista sanitario può consultare la propria posizione sul sito COGEAPS dopo essersi registrato come utente all’interno della piattaforma. Nel profilo utente il medico potrà dunque tratteggiare la propria attività professionale, perfezionando eventuali carenze e comunicando motivi di esonero o esenzione. Allo scadere di ogni anno, sul proprio profilo personale verrà fatta comunicazione della regolarità della posizione formativa.

ESENZIONI ED ESONERI
Tuttavia esistono alcune condizioni particolari per cui l’obbligo formativo può subire modifiche. Esenzioni ed esoneri infatti subentrano in alcune condizioni per cui vengono riconosciuti ‘a tavolino’ 4 crediti al mese o frazioni superiori a 15 giorni.
Infatti il medico può essere esonerato in alcuni casi specifici senza dover sospendere l’attività medica:
– Quando frequenta nel contempo un corso di specializzazione universitario, oppure un dottorato di ricerca o anche un master universitario;
– Quando frequenta il corso di formazione in medicina generale;
– Quando frequenta corsi di specializzazione in istituti riconosciuti dal MIUR;
– Quando frequenta corsi di formazione e aggiornamento in materia di AIDS.

Motivo di esonero affiancato alla sospensione dell’attività medica è per:
– Congedo per maternità;
– Aspettativa per motivi familiari;
– Richiamo alle armi;
– Incarico di Direttore Sanitario o Direttore Generale in ASL o AOU;
– Cariche pubbliche elettive;
– Aspettativa per cooperazione sanitaria internazionale;
– Permessi per gravi patologie;
– Assenze per malattia.

DOSSIER FORMATIVO
Novità del triennio scorso è il Dossier Formativo, una sorta di ‘diario’ dove è possibile dichiarare gli obiettivi formativi. Dunque al termine del periodo di studio, si potranno mettere a confronto le aspettative formative dichiarate e la formazione concretamente effettuata.

LEGGI ANCHE: BOVENGA (FNOMCEO): «CON LA PROROGA ECM SONO RIMASTI POCHISSIMI I MEDICI CHE NON SI AGGIORNANO»

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi, emendamento al Bilancio. Aiello (Ap): «Sbloccare transazione entro fine anno»

«Se andasse a buon fine la questione ex specializzandi si potrebbe sbloccare il turnover e finanziare le scuole di specializzazione» così il Senatore nell’intervista esclusiva a Sanità Informazi...
Sanità internazionale

Elogio della medicina generale, che può veramente salvarci la vita

«Mi sono iscritto a medicina perché ero attirato dalla sua aura di eroismo, dalla possibilità di intervenire per risolvere un problema pericoloso. È stata la sala operatoria, ovviamente, a cattura...
Salute

Al via la prova d’esame delle specializzazioni mediche: «Basta con il concorso ‘lotteria’ dove vince il più fortunato…»

Parte il concorso tanto atteso dai medici neolaureati. Ecco le nuove regole stabilite dal Miur: prova unica nazionale così come la graduatoria finale. Fedeli: «Introdotte novità qualificanti». Ma ...